Balotelli

 

Balo, basta, dai

 

'Se fossi stato bianco avrei avuto meno problemi': sicuro?

edit Max

 

 

Inizio estate particolarmente afoso

 

Qualcuno si aspettava una reazione diversa dal Milan dopo la negazione del settlement agreement da parte dell'Uefa. Ed invece da parte della società è arrivato chiaro il messaggio: siamo tranquilli, contestiamo la decisione dell'Uefa ma nei contenuti e, soprattutto, nel metodo della scelta, quantomento irrituale. Nessun attacco diretto al massimo organo europeo; nessuna volontà di vedere nella questione una sorta di pregiudizio politico anche se la matrice dell'azione non può che essere tale. Il Milan è convinto di poter quantomeno smontare l'architettura di pensiero che l'Uefa si è costruita. Non c'è ottimismo ma si preferisce usare la ragione, da anteporre sempre all'istintività e alle sparate di pancia. Chi vivrà, vedrà. Il Milan però non vuole mancare ad un appuntamento che sente di aver meritato sul campo.

Nel frattempo, l'argomento mercato continua a tenere banco dalle parti di Milanello e dintorni. Il direttore dell'area tecnica Massimiliano Mirabelli è già al lavoro per sondare le piste giuste al fine di colmare quelle che sono state individuate già a maggio come lacune evidenti di un organico di valore ma alquanto ristretto nei numeri della trequarti offensiva. Un centrocampista, un esterno ed una punta centrale sono i ruoli pubblicamente dichiarati dal Milan come necessitanti di un innesto. I profili rimangono top secret anche se l'obiettivo del club rimane quello di prendere giocatori di prima fascia in quelle tre posizioni di campo. Non sarà facile ma ci si prova, anche ragionando su una sorta di razionalizzazione delle risorse. Eventuali arrivi a parametro zero per infoltire la panchina avranno a anche e soprattutto questo scopo.

Nelle ultime ore, specialmente, è venuto fuori il nome di Gonzola Higuain accostato al Milan in una sorta di operazione che verrebbe facilmente catalogata come un Bonucci bis. La prospettiva, in sè, sarebbe eccezionale, perchè portare a Milano un giocatore di questo livello sarebbe senza ombra di dubbio un grandissimo colpo, sia sul piano mediatico, sia sul piano strettamente tecnico. Tuttavia è bene precisare come ad oggi non esista una trattativa, anche se abbiamo ragione di pensare che il Milan monitori il giocatore, palesemente in uscita dai cancelli Vinovo. Al momento si tratta di una suggestione e di un sogno da una notte di mezza estate ma proprio l'estate, si sa, può essere una stagione ricca di numerose sorprese.

Yonghong Li_Milan

 

Chiarezza, una volta per tutte

 

Il Milan in attesa della sentenza dell'UEFA. In ballo non c'è solo la partecipazione alle coppe, ma il futuro societario del club...

...

bertolacci

 

Bertolacci, Milan o Genoa?

 

Il Genoa vorrebbe tenere il centrocampista di proprietà rossonera

 

Milan

Alti e bassi

 

Il Milan sta vivendo una delle epoche più travagliate della propria storia. Ora più che mai i tifosi devono fare la loro parte.

storie calcio

 

Un sogno chiamato Roma

 

Toscano di nascita, romano e romanista d’adozione, è il Presidente più amato della storia della Roma

good morning

 

Accadde oggi, 31 maggio

 

Ultima per Paolo Maldini e Thomas Helveg. Ultimo gol per Rivaldo. Compleanno di Bonera. Non perdiamo da 76 anni in questa data

 

elliott

 

Elliott, da iena a salvatore della patria!

 

Elliott, un nome con cui ogni tifoso rossonero ha imparato a convivere fin dal giorno del closing, operazione che ha portato l’Ac Milan nelle mani di Yonghong Li

mirabelli gattuso

 

Mercato delineato

 

La difesa è completa. Centrocampo al risparmio per investire in attacco? Ecco le idee del Milan...

...

fassone raiola

 

Milan: attento a Raiola!

 

Le recenti parole di Mino non devono illudere i tifosi rossoneri. Sarà una lunga estate...

...

storia milan 2

 

Il ragazzo di campagna

 

Quello che, per noi Milansti, diventò 'cuore di tigre'

good morning

 

Accadde oggi, 30 maggio

 

Esordio per Davide Calabria, ultima per Rijkaard, Elsha e Pazzini; per il Pazzo ultima rete in rossonero. Non perdiamo in A dal 1948. Decesso di Di Bartolomei

 

fassone mirabelli milan

 

Mercato Milan: molto dipende dalla Uefa

 

Nel peggiore dei casi, l'esclusione dall'EL potrebbe "costare" al Milan quasi 30 milioni. Fassone e Mirabelli aspettano la sentenza Uefa per muoversi...

...

Bale_Liverpool

 

Dominadores del Mundo

 

Negli anni 2000, club spagnoli padroni assoluti in Europa . Ed anche in Nazionale i talenti, e le vittorie, non mancano di certo...

...

u 17

 

Ci restano solo gli U17!

 

Weekend amaro quello appena trascorso per due delle nostre tre squadre ancora impegnate nella corsa al titolo nazionale

immobile-andrè silva

 

Immobile per Andrè Silva?

 

Il portoghese potrebbe essere decisivo per l'approdo del laziale a Milanello

 

donnarumma

 

Retromarcia Raiola?

 

Mino Raiola ha parlato del futuro di Gianluigi Donnarumma che potrebbe essere ancora al Milan

Mancini

 

Buona la prima

Il nuovo corso di Mancini in Nazionale parte con una vittoria contro l'Arabia Saudita.

aspettando MD

 

Un vestito contro le molestie sessuali

 

Olgilvy e Schweppes hanno fatto indossare a 3 donne un vestito contro le molestie sessuali: in sole 4 ore trascorse in discoteca...

 

...

good morning

 

Accadde oggi, 29 maggio

 

In Serie A non vinciamo dal 1960 ma non perdiamo dal 1949. Compleanno per Ambrosini, ultima per Crespo; ultimo gol per Serginho

 

Milan- Ajax

 

Ricordi storici

Il Real Madrid è riuscito dove il Milan ha fallito due volte. Il rammarico rimane a distanza di tanti anni

 

maremma maiala

 

Quella nauseabonda ignavia

 

Juve e Roma danneggiate? "L'Italia merita rispetto!". Mentre sul Milan... 'Madonna che silenzio c'è stasera"

 

milan fassone yonghong li

 

Si sapeva da un anno. E ora?

 

Mr. Li non recede di un passo. Intanto tutto sembra franare, come in molti presagivano un anno fa e venivano derisi... E ora ? Quali sono le strategie del proprietario rossonero e di Elliott ?

Fulham

 

Il Fulham torna in Premier

 

I Cottagers battono l'Aston Villa 1-0, confermando Sessegnon come nuovo astro del calcio inglese, autore poi dell'assist decisivo. Situazione in League One e League Two

 

 

Fuoco incrociato

 

Il Milan, che certamente non attraversa il periodo più facile della sua storia, imbarca critiche gratuite ed illazioni da ogni parte. Quante di esse sono motivate?

good morning

 

Accadde oggi, 28 maggio

 

Due Coppe Campioni vinte: nel '69 vs. l'Ajax e nel 2003 contro la Juve. Ultime per Honda, Kucka, Lapadula, Ocampos, Bacca, Roque Junior. Ultimo gol per Lapadula

 

Russia_2018

 

Russia 2018 - Gironi e curiosità

 

Il 14 Giugno calcio d'inizio al Mondiale che vedrà l'assenza dell'Italia. Lo spettacolo ed i colori, però, non mancheranno di certo...

...

Fassone

 

Provarci sempre

 

Per la società potrebbe essere anche il momento giusto per non tirare i remi in barca, ma altresì attaccare in sede di mercato

good morning

 

Accadde oggi, 27 maggio

 

Poche partite, poche vittorie: solo 2 su 7 incontri. Ultimo gol per Coco, ultima presenza per Pablo Garcia e per la meteora Grimi

 

Malagò

 

Il moderno Pilato

 

Malagò preferisce non esporsi a favore del Milan; emblematico il silenzio federale

 

Sutherland

Ma c'era bisogno della UEFA?

 

Il provvedimento della UEFA resta una porcata ma siamo sinceri: forse ce n'era bisogno. E forse finalmente sapremo...

 

...

Abatantuono

 

Parole sante

 

Le ultime dichiarazioni del famoso comico rossonero fanno parte di un pensiero comune molto diffuso nei tifosi rossoneri.

 

zaza

 

Zaza, no grazie

 

Sondaggio per l'attaccante ex Juventus

 

aspettando MD

 

Quel film è ormai patrimonio di tutti

 

Travolta, festa in spiaggia per Grease. L'attore: "In scena ho imparato a essere me stesso, anche travestito da donna"

 

milan

 

L'imputato e il giudice

 

Quando le parole (Gabanelli/New York Times), contano più dei fatti...

 

...

good morning

 

Accadde oggi, 26 maggio

 

Tre sconfitte su 11 incontri, tra le quali la finale persa in Champions nel 1993 ad opera dei dopati di Marsiglia. Ultima gara per Marco Van Basten

 

mr li 

 

Mr. Li-Elliott, che fare ?

 

 Sempre più caos in casa Milan. E il silenzio del Presidente è assordante. Elliott, intanto, lavora per il futuro

Ancelotti

 

Può solo vincere!

 

Carletto è l'unico che all'ombra del Vesuvio può riuscire dove Benitez e Sarri hanno fallito 

 

Mirabelli_Fassone

 

L'UEFA congela il mercato del Milan

 

L'Adjudicatory Chamber si esprimerà a metà giugno sui rossoneri. Nel frattempo Mirabelli deve essere pronto a rivedere i suoi piani

donadoni

 

Donadoni, perché no?

 

Un grande ex rossonero, mai veramente cercato per la panchina del Milan

 

Agnelli

 

Discussione aperta

Le dichiarazioni del Presidente della Juve fomentano un dibattito che andrà avanti per molto tempo

aspettando MD

 

Balo si convoca da solo

 

Il ct: «Ci parlerò e lo chiamerò». E lui cambia profilo social

 

terza pagina

 

L'uomo dal 'gollasso' facile

 

Il suo rapporto con il Milan e coi suoi tifosi è sempre stato di amore ed odio

 

vent'anni dopo

VENT'ANNI DOPO di Alexandre Dumas

Vent'anni dopo, scritto da Alexandre Dumas, è il romanzo centrale del Ciclo dei moschettieri, trilogia che inizia con I tre moschettieri e termina con Il visconte di Bragelonne.
Il romanzo comparve inizialmente sulla rivista Le Siècle, nelle uscite comprese tra il 21 gennaio 1845 e il 2 agosto dello stesso anno.
La prima vera edizione fu in otto volumi, sempre nel 1845, a Parigi.

Il cardinale Richelieu è morto nel 1642 ed è stato sostituito dal cardinale italiano Giulio Mazarino, “odiato” da gran parte del popolo; era morto anche il re Luigi XIII, lasciando Luigi XIV, il Re Sole, ancora bambino, che regnava sotto la reggenza della madre Anna d'Austria.
A Parigi, inoltre, dopo un aumento delle tasse da parte di Mazarino scoppia la Fronda, che porta scompiglio nella città e preoccupa il cardinale.
D'Artagnan ha ormai quarant'anni, è tenente nei moschettieri del re e non vede i suoi amici da molto tempo.
Dopo un'insurrezione del popolo, Mazarino si traveste da moschettiere e si fa accompagnare da D'Artagnan a ispezionare i picchetti intorno alla città. D'Artagnan conduce Rochefort dalla Bastiglia al cardinale per un suo ordine; nel tragitto tra la Bastiglia e il palazzo di Mazarino si promettono che se fossero tornati in favore avrebbero parlato l'uno dell'altro.
Rochefort, nel colloquio con Mazarino racconta le imprese di D'Artagnan e Mazarino desidera che D'Artagnan riunisca il quartetto di un tempo per controllare la Fronda, con la promessa di fare D'Artagnan capitano dei moschettieri.
Così D'Artagnan si mette sulle tracce degli amici.
Per primo, ritrova Aramis, o meglio cavaliere d'Herblay, fattosi abate, che non nasconde di appoggiare la Fronda.
Poi D'Artagnan va da Porthos, che ha acquistato molte proprietà ed è divenuto il signor du Vallon de Bracieux de Pierrefonds, con lui c'è anche Mousqueton; Pur essendo ricco non è felice perché quelli che vivono nelle terre circostanti sono nobili e non lo trattano alla pari, quindi desidera il titolo di barone.
D'Artagnan gli comunica che se servirà anche lui il Mazarino, potrà ottenere il titolo di barone; Porthos, speranzoso, decide di seguirlo assieme a Mousqueton.
Infine D'Artagnan va da Athos, il conte di La Fère, che abita nella tenuta di Bragelonne. Athos è il tutore di un ragazzo che gli somiglia e di cui si sospetta sia il padre: il giovane, di nome Raoul e dal titolo di Visconte di Bragelonne, sta per intraprendere la carriera d'armi, come Athos, che rispetta e venera.
Athos è frondista e quindi non segue d'Artagnan...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

the war

THE WAR-IL PIANETA DELLE SCIMMIE

Dopo un primo capitolo che sembrava un film di prigionia e un secondo modellato sul cinema di guerra, ora sembra esserci il western a fare da base per The War - Il pianeta delle scimmie, terzo film della serie che allarga la mitologia dell'originale con Charlton Heston (a sua volta capace di generare un felice filone di seguiti).
Le scimmie sono organizzate intorno a Cesare e in guerra con gli uomini, i quali appaiono in grande difficoltà, sono in minoranza e stanno perdendo.
Il colpo finale (e quindi la pace auspicata) potrebbe arrivare eliminando uno tra loro, rifugiatosi in un ultimo fortino.
Come fosse Kurtz di Apocalypse Now!.

Anno 2028.
Sono trascorsi due anni dall'inizio della guerra tra le scimmie, guidate dallo scimpanzé Cesare, e gli umani sopravvissuti.
Un rimasuglio delle forze armate statunitensi guidato da un colonnello di nome J. Wesley McCullough dà la caccia alle scimmie, aiutati da alcune scimmie traditrici, convinte che non ci sia modo di battere gli umani e che preferiscono la schiavitù alla morte.
A seguito di una feroce battaglia nella foresta, Cesare sceglie di liberare i soldati umani catturati e di rimandarli dal loro leader, il Colonnello, con il messaggio che se gli umani lasceranno in pace le scimmie, non ci saranno più scontri.
Cesare e i suoi fanno ritorno nella loro nuova colonia costruita in una grande grotta nascosta dietro una cascata, dove il figlio di Cesare, Occhi Blu, dopo essere tornato da un lungo viaggio, riferisce di aver trovato un posto oltre il deserto dove le scimmie potranno costruire una nuova casa al sicuro dagli umani.
Winter, un gorilla albino, insiste nel voler partire quella notte stessa, proposito impossibile e che Cesare si vede costretto a rimandare...

 

GENERE : azione, fantascienza, drammatico, avventura
REGIA : Matt Reeves
ATTORI : Andy Serkis, Woody Harrelson, Steve Zahn, Amiah Miller, Karin Konoval
SCENEGGIATURA : Mark Bomback, Matt Reeves
FOTOGRAFIA : Michael Seresin
MONTAGGIO : William Hoy, Stan Salfas
MUSICHE: Michael Giacchino
PRODUZIONE : Chernin Entertainment
DISTRIBUZIONE : 20th Century Fox
PAESE : Stati Uniti d'America
DURATA 142 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 25 maggio

 

Giornata pessima: una sola vittoria e 5 sconfitte, tra cui la finale di Istanbul. Ultima nel Milan per Eranio e Tomasson; ultimo gol per Crespo.

 

calabria cutrone

 

Sorprese verdi di una stagione grigia

 

 Calabria e Cutrone le uniche due vere soprese di una stagione iniziata male e che sta finendo peggio. Basi da cui ripartire per il prossimo anno

edit Piero

 

 

L’Uefa e le sue storture. Un cane che si morde la coda

 

Comincio a soffrire di una sorta di mania di persecuzione! Praticamente da un paio di anni a questa parte al tifoso milanista non sono concessi più di due giorni consecutivi di serenità, perché c’è sempre un problema, più o meno catastrofico, che ci piove sulla testa. Scampati al pericolo di Atalanta e Fiorentina, che dopo la scoppola di Coppa Italia sembravano ostacoli insormontabili per il raggiungimento della qualificazione diretta alla prossima EL, ecco che ci pensa proprio l’Uefa a disturbare i nostri sonni, rimettendo in pericolo proprio la partecipazione alle coppe europee appena conquistata. La cosa che fa incazzare è il fatto che la decisione di rinviare a giudizio il Milan è basata su qualcosa che non ha fondamento, vale a dire che i parrucconi svizzeri prendono delle decisioni prendendo a pretesto delle argomentazioni che però sono al di fuori delle proprie competenze.

Ad aumentare l’incazzatura è l’uso che viene fatto della notizia da parte della stampa. Ad esempio, il comunicato ufficiale della UEFA dice esplicitamente che il SA è stato rifiutato alla società rossonera perchè non ha ancora rifinanziato il debito che scade ad ottobre del 2018. Punto! Tutto il resto è pura insinuazione, anche perché all’Uefa compete solo di controllare i bilanci, e non rientra nelle sue competenze fare i conti in tasca all’azionista o stabilirne la solidità. Qui poi la stortura sta nel fatto che addirittura il rifinanziamento di un debito che scadrà tra quattro mesi che non ha nulla a che vedere col bilancio dell' A.C. Milan, ed è chiaro ed evidente che non possiamo che sottoscrivere la tesi di chi sostiene che la decisione sia di carattere politico. Si vuole utilizzare il Milan (una grande del calcio europeo che però qualche lacuna di carattere gestionale e di trasparenza effettivamente la presenta) per far vedere al mondo del calcio europeo che l’Uefa con il FPF non scherza, e che dato che ci sono delle big (due nomi a caso, PSG e Man City) che fanno quel cazzo che gli pare, utilizzano chi in questo momento è in difficoltà per dare dei segnali forti al mondo pallonaro. È la solita vecchia storia che si fa i forti con chi è in difficoltà e si calano le braghe con chi invece forte lo è davvero.

Tuttavia, proprio perché siamo convinti che l’Uefa sul caso Milan sta andando fuori dalla propria giurisdizione, non possiamo credere che da qui al Tas non ci siano delle persone sane di mente che non possono minimamente prendere decisioni che contemplino l’esclusione dalla prossima EL. Che poi, su questo punto, mi vengono in mente delle cose che mi fanno fare delle domande. Ma se un club non ha commesso niente di grave, ha adempiuto a tutti i propri impegni, paga tutti i suoi dipendenti ed i suoi fornitori, non ha debiti in giro già scaduti (attenzione, già scaduti), come si pi può permettere ad una istituzione qualsiasi di cancellare con un colpo di sentenza tutto ciò che è successo in una stagione calcistica? Con che diritto cancellare sofferenze, gioie, esultanze per un gol, sforzi fisici e mentali in allenamento ed in partita, emozioni vissute allo stadio per un gol segnato o mancato, e per tutto ciò che gira intorno ad una partita di calcio? Il calcio è sì un’azienda, ma è principalmente un gioco che trasmette emozioni e vive di passioni, e sapere che ci sono delle teste di cazzo riunite in una stanza che per motivi che non gli competono possono soffocare tutto ciò mi fa ribollire il sangue. Roba veramente da farti venire voglia di smettere di soffrire per una squadra di calcio. Naturalmente questo a condizione che nessuno rubi, faccia delle truffe e delinqua contro qualcun altro; ma non mi sembra che sia questo il caso.

E poi ancora. Se un club qualsiasi si trova in difficoltà economiche perchè ha chiuso dei bilanci in rosso, che senso ha metterlo ulteriormente in difficoltà peggiorandone la situazione? I mancati introiti dalla partecipazione alle coppe (quest’anno il Milan tutto incluso dalla partecipazione all’EL ha tirato su tra i 15/20 milioni di euro), i mancati bonus dagli sponsor per aver raggiunto questi risultati, la fuga stessa degli sponsor che non hanno voglia di accostare il proprio nome a quello di una società squalificata, la fuga dei calciatori più importanti ed il conseguente danno di immagine, sono tutte cose che impoveriscono ancora di più una società, e non la aiutano certo a migliorare la propria solidità. Insomma, più che riabilitare in questo modo uno lo affossi proprio. Insomma, un vero e proprio circolo vizioso, un cane che si morde la coda.

 

 

Li

 

 

La maschera di Mr. Li

 

La Uefa vuole sapere chi si nasconde dietro tutto, ma questo ai tifosi  deve interessare relativamente

milan

 

Torneremo mai?

 

In questi anni difficili una sola domanda passa per la testa

 

aspettando MD

 

Dipendenti Google si dimettono

 

Dopo l'appello dell'azienda, che chiedeva lo stop alla collaborazione con il Pentagono, molti dipendenti hanno deciso di licenziarsi

storie calcio

 

Il calcio dei ginnasti

 

Ancora prima dell’avvio del Campionato di calcio (1898) i primi palloni correvano già nei Concorsi Nazionali di Ginnastica di fine Ottocento

good morning

 

Accadde oggi, 24 maggio

 

Una Champions vinta ed una persa. Ultima presenza per Bet, Massaro, Ancelotti e Fuser. Ultimo gol per El Shaarawy

 

 fassone

 

Caos Uefa. E ora ?

 

Il Milan sarà giudicato a breve dall'Adjudicatory Chamber dell'Uefa per le violazioni del FPF e sopratutto per i dubbi sulla proprietà cinese. Cosa rischia ?

Immobile_Milan

 

Milan, fiato sospeso e centravanti

 

Il comunicato dell'Uefa spaventa il Milan e mette in stand-by i piani di mercato rossoneri. Gattuso, però, cerca ancora il suo attaccante

Juventus

 

Convivenza di facciata

Mino Raiola va dove c'è il denaro. E il rapporto con la Juventus ne è l'ulteriore prova.

aspettando MD

 

Milano, nessuno vuole partire

 

Preferiscono rinunciare alle ferie piuttosto che subire continui tentativi di occupazione delle loro abitazioni

 

storia milan 2

 

L’ultimo successo di Paron Nereo

 

Il commiato dalla panchina di uno dei più grandi allenatori nella storia del calcio italiano

 

good morning

 

Accadde oggi, 23 maggio

 

Giornata rossonera per eccellenza: una Coppa Campioni, una Champions, una Coppa delle Coppe, uno scudetto ed uno spareggio UEFA vinto nel 1987.

 

gatto e volpe

 

Oggi, 22/05, secondo loro

 

Senza il campo, parte un calcio virtuale raccontato dai menestrelli di corte. Cala il sipario

Calhanoglu

 

Prospettiva Calhanoglu

 

Abbassare la sua posizione in campo e togliere riferimenti agli avversari potrebbe essere l'idea migliore

 

Gattuso - Ancelotti

 

Carletto Ivan Gattuso

 

Rino imita Ancelotti e se andiamo a confrontare le rose di punti in comune se ne trovano tanti

 

Cantera

 

Il sogno svanito

 

Il consueto punto della situazione per quanto riguarda tutto il settore giovanile rossonero

 

good morning

 

Accadde oggi, 22 maggio

 

Data di nascita di Luigi Perversi, 14 stagioni in rossonero. Ultima per Cesare Maldini. Nel 1963 vincemmo la prima Coppa Campioni battendo 2-1 il Benfica a Wembley.

 

milan fiorentina

 

Milan-Fiorentina: Best&Worst

 

 Calhanoglu super playmaker offensivo. Cutrone e Kalinic in gol. Assieme a Bonaventura sono i 4 migliori. Male Rodriguez e Bonucci sul gol Viola

Milan 2017/18

 

Non sono deluso

 

Squadra giovane, tanta inesperienza, falsa partenza con un tecnico inadeguato; non tutto è da buttare e quei punti persi con le ultime due gridano vendetta

 

Serie A

 

I verdetti in Serie A

Con la Juventus già Campione d'Italia, nell'ultima giornata sono arrivati gli ultimi verdetti in zona europa e nella lotta per non retrocedere.

aspettando MD

 

Vince al Lotto: ma la banca...

 

La dea bendata lo ha baciato con una vittoria al Lotto: ben 11 mila euro. Poi la brutta sorpresa

 

good morning

 

Accadde oggi, 21 maggio

 

Esordio per Cutrone; ultima per Turone, Bertolacci, Deulofeu, Pasalic e Balotelli. Ultimi gol per Honda e Deulofeu.

 

Milan-Fiorentina

 

Ultima, ma non per importanza

 

Ultima di A: il Milan si gioca il sesto posto. Chapeau alla Viola: in corsa nonostante la gioventù e la tragedia Astori. Formazioni: out Suso, come gioca Gattuso?

Maldini

 

I dubbi e le certezze di Paolo

 

Sarebbe cosa buona e giusta se Maldini scegliesse di mettersi finalmente in gioco

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Per la Fiorentina speranze europee pressochè nulle

Fiorentina

 

Come la vedono i viola

Il Milan per la conquista della Fase a Gironi dell'Europa League. La Fiorentina per la gloria.

good morning

 

Accadde oggi, 20 maggio

 

Data di nascita del 'Paròn', Nereo Rocco. Il 20 maggio 1973 assistemmo ad un furto legalizzato, cioè il 3-5 di Verona che ci privò di uno scudetto; grazie FIGC

 

gattuso calhanoglu

 

Inamovibile? Forse no

 

 Con il mercato che ha in mente la società, Calhanoglu potrebbe non essere più un titolarissimo. Ma potrebbe ritagliarsi un nuovo ruolo "alla Pirlo"...

...

Maiorino_Milan

 

Maiorino? Grazie, ma...

 

L'ex DS rossonero stuzzica la nuova società. Tanto di cappello per i Romagnoli, i Suso, i Donnarumma, ma il patrimonio poteva essere gestito meglio...

...

Chelsea-man utd

 

FA Cup: Conte vs Mou

 

Seconda finale consecutiva per i Blues, che non vincono dal 2012; lo United, invece, ha fatta sua la Coppa nel 2016

 

Musacchio

 

Un reparto da non toccare

I quattro difensori centrali sono probabilmente tra i pochi che possono aspirare ad una conferma piena e convinta per la prossima stagione.

baselli

 

Baselli, idea Milan?

 

Un vecchio pallino per il centrocampo rossonero

 

Parma

 

Toh, chi si rivede!

 

Il Parma fa quattro su quattro e torna in A. Ecco le sfide e i regolamenti per le sfide play off e play out

 

aspettando MD

 

Bullizzato perché grasso

 

A 10 anni tenta il suicidio. Si avvicina alla finestra del corridoio: vuole buttarsi di sotto

 

good morning

 

Accadde oggi, 19 maggio

 

Compleanno per Filippo Galli e Pirlo. Ultima partita per Pizzaballa, Costacurta e Ambrosini; ultimo gol per Billy. Giornata negativa: 3 vittorie e 5 sconfitte

 

Calhanoglu

 

Milan - Fiorentina, arriva il 4-3-1-2?

 

L’infortunio di Suso complica i piani di Gattuso in vista della sfida contro i viola. Si cambia modulo?

 

belotti gattuso

 

Belotti il preferito: chi va a Torino ?

 

 Il Milan punta all'attaccante. Fassone e Mirabelli vorrebbero inserire una contropartita tecnica per diminuire il cash. Chi può andare a Torino?

Duncan

 

Un nome fra tanti

 

Il centrocampista del Sassuolo è stato accostato nelle ultime ore ai rossoneri.

aspettando MD 

 

Fuori dai palinsesti Rai

 

Secondo alcune indiscrezioni il conduttore de La Vita in diretta...

...

terza pagina 

 

L'eroe di Salonicco

 

L'uomo che, quella sera a Salonicco, si conquistò il soprannome di “eroe”

innocente

INNOCENTE di John Grisham

Il caso giudiziario di Ron Williamson è un paradigma di mille episodi comuni ai più disparati sistemi giudiziari.
Al di là del caso particolare, però, colpisce l'interrogativo inquietante che aleggia nell'aria durante la lettura: e se un giorno capitasse a me?
Dopo aver letto il libro, viene da pensare a personaggi dell'attualità, assassini mediatici poi dichiarati innocenti: molti li considereranno sempre colpevoli, anche a dispetto di sentenze assolutorie. E se capitasse a noi?

Ron Williamson lascia il natio Oklahoma nel 1971, poco più di un ragazzo, inseguendo il sogno di diventare un campione di baseball.
Dopo sei anni nel campionato minore un incidente mette fine alle sue speranze di gloria.
Torna a casa, cerca un lavoro stabile, ma un crescente disagio psichico ne farà presto un malato di mente.
Qualche anno dopo, la tranquilla cittadina di Ron è scossa da un terribile evento: la giovane Debbie Carter viene stuprata e uccisa in circostanze poco chiare che vedono Williamson tra i principali sospetti.
Comincia per Ron un'odissea che lo vedrà dapprima incriminato del delitto e poi condannato a morte.
Dodici anni nel braccio della morte in cui continua a dichiararsi innocente.
Ma quando mancano ormai cinque giorni all'esecuzione, l'estrema speranza di salvezza è rappresentata da un esame del DNA che non arriva mai...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

marshall

MARSHALL

Dopo aver assunto i panni di Jackie Robinson e James Brown, Chadwick Boseman si calerà nelle vesti di un’altra importante figura della storia americana: Thurgood Marshall il primo giudice afroamericano della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America.
La pellicola che potrebbe far capolino durante il Toronto Film Festival (TIFF), è il primo film di Reginald Hudlin (The Ladies Man, House Party) dopo una pausa di quindici anni e racconta le battaglie legali di Marshall quando lavorava ancora come avvocato per la NAACP (Associazione nazionale per la promozione delle persone di colore).
Si tratta di un caso legale molto interessante, risalente al 1940-1941, i cui temi sono ancora molto attuali.
Sebbene non si tratti di uno dei casi più famosi dell’avvocato, ha avuto molto importanza per il NAACP perché ha mostrato come il razzismo era vivo e fiorente in New England.
Lo script è stato scritto da un avvocato di Westport, Michael Koskoff, con il figlio Joshua.

Prima di sedersi alla Corte Suprema degli Stati Uniti d’America o aver dichiarato vittoria in Brown v. Board of Education, Thurgood Marshall (Chadwick Boseman) era un giovane avvocato sobillatore del NAACP.
Il nuovo film MARSHALL è la storia vera della sua più grande sfida in questi primi anni – uno scontro combattuto al fianco dell’avvocato Sam Friedman (Josh Gad), un giovane avvocato senza esperienza nel diritto penale: il caso di un autista ero Joseph Spell (Sterling K. Brown) accusato dal suo datore di lavoro bianco Eleanor Strubing (Kate Hudson) di assalto sessuale e tentato omicidio...

 

GENERE : drammatico, biografico
REGIA : Reginald Hudlin
ATTORI : Chadwick Boseman, Josh Gad, Kate Hudson, Dan Stevens, Sterling K. Brown
SCENEGGIATURA : Michael Koskoff, Jacob Koskoff
FOTOGRAFIA : Newton Thomas Sigel
MONTAGGIO : Tom McArdle
MUSICHE: Hunter Ryan
PRODUZIONE : Super Hero Films, Chestnut Ridge Productions
DISTRIBUZIONE : Universal
PAESE : Stati Uniti d'America
DURATA 118 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 18 maggio

 

Ultima per Stroppa, Baggio, Serginho, Brocchi, Cafù, Kakà, Costant e Taarabt. Ultimi gol per Serena e Cafù. Nel 1994 il 4-0 al Barça in finale di Champions

 

edit Max

 

 

La smobilitazione del 2012 e il grande rimpianto del 2013

 

Nel 2012 la doppia dolorosa cessione, ma è nell'estate del 2013 che si crea la vera forbice fra Milan e Juventus.

Ci sono due etstati che, più di tutte, hanno inciso sulla decisione di Silvio Berlusconi di vendere il Milan. L'antefatto che funge da architrave logica risiede però nell'estate del 2011 quando, come un fulmine a ciel sereno, la Fininvest subisce una condanna in sede civile (il famoso lodo Mondadori) in base alla quale deve risarcire circa 500 milioni di euro a De Benedetti. Già in quel momento le strategie sul mercato del Milan cambiano. L'idea iniziale era quella di portare a termine due colpi entro fine agosto. Si parlava di Hamsik (che poi sfumò anche per ragioni non del tutto imputabili al Lodo) e di Balotelli ma i nomi sotto osservazione erano molti. Nei fatti però arrivarono soltanto Aquilani in prestito e Nocerino per 500 mila euro. Era arrivato un momento in cui il Milan berlusconiano si fermava in attesa di capire l'evoluzione della vicenda del Lodo.

Il risarcimento non fu rateizzabile e ciò cambiò le disponibilità di riserve valutarie della Fininvest e, di concerto, anche le sue priorità. Il Milan, da squadra strategica per la holding, iniziava a diventare una priorità secondaria; affettiva certamente ma non tale da portare ad un investimento economico notevole sull'organico. Lì nacque l'estate del 2012 con la doppia cessione di Thiago Silva ed Ibrahimovic, dapprima saltata e successivamente formalizzata a fronte del rilancio del Psg. Insieme a loro c'era un'intera squadra da sostituire visto che erano arrivati a fine carriera quasi tutti i grandi interpreti del Milan ancelottiano. Serviva quantomeno un progetto triennale di rinnovamento. Paradossalmente, il Milan seppe uscir bene da quell'estate, sistemando il bilancio e creando una squadra non eccezionale ma competitiva. Quel Milan 2012-13, dopo un inizio negativo, trovò una quadra. Non rubava l'occhio dell'esteta ma era solido ed aveva valori, anche grazie all'arrivo a gennaio 2013 di Mario Balotelli. Il terzo posto fu probabilmente il suggello definitivo di un'annata strana ma intensa. Lì il Milan pensò forse di essere capace di poter sopravvivere a tutto e da questa presunzione nacque un'estate fatta di errori ed un inverno ancora peggiore. L'idea iniziale fu quella di finanziare la campagna acquisti con la cessione di El Shaarawy e Boateng. Entrambi corteggiati da altri club, entrambi però determinati a rimanere al Milan. Perchè il club voleva venderli? Il Milan aveva già intuito le problematiche extracampo che i due giocatori potevano dare e non voleva avere troppi casi spinosi da gestire. Bastava già l'eccentrico Balotelli. Tuttavia per El Shaarawy non vi fu alcuna possibilità di cessione perchè il ragazzo voleva rimanere a Milano, mentre Boateng accettò il trasferimento in Germania solo a fine agosto. Ciò portò il Milan a non avere le risorse per prendere Tevez (che andò alla Juventus) e da quel momento la forbice di punti con la prima in classifica andò solo ad aumentare, complici anche una serie di operazioni infelici come l'arrivo di Poli al posto di Flamini e la scelta di investire il ricavato della cessione di Boateng su Matri e non su un giocatore capace di legare il gioco. 

E' probabilmente quella del 2013 l'estate in cui il Milan ha commesso gli errori maggiori. Un'estate in apparenza più facile della precedente ma in cui il rifiuto di El Shaarawy al trasferimento tolse a Galliani le risorse per strappare Tevez alla Juventus ed invertire così il ciclo della Juventus a favore di uno nuovo rossonero.

 

milan fassone 

 

Sanzioni Uefa: cosa rischia davvero il Milan

 

In arrivo da Nyon sanzioni ai rossoneri su più fronti: multa, pareggio di bilancio, lista Uefa limitata e calciomercato condizionato. Ecco tutti i rischi

balotelli

 

Un ritorno necessario

 

Con Roberto Mancini, è quasi scontato il ritorno di superMario in Nazionale

 

Florenzi

 

Segni particolari: duttilità

 

Florenzi utile in più di un modulo. Unico cruccio lo stato del suo crociato

 

storie calcio

 

L’ultima parata di Dino Zoff

 

Contro la Svezia, a fine maggio ’83, in un incontro valido per le qualificazioni agli Europei, il portiere disputò la sua partita d’addio

good morning

 

Accadde oggi, 17 maggio

 

Ultime presenze per Calloni, Hateley, Bonera e Destro. Ultimi gol per Meazza, Calloni e Ancelotti. Due volte affrontato il Torino, 2 sconfitte: 2 gol fatti, ben 8 subiti

 

Donnarumma

 

Scorrono i titoli di coda

 

La sensazione è che quella di domenica sarà l'ultima di Gigio col Milan. Probabilmente è meglio così

 

mirabelli

 

Il "Mira pensiero"

 

 Quattro punti chiari, espressi nelle interviste di questi giorni. Da Donnarumma ai giocatori esperti da prendere, passando dalla centralità di Gattuso

Antonelli_Milan

 

Cronaca di un'inesorabile discesa

Per tutta la stagione, Antonelli non ha rappresentato mai un'alternativa credibile a Rodriguez. In estate, sempre più probabile la cessione

Raiola Donnarmma

 

Svalutation! 

 

Il Milan era cosciente del rischio, ma è anche piovuto sul bagnato. Asta unica speranza

 

Mirabelli

 

Sul filo del rasoio

Il giudizio su Mirabelli viaggia su una linea sottile tra la positività del rinnovamento messo in atto in estate e la negatività sul rendimento di alcuni giocatori. Ma non solo...

...

aspettando MD

 

Gaffe a l'Eredità

 

Il quiz game di Rai Uno ha abituato il pubblico a continui scivoloni sulle domande più banali

 

storia milan 2

 

La grande illusione

 

Una stortura regolamentare, tante polemiche

 

good morning

 

Accadde oggi, 16 maggio

 

Ultimo match per Altafini, Dida, Sheva, Novellino, Antonelli, Maldera, Desailly e Redondo. Nel 1982 un rinvio molto, molto sospetto di Castellini ci mandò in B

 

Juventus

 

Il mondo oltre l'orticello

 

Juve campione, complimenti! Ma non confondiamo l'oro con il piombo

 

Esclusiva Belotti

 

Tutto su Belotti

 

E' il centravanti granata il primo obiettivo per Gattuso

Gattuso

 

Prova d'amore

Il chiedere di non fischiare Kalinic e Donnarumma è un'ulterore prova dell'amore smisurato di Gigio per questi colori.

aspettando MD

 

Pestato a sangue

 

Picchiato selvaggiamente e lasciato a terra in una pozza di sangue

 

good morning

 

Accadde oggi, 15 maggio

 

Cinque vittorie e cinque sconfitte su 13 incontri; tre volte incrociata la Juve, 2 le abbiamo perse ed una vinta. Non perdiamo in A dal 1966, in Europa dal 1969

 

atalanta milan

 

Atalanta-Milan: Best&Worst

 

K2 rossonero tra i migliori di Bergamo: Kalinic e Kessiè al top. Male Donnarumma e la linea difensiva nel finale. Fantasisti poco ispirati

Atalanta - Milan

 

Tatticismo e tanto altro

 

A Bergamo domina la componente strategica su quella spettacolare: pareggio quasi inevitabile

 

Premier League

 

Reds in Champions, Swansea giù

 

Chelsea in EL con Arsenal e Burnely. Sabato la finale di FA Cup tra Blues e Manchester Utd. Stasera e domani i ritorni dei play off promozione dalla Championship

 

Milan

 

Senza infamia e senza lode

Il pareggio di Bergamo ci consegna la qualificazione alla prossima Europa League, anche se non ancora la certezza dell'accesso alla Fase a Gironi.

aspettando MD

 

Sony PS5, l'uscita si avvicina

 

L'azienda TSMC ha rivelato l'avvio della produzione di un nuovo processore basato sul gaming

 

storie calcio

 

L’uomo di Coppe del Grande Real

 

18 stagioni passate con i biancomalva, più di 500 match ufficiali giocati e 20 trofei in bacheca: questi i numeri da record di uno degli uomini più vincenti della storia del calcio

 

good morning

 

Accadde oggi, 14 maggio

 

Ultime presenze per Rui Costa, Pirlo e Mexes. Ultimo gol per Gattuso, West e Amoroso. Una sola sconfitta su 13 incontri, due anni fa in casa contro la Roma (1-3)

 

pre atalanta milan

 

Giocare col fuoco

 

 Ultime fiches da giocare per Gattuso, che in mano ha delle carte scadenti per portare a casa un bottino che, per le premesse della stagione, era il minimo indispensabile e che ora sembra sfuggire...

...

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Atalanta, una sola vittoria negi scontri diretti

Morata_Chelsea

 

Quanto vale Morata?

 

Le prestazioni dell'attaccante non sembrano giustificare l'attenzione mediatica nei suoi confronti. Quando valore e costo non significano la stessa cosa...

...

milan

 

Il Milan si rinforzerà

 

Intervista a Davide Lippi, procuratore di Matteo Politano, accostato al club rossonero nelle ultime ore

 

good morning

 

Accadde oggi, 13 maggio

 

Ultima in rossonero per Rivera, Ibra, Seedorf, SuperPippo, Zambrotta, Nesta, Ringhio, Cassano e De Sciglio. Nessuna sconfitta il 13 maggio: l'anno scorso fu 1-1 a Bergamo

 

Sarri

 

Le ragioni del mio no a Sarri

 

Il tecnico del Napoli è bravo ma ha dei limiti e noi un allenatore lo abbiamo già

 

donnarumma cessione

 

Cessione dovuta e inevitabile

 

Le papere della Finale di Roma hanno acceso la miccia di una cessione già preventivata: Raiola al lavoro

Mirabelli_Milan

 

Fiducia condizionata

 

Salvo sorprese, Mirabelli sarà DS del Milan anche nella prossima stagione. Fiducia sì, ma sbagliare ancora è vietato

a

 

Al via la la penultima

 

Siamo oramai giunti a ridosso della trentasettesima giornata del campionato di Serie A, la penultima prima della conclusione della stagione

aspettando MD

 

Mazzinghi chiama Benvenuti

 

Il pugile toscano al rivale: «Guarisci e aspettami, che anch'io faccio 80 anni»

 

figc

 

Per questo calcio ci vorrebbe un dittatore

 

Se nemmeno la doppia gestione commissariale è in grado di rimettere in riga il calcio italiano, bisognerà fare il tifo per un vero dittatore

 

good morning

 

Accadde oggi, 12 maggio

 

Ultima presenza ed ultimo gol per Paolo Di Canio. Due sole sconfitte in questa data; tra le vittorie, un 6-0 al Bologna nel '91 ed un 7-1 alla Cremonese nel '96

 

buffon

 

Quell'Europa 'insensibile'

 

Quanto è diversa l'Europa dall'Italia... Ora Buffon è sotto inchiesta

 

gattuso

 

Resettare: testa alla "finale" di Bergamo

 

 Curioso scontro tra Milan e Cagliari da una parte e Atalanta-Fiorentina dall'altra. In palio Europa League e salvezza. Ma per Gattuso non sarà facile far rialzare ancora la squadra dopo la figuraccia di Roma...

...

Klopp Conte

 

Reds o Blues in CL?

 

Ultima giornata: tra Liverpool, impegnato col Brighton, e Chelsea a Newcastle ci sono 2 punti. Retrocessione: allo Swansea serve un miracolo

 

La_Liga

 

Liga, la penultima giornata

 

Tutto deciso per la Champions e la lotta per non retrocedere. Fari puntati sull'Europa League. Betis, Villarreal, Siviglia e Girona in lotta per 3 posti...

...

Donnarmma

 

O con noi o contro di noi

 

Donnarumma ha davanti a se un occasione d'oro. E non parliamo dei milioni del PSG

 

non ci resta che piangere

 

Esisto solo se piango...sempre

 

Le persone che si lamentano sempre, che sono vittime giorno e notte sono anime impure che non cambieranno mai

 

aspettando MD

 

Papà picchia l'allenatore

 

Ad Arezzo, un papà ha picchiato l'allenatore di calcio del figlio, perché...

...

terza pagina

 

L'Angelo del gol

 

A portarlo in Italia, nel 1961 all’età di 22 anni, fu il Mantova

hiperversum3

HYPERVERSUM "Il cavaliere del tempo" di Cecilia Randall

Il terzo romanzo di una saga che vede protagonisti Daniel e Ian, due amici accomunati dalla passione per il videogioco Hyperversum, e per uno strano scherzo del destino si ritrovano insieme ad altri amici catapultati nel Medioevo alle prese con la vita difficile dell'epoca.
Il primo romanzo della trilogia è stato pubblicato su MD due settimane fa ed è scaricabile QUI. Il secondo, la settimana scorsa ed è scaricabile QUI.
La componente tecnologica ha ben poco spazio questo perché quasi tutte le pagine sono dedicate alla vita nel Medioevo e i protagonisti non hanno alcun potere né sono dotati di oggetti particolari per sopravvivere ad un epoca simile.

Sono passati tre anni dal momento in cui Ian e Daniel si sono salutati prendendo strade (e secoli) molto diversi tra loro.
Di tanto in tanto, Daniel non può fare a meno di ritentare una partita con Hyperversum, nella speranza di incontrare nuovamente l’amico.
Inaspettatamente, un giorno, riceve una misteriosa mail firmata Falco d’argento, il soprannome con cui Ian è conosciuto nella sua vita medievale.
Daniel è sconvolto: come è possibile? È ancora una volta il gioco che si intromette nelle loro vite? È realmente Ian, che ha trovato un nuovo varco nel tempo? O qualcuno si cela dietro le ali del Falco?
E perché?...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

geostorm

GEOSTORM

Progetto dalla genesi estremamente sofferta, Geostorm si pone sulla scia dei blockbuster catastrofici del passato recente, non a caso è l'opera prima alla regia di Dean Devlin, produttore e sceneggiatore di alcuni titoli chiave del filone come i due Independence Day e il Godzilla di Roland Emmerich.
La distribuzione del film era inizialmente prevista per l'ottobre 2016 ma i primi test screening hanno dato una scarsa risposta da parte del pubblico e si è dunque deciso di rimettere mano al progetto.
È così entrato nella produzione Jerry Bruckheimer, che ha portato con sé il fidato regista Danny Cannon per girare le nuove scene. Da quel che è emerso non si tratta di piccoli ritocchi, tanto che è stato aggiunto il personaggio di una scienziata, si è rimesso mano a colonna sonora e computer graphic e addirittura un'attrice, la Katheryn Winnick di Vikings che interpretava la ex moglie del protagonista, è stata sostituita.

2019. In seguito alla crisi climatica globale gli Stati del mondo collaborano alla costruzione di un sistema satellitare globale in grado di modificare il clima e annullare tempeste, siccità, uragani.
Il sistema prende il nome di Dutch Boy ed è stato messo a punto da oltre seicento persone, provenienti da ogni parte del mondo. L'intero progetto fu affidato a Jake Lawson, che viene convocato a Washington, nel Senato, per aver preso decisioni in modo autonomo, senza aver aspettato nessuna autorizzazione. Jake, alla seduta del Senato, non si comporta molto bene, dimostrando subito di non avere peli sulla lingua. Il fratello Max adesso è il nuovo responsabile del Dutch Boy e come tale prende la dura decisione di licenziare Jake.
Tre anni dopo: Un corpo militare statunitense si trova in missione in Afghanistan ed assiste ad un evento che ha dello straordinario: in mezzo al deserto c'è stata una bufera di neve, che ha ghiacciato un intero villaggio. Il Presidente indìce una riunione per discutere su quanto appena successo: solo il sottosegretario Max Lawson sembra davvero preoccupato per le condizioni del clima, mentre tutti gli altri pensano a come salvare la faccia dell'America. Lawson propone di inviare nello spazio un team di ingegneri, meccanici e tecnici, con l'obbiettivo di controllare i satelliti e riparare un'eventuale avaria. Il Presidente accoglie la proposta di Max, ma con una piccola variante: non sarà un team ad andare nello spazio, bensì una sola persona. La scelta cade su Jake Lawson.
Lawson parte per lo spazio e giunge alla stazione satellitare. A capo della stazione si trova Ute Fassbinder, che affida a Jake un team formato da vari tecnici: Taylor, Hernandez, Adisa, Dussette.
Nel frattempo, anche a Hong Kong si verifica un evento climatico dalle dimensioni enormi: un surriscaldamento anomalo porta distruzione e scompiglio...

 

GENERE : azione, catastrofico, fantascienza, thriller
REGIA : Dean Devlin
ATTORI : Gerard Butler, Jim Sturgess, Abbie Cornish, Ed Harris, Andy García
SCENEGGIATURA : Dean Devlin, Paul Guyot
FOTOGRAFIA : Roberto Schaefer
MONTAGGIO : Ron Rosen, Chris Lebenzon, John Refoua
MUSICHE: Lorne Balfe
PRODUZIONE : Electric Entertainment, Skydance Media, Warner Bros. Pictures
DISTRIBUZIONE : Warner Bros. Pictures
PAESE : Stati Uniti d'America
DURATA 110 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 11 maggio

 

Nel 2001 sbriciolammo i cartonati 6-0. Ultima presenza per Fabio Capello ed ultimi gol per Dugarry e, nel derby, per Giunti e Comandini

 

edit Piero

 

 

Stavolta ci siamo scansati noi!

 

La prima cosa che mi viene da dire è che stavolta ci siamo scansati noi! Esiste questa leggenda secondo la quale ci sono alcune squadre “asservite” alla Juventus che quando la incontrano si scansano per lasciargli comodamente i tre punti (pare che Sassuolo ed Atalanta occupino un posto privilegiato in questa classifica), ma ieri sera per lo scarto, ma soprattutto per le modalità con cui si è determinato, la squadra “del prego si accomodi” si chiamava Milan. Naturalmente si tratta di una provocazione. La verità è che la Juventus in Italia è una spanna superiore a tutti (tecnicamente è mentalmente), che anche quando non è in forma ha la capacità di sfruttare le occasioni che gli capitano, ed una volta creato il varco difficilmente si lascia sfuggire l’occasione di batterti ed imporre la sua superiorità. Ieri sera è successo esattamente questo. Per quasi un’ora di partita a regnare è stato l’equilibrio, un equilibrio rotto da un errore di piazzamento dei nostri difendenti su palla inattiva che la Juve ha sfruttato al massimo. Andare sotto con la Juve ci può stare, ma c’era tutto il tempo per tentare il recupero ed, a mio avviso, anche le condizioni (ripeto, la Juve la sua brillantezza l’ha persa da oltre un mese). Ma il Milan dopo il primo gol subito è uscito dal match? Questa risposta non la sapremo mai, perché è chiaro ed evidente che la mazzata alla partita l’hanno data le due papere (in 3 minuti) di Donnarumma, che ha trasformato in gol due innocue azioni dei bianconeri. Il tutto dopo appena 5 minuti dall’aver subito il primo gol. Lì la squadra è uscita dal campo, non dopo il primo gol. Ecco perché non concordo con chi dice che la cosa che fa rabbia è la mancanza di qualsivoglia reazione al primo gol di Benatia, perché tale possibile reazione è stata disinnescata dagli errori madornali del singolo. Il Milan di Doha rimontò lo svantaggio, così come nella gara di Pasqua allo Stadium il Milan di Gattuso ebbe la forza di riequilibrare lo svantaggio; stavolta non ci siamo dati il tempo, ci siamo annientati da soli.

Piuttosto la gara ha detto altre cose. Il Milan ha retto benissimo il confronto nel primo tempo, controllando senza grossi affanni la Juventus. Tuttavia la sensazione che traspare ancora una volta è quella del “vorrei ma non posso”, e cioè quella di non essere in grado di andare e fare male ad un avversario forte e quadrato come la Juventus. Il problema della fase offensiva ormai è diventato annoso, e proprio su questo che bisogna lavorare molto a partire da questa estate. La seconda considerazione riguarda la giovane età della nostra squadra. Siamo estremamente contenti che la società abbia messo in piedi una squadra giovane e forte, una squadra futuribile, un bel gruppo su cui andranno innestati nel tempo quei giocatori che con qualità ed esperienza devono far fare il salto di qualità a questo Milan. Avere una squadra molto giovane (siamo la squadra con l’età media più bassa in Italia) è bello, perché da la sensazione di un respiro a lungo termine del progetto, ma purtroppo ha come controindicazione che in serate come queste e con avversari come la Juve o l’Arsenal è inevitabile che si debba pagare il prezzo di tale giovinezza. Le parole di Gattuso di ieri ne sono una conferma, e tracciano le linee guida del prossimo mercato: pochi innesti ma di esperienza e qualità. E inutile che qualcuno storca il naso per l’arrivo di 3/4 giocatori sulla trentina a rinforzare questa squadra, perché quella è la strada da perseguire se vogliamo tornare a vincere.

Infine una considerazione su Donnarumma. È chiaro ed evidente che in questa stagione il livello medio delle sue prestazioni è calato rispetto allo scorso anno, ed era purtroppo prevedibile e preventivabile visto tutto quello che è successo intorno a lui fuori dal campo a partire dal maggio scorso. Gli errori commessi da Gigio non sono solo ascrivibili alla sua età ed inesperienza, ma ad una forte pressione che gli grava sulle spalle da mesi. Se dobbiamo pensare che debba continuare a giocare nel Milan in futuro e chiaro ed evidente che deve completamente cambiare tutto ciò che gli sta intorno, procuratore compreso, e che si liberi completamente dal punto di vista mentale. Altrimenti è arrivato il momento di sperare che la sua avventura rossonera finisca dopo le due partite che ci separano dalla fine della stagione. A proposito delle ultime due partite, ci arriviamo nelle condizioni peggiori possibili. Ma è necessario reagire da uomini e raggiungere l’obiettivo minimo prefissato: non possiamo buttare all’aria una stagione e soprattutto tutto ciò che di buono è stato fatto dall’arrivo di Gattuso in poi.

 

 

Donnarumma

 

Senza difesa

 

Donnarumma non ha attenuanti per la partita di ieri. Non per gli errori ma per la testa con cui ha giocato

 

falcao

 

Milan, serve "el tigre"?

 

L'attaccante colombiano potrebbe essere il nuovo centravanti del Milan

 

Coppa Italia

 

Disparità di valori

La partita di ieri sera ha messo alla luce tutte le differenze tra le due squadre.

storie calcio

 

La leggenda del Vecjo

 

Una carriera calcistica da mediano, poi la lunga gavetta da tecnico azzurro e la splendida vittoria

 

good morning

 

Accadde oggi, 10 maggio

 

In Serie A non vinciamo dal 1956. Solo 4 successi dal 1925. Primo gol in rossonero per Osvaldo Bagnoli

 

 

Umiliazione

 

Milan in gara solo un tempo. Poi il solito gol su corner ed il Donnarumma Show: rossoneri massacrati ed umiliati. 4-0 finale che rimanda tutti coi piedi per terra con la coda tra le gambe

donna 

 

Una serata no

 

Finale disastrosa. Alla Juve la quarta Coppa di fila. Al Milan i ripianti e la paura di restare fuori dall'Europa

milan day pagelle

 

Tim Cup: Juventus-Milan. Le Pagelle

 

Donnarumma diventa ancora Paperumma: peggiore in campo. Ma nel Milan sventrato dalla Juventus si salva solo Calhanoglu.

milan juve finale coppa italia milan day

 

Juve-Milan: una stagione e un pezzo di futuro

 

Gattuso vuole il primo trofeo da tecnico. In gioco l'Europa e un pezzo di futuro: può essere la scintilla che il Milan aspetta... Allegri e la Juve cannibali: vogliono la 4a di fila

Juventus_Milan

 

Juventus-Milan, i duelli chiave

 

Per vincere questa sera, i rossoneri devono essere perfetti, ma le speranze del Milan risiedono in particolare in alcuni giocatori

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Juventus a caccia dell'ennesimo "double"

Andrè Silva

 

Rimanere per il riscatto

Le parole di Suso sul portoghese non fanno altro che confermare quanto Andrè Silva possa diventare importante.

storia milan 2

 

Nato per segnare

 

Il giornalista Charles Buchan, rimase impressionato da ciò che vide al White Heart Lane in Tottenham Hotspurs-Chelsea

 

good morning

 

Accadde oggi, 9 maggio

 

Un solo precedente contro la Juve: una vittoria per 2-0 a Torino nel 1999. Ultimi gol per Van Basten e Rijkaard. Unico precedente in Coppa a Novara nel 1939: sconfitta per 3-2

 

swansea-southampton

 

Settimana di recuperi

 

Stasera Swansea-Southampton da 'sangue e arena' e domani Chelsea-Huddersfield, per CL e salvezza. Domani in campo anche gli Spurs per mantenere la quarta posizione

 

biglia gattuso

 

Rischio calcolato

 

 Biglia ha bruciato i tempi e fatto di tutto per esserci. Andrà probabilmente in panchina. Ma le prestazioni di Locatelli...

...

aspettando MD

 

Apple sotto accusa

 

Un bug nell'aggiornamento ad iOs 11.3 impedirebbe l'uso del touchscreen per gli iPhone8

 

good morning

 

Accadde oggi, 8 maggio

 

Compleanno per Il Capitano, Franco Baresi e per Louis Van Hege, 92 presenze, 98 gol all'attivo. Solo 3 vittorie, due contro la Lazio

 

milan juve coppa italia finale

 

Quante possibilità?

 

 Per il Milan vale una stagione, la Juve vuole fare la storia vincendo la quarta consecutiva. Quante sono le reali possibilità rossonere?

Biglia - cutrone

 

Milan: trovato l'11 titolare?

 

Cutrone al centro dell'attacco e Calabria terzino destro. Il Milan pare aver trovato il giusto 11

 

Stoke

 

Lotta serrata per CL e salvezza

 

Stoke retrocesso, West Ham salvo. Chelsea a -2 dal quarto posto. Da domani i recuperi con un Swansea-Southampton da 'dentro o fuori'

 

Sarri

 

Questione di mentalità

 

Il Napoli esce dalla corsa scudetto in maniera definitiva: ma davvero è colpa di Sarri?

Barcelona_Real Madrid

 

Liga: Clasico, gol e tante botte

 

36° turno. Il 'clasico' finisce in parità, ma è stata una gara tutt'altro che banale. Ok il nuovo Siviglia di Caparros

 

storie calcio

 

Il Palermo di Veneranda

El Gringo, lo straniero. Non perché fosse di chissà quale paese (era marchigiano di Porto San Giorgio), ma per il suo stile di vita, modi ruvidi e confronti schietti

good morning

 

Accadde oggi, 7 maggio

 

Compleanno per Battistini e Ménez. Ultima al Milan per Boateng e José Sosa. Quattro volte abbiamo incontrato la Roma: una vittoria, una sconfitta e due pari

 

milan verona 4-1

 

Milan-Verona: Best&Worst

 

 Calhanoglu, migliore in campo, è come lo vuole Gattuso. Cutrone guadagna la titolarità in Coppa ? Bene il ritorno di Romagnoli

 

 

andre silva

 

Andrè Silva, che fare?

 

Cessione, fiducia o prestito? Il futuro sembra lontano da Milanello per il portoghese

 

Cristante_Petagna

 

Il calcio e i suoi rimpianti

 

Per molti tifosi rossoneri, Petagna, Cristante e Bacca avrebbero completato il Milan, ma il calcio non è una scienza esatta...

...

Giro

 

Giro d'italia: pochi nomima buoni

 

Tanti pezzi da 90 assenti ma le lotte non mancheranno di certo

 

milan

 

Milan, poker europeo

I rossoneri, trascinati da Calhanoglu, si vendicano con il Verona e lo spingono in B

good morning

 

Accadde oggi, 6 maggio

 

Ultime presenze per Pierino Prati e Mark Van Bommel; ultimi gol per Damiani, Blissett e Zlatan Ibrahimovic

 

Milan_Verona

 

Un Milan forza 4 vola verso Roma

 

Il Milan supera il Verona con un netto 4-1, e si prepara al meglio alla finale di mercoledì contro la Juve

milan verona pre partita milan day

 

Milan-Hellas: vietato un Benevento-bis

 

 Il Milan ha l'occasione questo weekend di tornare davanti all'Atalanta per il sesto posto. Ma i numeri casalinghi rossoneri sono un incubo...

...

controcanto

 

Come la vedono i veronesi

Ad un passo dalla B, ecco il pensiero e lo stato d'animo dei tifosi dell'Hellas

 

aspettando MD

 

Un'altra alla Lapo

 

Distrugge la Ferrari da fermo: 30mila euro di danni

 

good morning

 

Accadde oggi, 5 maggio

 

Ultima partita per Gigi Lentini. Su 12 partite, 3 sconfitte e 7 vittorie, tra cui un 3-0 a Torino contro la Juve. Mai affrontato il Verona

 

mirabelli fassone milan mercato

 

Mercato d'esperienza

 

 3 tasselli funzionali per il mercato del Milan. Giocatori adatti a livello tecnico, ma che portino anche esperienza e personalità alla rosa

 

premier league

 

Chi si salverà?

 

Ultime speranze per il WBA contro gli Spurs e per lo Stoke con il Palace; Irons a Leicester, Saints con l'Everton, Swansea a Bournemouth, Hudder col City

 

Italia

 

Una crisi profonda

Il calcio italiano è in una crisi nella quale trovare una via d'uscita sembra davvero difficile.

deulofeu

 

Deulofeu-Bonaventura? 

 

Ritorno dello spagnolo e cessione dell'italiano? No, grazie

 

aspettando MD

Omicidio Carlo Macro

I familiari del 33enne ucciso da un clochard indiano, hanno avviato una raccolta fondi. La rabbia della madre

terza pagina

King George

Uno dei calciatori più forti che abbiano vestito la nostra maglia

hiperversum2

HYPERVERSUM "Il falco e il leone" di Cecilia Randall

Il secondo di una saga che vede protagonisti Daniel e Ian, due amici accomunati dalla passione per il videogioco Hyperversum, e per uno strano scherzo del destino si ritrovano insieme ad altri amici catapultati nel Medioevo alle prese con la vita difficile dell'epoca.
Il primo romanzo della trilogia è stato pubblicato la settimana scorsa ed è scaricabile QUI. Seguirà il terzo ed ultimo romanzo "Il cavalere errante".
La componente tecnologica ha ben poco spazio questo perché quasi tutte le pagine sono dedicate alla vita nel Medioevo e i protagonisti non hanno alcun potere né sono dotati di oggetti particolari per sopravvivere ad un epoca simile.

A due anni di distanza dal primo viaggio e dopo molti vani tentativi, Hyperversum trasporta nuovamente Ian e Daniel nel XIII secolo.
Per riabbracciare l’amata Isabeau e vedere la nascita del suo primogenito, Ian si trova coinvolto nella ribellione dei baroni inglesi contro Giovanni Senza Terra.
Daniel cerca di tornare nel suo tempo, ma rimane imprigionato suo malgrado nel 1215, tra le grinfie del nemico giurato di Ian: Geoffrey Martewall, barone di Dunchester...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

the foreigner

THE FOREIGNER

Negli USA ha incassato 31milioni e qui non e'ancora stato distribuito. Misteri italiani!
Il soggetto, a parte il risveglio dell'"IRA" parla di terrorismo. Viene uccisa durante un attentati a Londra la figlia adorata di un cinese (l'unica rimasta di un intera famiglia).
J.Chan molto umano è veramente fuori dai suoi canoni impersona il padre che vuole trovare gli assassini della figlia. S'imbatte nel bravo, ma cattivo P.Brosnan vice ministro inglese che 30anni fa era uno dei capi dell'IRA.
Produzione USA-Cina è con M.Campell (James Bond "Casino Royale) come regista.

A Londra, un attentato esplosivo compiuto da uomini che sostengono di appartenere alla neonata sigla Authentic IRA uccide diverse vittime innocenti, tra cui la figlia di Minh Quan, sessantenne cinese proprietario di un ristorante.
L'uomo, devastato dal dolore, chiede informazioni alle autorità riguardo l'identità degli assassini ma quando non riceve risposta decide di mettersi personalmente sulle tracce del Primo Ministro Irlandese, avente un passato giovanile proprio nell'IRA, al fine di carpire a lui informazioni su chi vi sia realmente dietro l'attentato.
All'ovvio diniego del politico, che sta cercando di capire nel frattempo per conto proprio chi vi sia realmente dietro l'attacco, Quan sfodera le proprie abilità da ex-membro delle forze speciali nelle quali aveva servito in gioventù al fine di ottenere quei maledetti nomi...

 

GENERE : azione, thriller, drammatico
REGIA : Martin Campbell
ATTORI : Jackie Chan, Pierce Brosnan, Katie Leung, Manolo Cardona, Liu Tao
SCENEGGIATURA : David Marconi
FOTOGRAFIA : David Tattersall
MONTAGGIO : Angela M. Catanzaro
MUSICHE: Cliff Martinez
PRODUZIONE : The Entertainer Production Company, Huayi Brothers, Wanda Media Co.
DISTRIBUZIONE : Italian International Film
PAESE : Regno Unito, Cina, Stati Uniti d'America
DURATA 113 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 4 maggio

 

In campionato non perdiamo dal 1971. Data benevola per i derby: due disputati e due vittorie, l'ultima nel 2014

 

maremma maiala

 

La sindrome di Calimero

 

"Tutti ce l'hanno con me perché sono piccolo e nerazzurro… è un'ingiustizia però!"

 

milan gattuso bonucci

 

Ripartire dal Capitano

 

 Bonucci e la difesa sono la base da cui ripartire per la prossima stagione

Milan

 

Il Milan ai raggi X

 

Reazione post Benevento, preparazione atletica, finale di Coppa Italia: tre temi in un finale di stagione complicato

 

edit Max

 

 

Il Milan ai raggi X

 

Reazione post Benevento, preparazione atletica, finale di Coppa Italia: tre temi in un finale di stagione complicato.

La sconfitta col Benevento poteva lasciar tracce più evidenti sulle teste e sugli umori dei giocatori del Milan. Ed invece, mettendosi a lavorare di buzzo buono, Rino Gattuso è riuscito nell'impresa di non far cadere la sua squadra in quel tunnel di apatia che spesso attanaglia certe squadre nei finali di stagione. Annullati i due giorni di riposo e strappati i biglietti di una vacanza in Spagna con la famiglia già prenotata, Gattuso ha posto Milanello al centro dei propri pensieri, facendosi scivolare addosso i malumori sospirati di qualche giocatore insospettabile. La conferenza stampa di sabato scorso non è stata nient'altro che un accumulo di pensieri cui Rino ha voluto dare la forma artistica del sermone da rimembrare. Per tutti quelli che hanno orecchie per intendere.

Il Milan è arrivato a fine stagione con un evidente problema di condizione atletica. La stessa problematica che aveva creato grattacapi alla gestione Montella di qualche mese fa; la medesima problematica era stata sotto accusa nel 2013 durante la gestione di Massimiliano Allegri e, sempre la preparazione atletica, nel gennaio del 2017 aveva portato la società a fare qualche riflessione su Vincenzo Montella. Troppe volte negli ultimi anni il Milan ha forse sottovalutato la questione relativa alla preparazione. Probabilmente i continui cambi in panchina non hanno favorito una stabilità anche da quel punto di vista. E' un fatto però che Rino Gattuso ha già programmato una estate piena per la squadra rossonera, in cui la componente atletica giocherà un ruolo preponderante, con almeno due settimane di duro lavoro a Milanello.

La Coppa Italia è lì dietro l'angolo. Fra sei giorni si apriranno per i milanisti le porte di Roma, per una finale che non esalta gli occhi di chi ha visto trofei inenarrabili ma che ha una sua importanza nell'economia di una stagione come questa in cui il Milan è partito quasi da zero ed in cui le difficoltà sono state nettamente maggiori rispetto alle pur prudenti previsioni iniziali. L'avversario è quello più ostico e difficile possibile, la Juventus di Allegri che da tre anni realizza il double fra campionato e Coppa Italia senza lasciare agli altri nemmeno le briciole. In partenza sembra una gara ingiocabile ma sono queste le gare da Milan, quelle che possono dare motivazioni indicibili ad un gruppo di giocatori di valore ma ancora in evidente stato formativo. Sul piano tecnico e sul piano mentale. In quel di Roma, il Milan va con l'idea di giocarsela, confortato dalla prestazione dello Stadium di un mese fa in cui la Juventus è stata messa sotto sul piano del gioco dagli uomini di Gattuso. Quella prestazione sarà la bussola con cui il nostro allenatore preparerà la sua prima finale da allenatore professionista.

 

var

 

Var indispensabile

 

Anche Champions ed Europa League non potranno più farne a meno

 

aspettando MD

 

Processate Montalbano

 

Il celebre commissario tratta coi boss, ora processate anche lui

 

good morning

 

Accadde oggi, 3 maggio

 

Giornata generosa di gol, fatti (19) e subiti (18), in 11 partite. Quattro volte abbiamo incontrate le romane: 3 la Roma (una sconfitta) ed una la Lazio

 

milan

 

L'importanza dell'esperienza

 

Non si può dire che tutta la stagione sia stata condizionata dall'inesperienza. Però era una tassa da pagare e lo abbiamo fatto

 

locatelli

 

Locatelli, cosa fare?

 

Il centrocampista rossonero non ha reso ultimamente ai livelli sperati. Un prestito in Serie A sembrerebbe la mossa più giusta per la sua crescita

 

Romagnoli

 

Nessun dramma!

 

Se Romagnoli non recupera per la finale, questo Zapata mi fa stare tranquillo

 

Mancini

 

Scelta opportuna?

 

La FIGC ormai sembra orientata sull'ex Inter per ridare slancio ad un movimento depresso.

good morning

 

Accadde oggi, 2 maggio

 

Compleanno per David Beckham. Primo gol per Massimo Ambrosini. Non perdiamo dal 1971. Mai incontrare la Juve il 2 maggio: due sfide, 2 sconfitte

 

md tube

 

Milan Day Tube

 

Un primo maggio indimenticabile

Fassosne

 

Giù le mani da Fassone

 

Le recenti critiche a Marco Fassone su TMW chiamano ad una profonda analisi

 

morata belotti milan

 

Serve una punta

 

Belotti è il preferito di Gattuso, ma Mirabelli punta (ancora) Morata. Per lo spagnolo bisognerà attendere il nuovo allenatore del Chelsea

 

La serata (bianco)nera di Orsato

 

Secondo alcuni le decisioni dell'arbitro di Schio avrebbero penalizzato anche la Juventus. Ma con il sacrosanto rosso a Pjanic sarebbe stata tutt'altra musica per l'Inter...

...

Europa League

 

Atalanta favorita su tutte

 

Il calendario sorride agli orobici. E tifano tutte Juve in finale di Coppa Italia

 

Maran

 

Le mosse della disperazione

Che sia A o B, quest'anno la tendenza all'esonero a fine campionato sembra una prassi quasi consolidata.

aspettando MD

 

Senza identità da 25 anni

 

Vive nell'ombra, senza documenti e con lavori in nero, ha deciso di diventare un fantasma

 

good morning

 

Accadde oggi, 1° maggio

 

Compleanno per Leo Bonucci e Oliver Bierhoff. Ultime presenze per Papin, De Napoli, Laudrup e Ménez. 

 

MD in your language

md tube rettangolare2

HIGHLIGHTS: finale CL 2002/2003

(prossimamente) tutti gli highlights 2018/2019

MILAN OFFICIAL

TIFOSI

MOMENTS

Il graffio

il graffio 1

Cerca in MD

 

LIVE STREAMING

 diretta streaming disponibile 10 minuti (circa) prima dell'inizio gara QUI 

QUI per il Disclaimer Streaming MD .

UTILITY

x STREAMING

Web player (ok)

Sopcast (scarica)

Acestream (scarica)

FILM DOWNLOAD

μTorrent (scarica)

3^ PAGINA

Milan e Milanista
Come eravamo
Storie RossoNere
RossoNeri
Maglia
click and go!

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.