, Un fallimento che parte da lontano
 
 

Mirabelli e Fasone

 

Un fallimento che parte da lontano

 

Meglio ponderare che dar colpe, ma la società ha fatto molti errori e tante valutazioni poco accorte

 

 

Ci sono due concetti che devono essere chiari, lindi e cristallini. Il primo è che la stagione sportiva 2017-18 per il Milan è stata finora un vero e proprio fallimento. Il secondo è che, in questo momento, gettare nel fiume il bambino con tutta l'acqua sporca non può che rivelarsi il classico rimedio peggiore del male. Detto ciò sia consentito riavvolgere il nastro e capire da dove partono i problemi. In estate la società rinnova il contratto di Montella senza troppa convinzione e dopo aver sondato varie soluzioni alternative. Sappiamo per certo che alcuni allenatori non si sono fidati del progetto Milan. Bene, pacifico. Tuttavia la conferma di Montella senza convinzione è stata un grave errore: o credi nel tecnico, oppure non ci credi ed è meglio puntare su un emergente. Ne è nato un mercato positivo nei nomi, ma non nella progettualità. Se si è scelto, come è lecito pensare, di costruire la squadra su un 4-3-3, è evidente come le valutazioni siano state sbagliate perchè in organico c'è un solo esterno offensivo (Suso) e non esiste traccia di un esterno sinistro, tanto che gli allenatori del Milan sono stati costretti ad adattare Bonaventura.

Il fallimento del progetto tecnico si annida in questa evidenza: costruire una rosa sul 4-3-3 senza esterni capaci di fare la differenza è stata una mossa falsa. Sarebbe bello poter chiedere a Massimiliano Mirabelli per quale ragione ci si sia orientati su queste scelte in luogo di altre, ma è probabile che tali domande mai riceveranno risposte. La squadra odierna in ogni caso ha valori e prospettiva; è incompleta però e questo la rende fragile. Prima di operare l'ennesima rivoluzione sarebbe il caso di far qualche riflessione sui giocatori, sul gruppo, su cosa manca. Chi scrive non ritiene che le squadre si creino a suon di milioni. Più facile semmai inserire 2-3 tasselli per volta. L'alchimia e l'amalgama sono valori di lungo corso, non beni acquistabili al primo supermarket sulla piazza. Il verbo che dovrebbe illuminare i dirigenti milanisti in questo momento è ponderare, coniungato con un altro verbo fondamentale: capire. Capire cose non è andato e cosa avrebbe dovuto esser fatto e non è stato invece portato a termine. Meglio farlo in silenzio e con la dovuta attenzione. La stagione è lunga e l'idea di scaricare addosso al povero Montella tutto il fallimento stagionale è stata punita dal destino con un gol del portiere del Benevento che sa tanto di beffa. Non è il caso di provocare ulteriormente il Dio del calcio. Meglio procedere ad un doveroso mea culpa.

 


MD in your language

Flash news

HIGHLIGHTS 2017/2018

MILAN - H.VERONA

Cerca in MD

unforgettable

i più letti

Prima pagina

Lunedì, 04 Dicembre 2017

Mirabelli: Football Manager livello principiante

Prima pagina

Giovedì, 09 Novembre 2017

Milan-Belotti: il gioco vale la candela?

Prima pagina

Mercoledì, 08 Novembre 2017

Pirlo-Milan: i perchè di un amore mai nato

Prima pagina

Giovedì, 30 Novembre 2017

Milan, sarà rivoluzione?

Prima pagina

Giovedì, 23 Novembre 2017

I fatti, stiamo ai fatti!

 

 

LIVE STREAMING

 diretta streaming disponibile 10 minuti (circa) prima dell'inizio gara QUI 

QUI per il Disclaimer Streaming MD .


UTILITY

x STREAMING

Web player (ok)

Sopcast (scarica)

Acestream (scarica)

FILM DOWNLOAD

μTorrent (scarica)

3^ PAGINA

Milan e Milanista
Come eravamo
Storie RossoNere
RossoNeri
Maglia
click and go!

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.