bologna milan

 

Bologna-Milan: Best & Worst

 

 Male gli spreconi Suso e Cutrone. Positivi Calha & Jack. Stupisce Locatelli e Zapata è una sicurezza

wba

 

Grande bagarre in coda

 

WBA duro a morire; grossi guai per Stoke, Swansea, Hudder e Hammers. Per due posti in CL lotta a tre. Stasera in campo il Tottenham

 

bolognamilan

 

Bologna per ripartire

 

Al Dall'Ara i rossoneri tornano ad ottenere i 3 punti, ma adesso ne serviranno almeno altri 7

 

storie calcio

 

La strepitosa rimonta

 

Il Venezia di Zamparini e Novellino si riaffaccia sul palcoscenico della Serie A e...

...

good morning

 

Accadde oggi, 30 aprile

 

Ultima per Ayala e Stam ed ultimo gol per Paletta. Sedici volte in campo, 4 sconfitte. Tra i successi, un 6-3 in un derby del 1911 ed un 3-1 alla Juve nel 1967

 

Bologna-milan

 

Tre punti d'oro, ma che fatica...

Calhanoglu e Bonaventura firmano il 2-1 rossonero a Bologna, al termine di un match non facile.

moviola

 

Bologna-Milan 1-2, la Moviola

 

Arbitro: Giacomelli. Tasso, Tolfo gli assistenti. Quarto uomo Saia. Al VAR Gavillucci. Schenone AVAR.

pagelle MD

 

Bologna-Milan 1-2

 

Zapata e Calhanoglu i migliori. Male Suso

 

milan day pre bologna milan

Salvare il salvabile

 

 Punto più basso di una stagione fallimentare. Il Milan non vince e non segna più, serve una riscossa. E l'ottavo posto è solo a +3...

...

donadoni

 

Donadoni e il Milan

 

Titolarissimo con la maglia rossonera, mai preso veramente in considerazione per la panchina

 

good morning

 

Accadde oggi, 29 aprile

 

Compleanno per Giovanni Galli. Ultime presenze per Borgonovo, Kluivert, Savicevic, Boban e Rami. Ultimi gol per Borgonovo e Cassano. Non vi sono precedenti col Bologna

 

Berlusconi

 

La sindrome rancorosa dei beneficiati

 

L'antiberlusconismo è un sentimento inaccettabile per i milanisti che, da Silvio Berlusconi, hanno avuto tutto

 

mirabelli gattuso fassone

 

Coesione e compattezza

 

L'incontro tra Ad, Ds ed allenatore a Milanello per pianificare mercato e ritiro, ma anche per dare obiettivi e motivazioni per le ultime, importantissime, gare...

...

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Per il Bologna il campionato è già finito

 

Keità

 

Nessun vantaggio

L'eventuale scambio di prestiti con Andrè Silva, farebbe rimanere il Milan in quella situazione di evanescenza offensiva nel quale è impatanato.

fassone mirabelli

 

Gossipparo o giornalista?

 

Mirabelli, due punti di vista. Uno si limita a riportare, l'altro ci dice la sua

good morning

 

Accadde oggi, 28 aprile

 

Primo gol per Herbert Kilpin in Juve-Milan 2-3 del 1901. Non perdiamo dal 1985: da allora 4 vittorie di fila

 

 coppa italia finale milan juve

 

Coppa prioritaria

 

La vittoria in Tim Cup salverebbe parzialmente la stagione, per tre motivi.  Inoltre darebbe a Mirabelli la sicurezza di un altro anno....

...

muriel

 

Muriel, c'è il Milan?

 

Interesse rossonero per l'ex giocatore di Udinese e Sampdoria

 

mou wenger

 

Mou-Wenger per l'ultima volta?

 

Punti pesantissimi in Liverpool-Stoke e Swansea-Chelsea; Spurs col Watford, Irons-City, Saints impegnati col Bournemouth per la salvezza

 

Barcellona_Liga

 

Liga, Barça pronto alla festa?

 

Se i blaugrana battono il Depor, sono matematicamente campioni. Bagarre in zona Europa, con Montella che rischia grosso

Liverpool

 

E' ora di dire basta

L'episodio di Liverpool è l'ultimo di una lunga serie che non sembra voler terminare.

aspettando MD

 

Facebook, altra condanna

 

Copiata un'applicazione italiana. Secondo il tribunale di Milano il social ha violato il diritto d'autore

terza pagina

 

Joe "lo squalo"

 

Arrivò in Italia che non era più un ragazzino

hiperversum

HYPERVERSUM di Cecilia Randall

Il primo di una saga che vede protagonisti Daniel e Ian, due amici accomunati dalla passione per il videogioco Hyperversum, e per uno strano scherzo del destino si ritrovano insieme ad altri amici catapultati nel Medioevo alle prese con la vita difficile dell'epoca.
A primo impatto questo romanzo ricorda Timeline di Crichton Michael.
La componente tecnologica ha ben poco spazio questo perché quasi tutte le pagine sono dedicate alla vita nel Medioevo e i protagonisti non hanno alcun potere né sono dotati di oggetti particolari per sopravvivere ad un epoca simile.

Daniel Freeland, ventiduenne laureando in fisica, è un grande appassionato del videogioco Hyperversum, che, con un semplice visore 3D e dei guanti in fibra ottica, permette ai giocatori di vivere avventure virtuali ambientate in qualsiasi epoca storica.
Ian, invece, è il figlio adottivo della famiglia Freeland (la famiglia di Daniel), il cui vero cognome è Maayrkas.
Quando Ian torna in America per una breve vacanza, i due non vedono l'ora di iniziare una nuova partita con Hyperversum.
Non sono i soli a giocare: davanti allo schermo ci sono Martin e Jodie, rispettivamente il fratellino tredicenne e la ragazza di Daniel, e, collegati da un altro computer, Carl e Donna, compagni di Daniel all'università.
Ian stesso ha preparato l'ambientazione della partita: la Fiandra del 1214, all'epoca della battaglia di Bouvines, in cui i Francesi, comandati da re Filippo Augusto e appoggiati da papa Innocenzo III e Federico II di Svevia, affronteranno gli Inglesi, comandati da Re Giovanni Senza Terra e alleati dell'Imperatore Ottone IV.
All'improvviso, durante la partita, Daniel, Ian, Martin e Jodie prendono coscienza di una terribile verità: non stanno più giocando.
In qualche modo, la realtà virtuale si è trasformata in un viaggio spazio-temporale che li ha trasportati nel 1214.
Spaventati, si dirigono alla ricerca di un riparo...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

the cloverfield paradox

THE CLOVERFIELD PARADOX

Inizialmente intitolato God Particle, il film è stato scritto e forse in parte anche girato prima che entrasse a far parte del franchise di Cloverfield, tanto che la protagonista Gugu Mbatha-Raw aveva dichiarato di non capire come fosse possibile questo inserimento in una mitologia più grande, visto che quando aveva partecipato alle riprese era un film di fantascienza del tutto autonomo.
Il regista spiega: "Credo che abbiano avuto un'ottima idea nel creare una serie di fantascienza cinematografica antologica, perché risponde alla domanda di come attirare il pubblico al cinema: anche se il cast e la storia sono diversi ogni volta, c'è come un sigillo di qualità nel partecipare all'universo di Cloverfield. Penso che sia un po' come Ai confini della realtà, dove non sai cosa ti aspetta ma sai che sarà una storia di Ai confini della realtà. Credo che J.J. stia facendo di se stesso una sorta di Rod Serling del cinema di fantascienza e tanto meglio per lui!"

Nel 2028 la Terra soffre di una crisi energetica globale.
Le agenzie spaziali del mondo si preparano a testare l'acceleratore di particelle Shepard a bordo della stazione orbitante “Cloverfield”, che fornirebbe energia infinita alla Terra, ma i teorici della cospirazione temono che possa creare il "paradosso di Cloverfield", aprendo portali che danneggerebbero lo spazio-tempo consentendo a minacce di universi paralleli di raggiungere la Terra.
Tra i membri dell'equipaggio c'è Ava Hamilton, un'ingegnere britannico preoccupata di aver lasciato suo marito Michael solo per anni, dal momento che il loro rapporto è in crisi dopo la perdita dei loro figli.
L'equipaggio è formato dal comandante americano Kiel, dal fisico tedesco Ernst Schmidt, dal medico brasiliano Monk Acosta, dalla squadra di ingegneri Mundy, Volkov e Tam.
Dopo circa due anni di test infruttuosi sullo Shepard, alla fine raggiungono un flusso di energia apparentemente stabile, ma un sovraccarico crea un aumento eccessivo di potenza nel reattore.
Dopo averlo ripristinato, scoprono che la Terra è scomparsa assieme al giroscopio che aiuta la navigazione della stazione.
Mentre l'equipaggio lavora alle riparazioni, iniziano a verificarsi strani eventi...

 

GENERE : fantascienza, thriller
REGIA : Julius Onah
ATTORI : Gugu Mbatha-Raw, Daniel Brühl, Elizabeth Debicki, Chris O'Dowd, John Ortiz
SCENEGGIATURA : Oren Uziel
FOTOGRAFIA : Dan Mindel
MONTAGGIO : Alan Baumgarten, Matt Evans, Rebecca Valente
MUSICHE: Bear McCreary
PRODUZIONE : Paramount Pictures, Bad Robot Productions
DISTRIBUZIONE : Netflix
PAESE : Stati Uniti d'America
DURATA 102 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 27 aprile

 

Ultime in rossonero per Bigon e Paolo Rossi. Una sola sconfitta su 11 partite: ben 5 vittorie giunte col risultato di 3-0

 

MIrabelli

 

Ripensare il Milan

 

Per uscire dal pantano serve uno sforzo di analisi, non il classico dividersi pro o contro qualcuno

 

edit Piero

 

 

Mister Li, ma come si permette?

 

Ma come cazzo si permette questo Yonghong Li a continuare a versare soldi nel Milan? Nessuno lo ha informato che dobbiamo fallire entro l’estate? Sarebbe opportuno che qualcuno lo avvertisse che così si mandano in fumo mesi di inchieste, appostamenti, testimonianze raccolte dall’altra parte del mondo. Certo è curioso, a pensarci bene. Questa gente passa il tempo a dire che nessuno sa niente su Mister Li, che è uno squattrinato, che nessuno riesce a decriptare le sue scatole ‘cinesi”, che forse è solo il prestanome di importanti aziende orientali che non vogliono (o non possono) svelare la propria identità, e poi d’incanto vengono a sapere che “i vertici” cinesi, scontenti degli ultimi risultati, avrebbero bloccato l’arrivo di Bernard dallo Shaktar a parametro zero, ed anzi stanno pensando seriamente di rimuovere dall’incarico Massimiliano Mirabelli. Cioè questi signori vorrebbero farci credere che hanno delle fonti affidabili che gli hanno riferito tutto questo? Cioè loro che non sono riusciti neanche a trovare il citofono della SES all’indirizzo della sede legale, ed hanno passato mesi ad intervistare della gente (Lippi, Cannavaro, Capello eccetera) che continuava a dire che in Cina nessuno conosce Yonghong Li, adesso sarebbero venuti a conoscenza delle intenzioni tecniche dei dirigenti cinesi? E chi sarebbero questi informatori? Curioso, veramente curioso.

Del resto pensateci bene, è un giochino semplice. Quando vuoi far uscire delle voci sul Milan basta che dici che l’indiscrezione viene dalla Cina, tanto non c’è nessuno che possa smentire. L’importante è buttare lì l’argomento è scatenare la discussione, poi del resto chi se ne frega. Ed allora adesso l’argomento del giorno (nuovo) è Mirabelli, ed il fatto che improvvisamente è inadeguato al ruolo. Vive sulle montagne russe il nostro DS: un incapace nel girone di andata, un genio per la scelta di Gattuso che gli ha anche valorizzato la sua campagna acquisti estiva, e di nuovo in discussione dopo una serie di pareggi culminati poi con la sconfitta col Benevento. Ma un conto è fare i tifosi e farsi prendere dall’impeto del momento, un conto è fare i dirigenti e dover ragionare invece col cervello e non di pancia. Di solito la mancanza di risultati fa mettere in discussione la panchina dell’allenatore, ma, come è giusto che sia, i risultati devono anche essere un metro importante per giudicare il lavoro di un responsabile dell’area tecnica. Mirabelli deve essere giudicato per il lavoro svolto e per i risultati che il suo Milan riuscirà ad ottenere, tuttavia bisogna guardare alle cose con obiettività e razionalità. Innanzitutto bisogna aspettare e vedere cosa ci riserverà la fine della stagione, perché è chiaro ed evidente che il risultato della finale di Coppa Italia contro la Juventus può spostare in modo decisivo il giudizio sulla stagione.Ma al di là di quello il lavoro del DS va considerato nella sua complessità, vale a dire sia in base al lavoro fatto in entrata ma anche in base al lavoro fatto in uscita. Non era semplice (se non impossibile) riuscire ad azzeccare tutti gli acquisti di un mercato che doveva ribaltare metà della rosa a disposizione, così come non era facile gestire il rinnovo di alcuni dei giocatori più importanti che si sono ritrovati senza contratto a causa dell’operato di chi sapeva di dover ormai abbandonare la barca. Per non parlare della capacità di tirare fuori una sessantina di milioni dalla cessione di alcuni giocatori da cui era difficile pensare di ricavare dei soldi. Ed allora, ci sembra giusto dire che Mirabelli merita la possibilità di continuare il suo lavoro anche per la prossima stagione.

Era impossibile pensare che si potesse risolvere tutti i nostri mali in una sola estate, così come si deve tener conto del fatto che il progetto messo in piedi prevedeva la costruzione di un assetto di squadra molto giovane su cui poi nel tempo andranno innestati quei tasselli che dovranno garantire il salto di qualità ed il ritorno ai vertici del nostro campionato. Infine, bisogna sempre ricordare che per Mirabelli il ruolo di DS e di responsabile unico dell’area tecnica è una novità assoluta, e quindi qualche errore di “noviziato” era ed è da mettere in conto. Occhio a farsi prendere dalla smania del cambiamento, occhio a pensare che cambiando tecnico e DS ogni anno sia la panacea di tutti i mali, occhio a non pensare che un progetto abbia bisogno del tempo per potersi concretizzare. Calma e sangue freddo. Mirabelli è uno che di calcio e di giocatori ne capisce, e perderlo non sarebbe cosa opportuna. Si può pensare se inserire o meno in società un nuovo dirigente che lo affianchi nella conduzione dell’area tecnica (ma esperto davvero), ma non quello di buttare a mare tutto quanto fatto in questo anno. Anche perché io continuo a chiedermi: ma dei 12 nuovi giocatori presi, quanti oggi non li riprenderei se ne avessi la possibilità?

Mirabelli

 

Mister Li, ma come si permette?

 

Le "indiscrezioni" dalla Cina che nessuno può smentire ora hanno una nuova vittima

 

Lotta_Scudetto

 

Juventus-Napoli, 4 turni da batticuore

 

Bianconeri un punto avanti in classifica, ma attesi da un calendario ben più difficile. Inter-Juventus la prima curva pericolosa

aspettando MD

 

Uccide la suocera ma...

 

Apple Watch ha aiutato la polizia australiana a risolvere un caso di omicidio

 

storie calcio

 

Il papero d'oro

 

«Non penso che arriverà il giorno in cui, quando si parla di Cruijff, la gente non saprà di cosa si stia parlando»

 

good morning

 

Accadde oggi, 26 aprile

 

Compleanno di Nuciari. Ultima in rossonero per Lodetti, Malatrasi e Sormani

 

Calhanoglu

 

L'importanza del turco

 

Cahalanoglu ormai é diventato il punto cardine della squadra. Da lui non si può prescindere. 

montella

 

Annata no per Montella

 

Per il momento il tecnico è stato confermato sulla panchina del Siviglia

 

aspettando MD

 

Siamo all'assurdo

 

Nel savonese un drappo rosso sul nudo di Epaminonda durante il convegno interreligioso

 

storia milan 2

 

Calcio, tackle e fantasia

 

E' stato il calcio allo stato puro, illustrato nel gesto tecnico, nella carica agonistica, nella classe e nella corsa, nel lancio e nel tackle

 

good morning

 

Accadde oggi, 25 aprile

 

Data di nascita per Johann Cruiyff: che c'entra col Milan? Ebbene: correva l'anno 1981 ed in una calda estate milanese...

 

...

Kalinic, Silva, Cutrone

 

Tre punte, pochi gol: le vere cause

 

Kalinic, Cutrone e Silva hanno qualità ma sono male assortiti fra loro. Si trovano in una squadra non adatta a valorizzarli

 

biglia infortunio milan

 

Tegola Biglia, e ora ?

 

 Stagione finita per l'argentino. Tre chance per Gattuso nella sostituzione. Una conservativa, una rischiosa ed un esperimento intrigante...

...

cantera

 

Guizzo da playoff!

 

Il consueto punto con i risultati del week end del settore giovanle rossonero 

 

Pl

 

Premier: la situazione

 

Blues ancora in corsa per la CL. Salvezza: WBA condannato, Stoke e Saints quasi. FA Cup: finale il 19 maggio tra Chelsea e Manchester United

 

Belotti

 

Usare l'intelligenza

L'acquisto di un grande bomber deve essere la priorità per il prossimo mercato. Ma questo non deve voler dire svendere il proprio patrimonio.

aspettando MD

 

25 aprile? Un italiano su tre...

 

Una ricerca effettuata dall'Istituto EumetraMR, certifica che il 33% degli italiani non sappia il perchè della festa nazionale

good morning

 

Accadde oggi, 24 aprile

 

Auguri a Billy Costacurta, terzo di sempre per presenze in rossonero. Giornata negativa: sette sconfitte in 15 incontri, compresa ManUtd-Milan 3-2 del 2007 che solleva comunque bei ricordi

 

Gattuso

 

Rino Gattuso, un problema che non esiste

 

Continuare a discutere gli allenatori non aiuta a risolvere i problemi del Milan. Rino è il sesto allenatore in quattro anni

 

mirabelli montella

 

Colpe diffuse

 

 Montella e sopratutto Mirabelli sul banco degli imputati. Il Milan della scorsa stagione aveva 8 punti in più e 240 milioni spesi in meno...

...

braveheart

 

La necessità primaria del Milan

 

Un attaccante? Un centrocampista? Un allenatore nuovo? No, o almeno non solo: al Milan serve altro, serve di più, molto di più

 

Cutrone

 

E ora? Resistere!

Una settimana piena di lavoro a Milanello per cercare di arrivare a Bologna in condizioni mentali migliori.

aspettando MD

 

George, mr. President

 

Weah contro la clausola razzista nella costituzione della Liberia

good morning

 

Accadde oggi, 23 aprile

 

Nel 1978 esordì lui, Franco Baresi, il 'n. 6 per sempre'. Tre sconfitte in 15 partite, 10 vittorie. Ultimo gol per Kurt Hamrin

 

milan benevento

 

Milan-Benevento: Best & Worst

 

 Si salva solo Zapata nella peggior prestazione stagionale (e non solo...). Gattuso: freno a mano tirato dopo la firma del contratto ?

Suso_Milan

 

Suso, che ti succede?

 

Lo spagnolo attraversa un lungo periodo di appannamento, ma Gattuso non sembra disporre delle alternative necessarie. Il finale di stagione dei rossoneri, e dell'asso spagnolo, sembra una lunga agonia...

...

suso

 

Cessione Suso, si o no?

 

L'eventuale partenza del giocatore spagnolo, divide il tifo rossonero

 

Bernard

 

Cercasi esterno offensivo

 

L'arrivo di Bernard sarebbe la conferma che il 4-3-3 è il modulo del futuro

 

jacobelli

 

Ogni tanto, qualcuno...

Proviamo a dimenticare "le streghe" e leggiamo una voce fuori dal (solito) coro

calcio tv

 

Il calcio in tv di Domenica 22 Aprile

 

La nostra selezione dei migliori eventi calcistici trasmessi in tv. Orari e canali degli appuntamenti da non perdere

good morning

 

Accadde oggi, 22 aprile

 

Auguri a Van Bommel (1977) e a Kakà (1983). Ultime reti in rossonero per Gianni Rivera nel 1979 e per Oliver Bierhoff nel 2001

 

Milan_Benevento

 

Clamoroso a San Siro

Il Milan cade in casa contro il Benevento. Uno 0-1 inaspettato, che rischia di rovinare la stagione

Milan_Benevento

 

Milan-Benevento, le pagelle

 

Un acuto di Iemmello condanna i rossoneri alla sconfitta. Rarissime sufficienze tra le fila degli uomini di Gattuso...

...

milan benevento pre partita

 

Classifica e vendetta

 

 All'andata il punto più basso della stagione. Gattuso, un girone dopo, si è guadagnato la conferma, ma deve centrare l'Europa. Per farlo, dentro le due punte?

Mandzukic_Juventus

 

Mandzukic, l'attaccante che fa per il Milan

 

Duttile, esperto, a cifre contenute, il croato farebbe la fortuna di Gattuso. Ma la Juve se ne priverebbe davvero?

city spurs

 

Semifinali di FA Cup

 

Un avvincente City-Tottenham e domani in campo il Chelsea che ospiterà il Southampton

 

aspettando MD

 

Nascerà un nuovo continente

 

In Africa le forti pioggie portano alla luce le voragini della faglia del sistema del Rift

good morning

 

Accadde oggi, 21 aprile

 

Compleanno di Ariedo Braida. Nessun precedente col Benevento e nessuno con squadre campane. Quattro successi su 15 incontri ma solo 2 sconfitte, l'ultima nel 2013

 

gattuso kalinic

 

Kalinic e l'attacco asfittico

 

 L'attacco rossonero è il peggiore degli ultimi 32 anni in casa Milan. Gattuso, a parità di realizzazione, predilige Kalinic per motivi tattici...

...

arsenal west ham

 

Due derby di Londra

 

Arsenal-West Ham e Watford-Palace per la salvezza e l'Europa. Tra le prime, in campo solo City e Liverpool per la concomitanza delle semifinali di FA Cup

 

fassone

 

Fassone chiaro e semplice

 

L'ad del Milan chiarisce la posizione del club con l'UEFA e guarda avanti

Liga_2018

 

Liga, il programma del 34° turno

 

Domani sera finale di Copa deò Rey tra Siviglia e Barça. Riposano quindi le avversarie Real e Villarreal. L'Atletico riceve il Betis. Seedorf alla disperata ricerca di punti-salvezza

Kalinic

 

Le origini dei problemi

Quattro pareggi sulle ultime cinque partite hanno lanciato un campanello d'allarme: è il caso di preoccuparsi?

terza pagina

 

Immortali e Invincibili

 

Che anni! Infine furono "Meravigliosi", ma prima...

 

...

la giuria deve morire

LA GIURIA DEVE MORIRE di Carol O'Connell

Mai come in questo romanzo la parte poliziesca viene surclassata dalla storia privata dei personaggi.
Riker è il protagonista indiscusso di una vicenda con poca suspance ma discrete rivelazioni sul passato del "padrino" di Mallory.

Quello contro Ian Zachary doveva essere un processo dall'esito scontato.
Troppe e schiaccianti prove a suo carico.
Ma la giuria, con un incomprensibile verdetto unanime, lo assolve.
Da quel momento qualcuno inizia una caccia spietata ai dodici giurati, e li uccide soffocandoli nel loro stesso sangue.
Kathy Mallory, geniale e spericolata detective della Sezione Crimini Speciali, vuole salvare ad ogni costo i superstiti, che vivono terrorizzati e nascosti.
È una corsa contro il tempo, un gioco crudele popolato di personaggi indimenticabili, dall'ex poliziotto Riker alla giurata Johanna Apollo, psicologa misteriosa e segnata da una crudele deformità, che su questa torbida vicenda sembra saperne più di chiunque altro.
Prima che anche per lei sia troppo tardi, Kathy deve convincerla a collaborare.
E inchodare il "giustiziere" che scrive le sentenze con il sangue...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

accident man

ACCIDENT MAN

Tra gli artisti marziali occidentali pochi possono vantare il talento del nostro Scott, uno capace di tirare dei calci volanti che sembrano animati in computer grafica per quanto sono spettacolari, delle legnate dritte in bocca alla forza di gravità, roba che Isaac Newton, MUTO deve stare!
Piccolissimo problema: non è più tempo di eroi d’azione di menare. Adkins ha la sfiga come Napoleone Wilson di essere nato fuori dal suo tempo, si è perso gli anni ’80 e anche i ’90, se gli va bene può fare una comparsata in giacca e cravatta seduto davanti ad un computer in “Zero dark thirty” (2012), oppure un generico sgherro mimetizzato con lo sfondo in CGI in un Doctor Strange qualunque
Ora che anche la saga del suo personaggio della vita, ovvero Yuri Boyka ha imboccato la strada della serialità, Scott continua a cercare caparbiamente di essere un attore che sa anche tirare dei calci, volete sapere la mia?
Uno svalutarsi, perché al massimo dovrebbe vendersi esattamente al contrario, ovvero come uno straordinario marzialista con pochi eguali che alla bisogna recita anche.
Il risultato è che lo sentiamo dire cose tipo: «Da quando avevo 14 anni sognavo di recitare in un film tratto da Accident man», frase che ci fa già capire che aria tira con questa pellicola.

Un killer spietato che fa sembrare i suoi crimini solo sfortunati incidenti deve fare i conti con la morte della sua ex fidanzata, la persona più cara al mondo per lui.
Mike è un Killer freddo e spietato, il cui metodo è quello di far sembrare i suoi omicidi come incidenti.
Ma quando la sua ex fidanzata viene uccisa, Fallon decide di indagare per scoprire chi si nasconde dietro a questo assassinio.
Dovrà mettere da parte il suo 'lavoro' e collaborare con il compagno della sua ex...

 

GENERE : azione, poliziesco
REGIA :  Jessie V.Johnson
ATTORI :  Scott Adkins, Ashley Greene, Michael Jai White, Ray Park, Ray Stevenson
SCENEGGIATURA : Scott Adkins
FOTOGRAFIA : Paul Harb
MONTAGGIO : Ivan Todorov Ivanov
MUSICHE: Frederik Wiedmann
PRODUZIONE : Capital Group
DISTRIBUZIONE : Lionsgate
PAESE : Gran Bretagna
DURATA 104 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 20 aprile

 

Non perdiamo da 32 anni e non vinciamo da dieci. Data del decesso per Giuseppe Vigo, per molti un... fantasma.

 

maremma maiala

 

Una che straparla

 

Questa volta sono rimasto senza parole, anzi no, due mi son venute di getto "Maremma maiala!"

 

suso

 

Torino-Milan: Best & Worst

 

Donnarumma e Bonaventura protagonisti in positivo, Suso necessita di riposo

 

edit Piero

 

 

Gigio enorme, ma col dovere di crescere

 

E dopo i due filotti di vittorie in questo girone di ritorno arrivo anche il filotto dei pareggi (o se preferite delle non vittorie). Sono ormai quattro i pareggi consecutivi, e cinque le gare senza vittoria, per cui è definitivamente tramontata la rincorsa alla Champions e si è in piena bagarre per un piazzamento all’Europa League della prossima stagione (visto che Atalanta, Fiorentina e Samp non mollano). La sensazione è che il Milan accusi una fisiologica stanchezza a livello fisico, mentre a livello mentale la squadra è ancora ben presente a se stessa (altrimenti non resti imbattuto contro Inter e, soprattutto, Napoli). Il netto calo di Suso è l’emblema di queste difficoltà, e l’infortunio di Calhanoglu un supplemento di problema di cui avremmo volentieri fatto a meno. A questo si aggiunga una oggettiva difficoltà della squadra di finalizzare quanto prodotto (il rischio che nessuna delle punte di questa squadra arrivi in doppia cifra è più che concreto) ed una mancanza di cattiveria che ci porti ad ammazzare le partite quando siamo in una situazione di vantaggio. Cercare di gestire il vantaggio non è mai una buona idea per una squadra come la nostra.

E meno male che nelle ultime due gare Donnarumma ci ha messo la sua manona magica perché altrimenti saremmo qui a parlare di due sconfitte. Tuttavia, a proposito di Donnarumma, mi sento in dovere di fare qualche riflessione. Gigio è un grande portiere, e potenzialmente può diventare il miglior numero uno del mondo. Tuttavia, per diventarlo, non può accontentarsi di essere quello che è oggi. Lui ha il dovere morale di lavorare duramente per diventare un portiere completo, rafforzare i suoi punti di forza e migliorare il più possibile i suoi limiti. Rischio di essere insultato se dico che Donnarumma ha dei limiti palesi in alcuni fondamentali? Donnarumma deve assolutamente lavorare sulle uscite alte, perché qui presenta dei limiti evidentissimi. Ogni volta che c’è un calcio d’angolo o una punizione dal lato corto dell’area contro il Milan subentra il panico, il pericolo si percepisce come imminente. Donnarumma non esce, non sfrutta il suo fisico per dominare lo spazio della sua area piccola, non si fida mai della sua presa (punta sempre e solo a ribattere coi pugni). Il gol di ieri sera ne è una chiara dimostrazione (l’ennesima). La sua postura ed suo atteggiamento tradiscono una insicurezza di fondo che non trasmettono certo tranquillità ai suoi compagni.

Non stiamo certamente dicendo che il Milan ieri ha pareggiato per colpa di Donnarumma, nè che si tratti di un problema per questa squadra. Anzi. Ma come lo facciamo per tutti i giocatori, ci sembra opportuno sottolinearne pregi e difetti. Il portiere e di Castellammare deve essere il primo a voler lavorare duramente per diventare il numero uno, non si deve accontentare di quello che ha già, perché deve sfruttare il talento che la natura gli ha messo a disposizione. Avere il numero uno al mondo in porta è il desiderio di ogni tifoso milanista, a lui il compito di diventarlo per davvero.

storie calcio

 

Sprofondo Bologna

 

La stagione che doveva sancire l’immediato ritorno in A si trasformò in un calvario che condusse i rossoblù per la prima volta in serie C

 

good morning

 

Accadde oggi, 19 aprile

 

Compleanno per Rivaldo. Ultimi gol in coppe europee per Nordhal, Rivera, Savicevic, Donadoni e Ancelotti, questi ultimi due in Milan-Real 5-0 del 1989

 

torino-milan

 

Milan, così non va

 

I rossoneri impattano sull’1-1 a Torino, un pari che serve a poco al termine di un brutto match

 

torino-milan

 

Una sfida particolare

 

Sono cambiate tante cose dall'ultimo Torino Milan. Oggi la squadra rossonera è chiamata a vincere per dimostrare la sua maturità

 

Gattuso

 

Poco coraggio o scelte obbligate?

 

In rare occasioni il Mister ha deciso di variare l'assetto tattico in maniera importante e i motivi sono abbastanza intuitivi

 

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Toro in forma o dipende dagli avversari? La posizione in classifica è "onesta"

 

pallone

 

Gli altri campionati

 

Già assegnate Premier, Bundes, Ligue 1 ed Eredivisie; da decidere ancora Portogallo e Russia oltre all'Italia

 

Serie A

 

Il punto sulla Serie A

Trentatreesima giornata che si è aperta ieri con la vittoria dell'Inter contro il Cagliari, e che si concluderà stasera con il resto del programma.

controcanto

 

Come la vedono i granata

 

Il Toro crede ancora nell'Europa League, che passa dai match contro Milan e Atalanta

 

aspettando MD

 

Contro YouTube

 

I consumatori: "Raccoglie i dati sui bambini"

 

good morning

 

Accadde oggi, 18 aprile

 

Nel 1932 nacque Zagatti, 12 stagioni al Milan. Abbiamo incontrato il Toro in due occasioni, sempre a Milano: bilancio in parità, una vinta e l'altra persa, entrambe per 1-0

 

cantera

 

Ed ora testa al campionato!

 

Il consueto punto con i risultati di tutte le compagini de settore giovanile rossonero

 

PL

 

Tre match in 3 giorni

 

In campo Tottenham, United e Chelsea. Ieri nel Monday Night, brodino per il West Ham ma Stoke sempre più in bilico

 

Liga

Il punto sulla Liga

Si avvicina il titolo per il Barcellona, mentre il Real supera il Valencia al terzo posto. Altra vittoria per il Depor di Seedorf.

aspettando MD

 

Barbareschi zittisce la Argento

 

Luca Barbareschi aveva definito il #metoo, la campagna di denunce (post datate) di abusi sessuali, "roba da mentecatti"

 

good morning

 

Accadde oggi, 17 aprile

 

Giornata sfortunata: su 16 incontri sono 4 le vittorie, 3 fuori casa. Due partite a Siena in due anni di fila: vincemmo la prima ma perdemmo la seconda, entrambe per 2-1

 

zapata - donnarumma

 

Cosa ci lascia Milan-Napoli

 

La solidità a discapito della prolificità. Ora però più nessuno ci sottovaluta

 

donnarumma milan napoli

 

Milan-Napoli: Best & Worst

 

 Zapata e Musacchio non fanno rimpiangere i titolari. Donnarumma super nel finale. Deludono ancora i "fantasisti"...

...

milan

 

Un pareggio con tanti dubbi

 

Il Milan porta a casa un punto meritato. La sua prospettiva futura però va valutata anche alla luce dell'ultimo periodo

 

spurs city

 

City campione; Conte non molla la CL

 

Il Chelsea rimonta due reti e vince in 8' grazie a Giroud. Male l'Arsenal; in coda, bene Palace e Huddersfield. Stasera si chiude con Irons-Stoke e da domani recuperi e anticipi

 

ruben neves

 

Ruben Neves: il metronomo che manca?

 

21 anni, fa parte della scuderia di Mendes. Quest'anno è stato promosso in Premier col Wolverhampton, dove giunse l'anno scorso dal Porto per 18mln

 

Serie A

 

Il punto sulla Serie A

La Juventus allunga in vetta, mentre rimane accesa la corsa alla Champions, così come quelle per Europa League e lotta per non retrocedere.

aspettando MD

 

Due galli "indagati" a Como

 

I vigili urbani a Bulgorello costretti a cercare i due galli accusati di cantare troppo forte

 

storie calcio

 

The crazy team

 

Alla prima partecipazione al mondiale dopo lo scioglimento della Jugoslavia, la Croazia si presentò con una squadra completa

 

good morning

 

Accadde oggi, 16 aprile

 

Ultima sconfitta nel 1978, in trasferta nel 1944. Primo gol in rossonero per Giovanni Trapattoni in Milan-Roma 2-1 del 1961

 

milan napoli

 

Un pari che non serve a nessuno

 

Si chiude sullo 0-0 il match di San Siro tra Milan e Napoli, un punto che fa felice solo la Juve...

 

...

milan napoli pre milan day

 

Vedi Napoli, e poi...?

 

 Il Milan ora lotta per l'Europa League, il Napoli vuole rimanere in scia della Juve ad una settimana dallo scontro diretto. Gara speciale per Reina...

...

Buffon

 

Lettera aperta

 

Ciao Gigi, ti scrive un miserabile

 

good morning

 

 

Accadde oggi, 15 aprile

 

Nel 1900 giocammo la nostra prima partita ufficiale: 0-3 contro la FC Torinese a Torino. Esordio anche per Kilpin. Ultimo gol per Virdis e Zapata nel derby dell'anno scorso

 

juventus

 

Lo Juventustyle

 

Un piccolo ma significativo aneddoto del passato: come la Juve ci soffiò un danese e ci dovette regalare uno svedese

 

buffon

 

L'oracolo di Delfi coi guantoni

 

In Italia Buffon può dire di tutto: è questo il segreto delle sue offese libere di mercoledì sera

milan mercato fassone mirabelli han li

 

Prospettive di mercato

 

 Acquisti ma anche cessioni, Fassone annuncia cautamente come si muoverà il Milan. Ma il tutto passa dall'Uefa e dagli accordi da stringere in questi giorni

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Napoli, o quest'anno o mai più

 

controcanto

 

Come la vedono i partenopei

 

Sarri, un rossonero mancato, che medita vendetta. Il pensiero in casa Napoli...

 

...

Mister

 

Uno vale Uno

 

Una categoria obsoleta quella degli allenatori. Solo i giornalisti leccaculo...

 

...

Serie A

 

La giornata di Serie A

Trentaduesimo turno che si aprirà oggi alle 15 con Cagliari-Udinese, per poi concludersi domani sera con l'attesissimo Derby di Roma.

aspettando MD

 

Un appello inascoltato

 

Operazione Kilpin: perché Milano deve intitolare una via al fondatore del Milan

 

good morning

 

Accadde oggi, 14 aprile

 

Non vinciamo dal derby del 2006, 1-0 ma non perdiamo dal 2002, Juve-Milan 1-0. Ultima presenza per Albertini proprio contro la Juve nel 2002

 

li

 

Milan cinese, un anno dopo

 

Ci sono stati bei momenti ed alcuni errori ma i nuovi proprietari vanno comunque ringraziati per quanto fatto finora per il nostro Milan

 

gattuso silva

 

Silva per stupire. E Kalinic...

 

 Dubbio Gattuso per la punta da schierare col Napoli: Silva favorito, ma Kalinic può insidiarlo. 

spurs city

 

Domani sera Tottenham-Man City

 

United in casa con il quasi condannato WBA, Reds col Bournemouth, il Chelsea a Southampton, Arsenal a Newcastle. West Ham-Stoke lunedì sera per la salvezza

 

Liga

 

Il turno di Liga

 

La trentaduesima giornata si apre stasera con Girona-Betis, per poi concludersi con l'impegno di Domenica del Real a Malaga.

terza pagina

 

Il tormento e l'estasi

Gli anni '70 RossoNeri. Anni di delusioni cocenti e gioie immense

il giorno del sacrificio

IL GIORNO DEL SACRIFICIO di Mark Roberts

La trama non è complessa e a prima vista sembrerebbe la solita caccia al serial killer di turno, condotta dal tradizionale poliziotto incompreso dai suoi superiori, ma in realtà la bellezza del libro consiste nello spiazzare il lettore, senza essere eccessivamente brusco nell’uso della suspense.
Ogni personaggio è caratterizzato con precisione; persino anche la psicologia delle vittime che appaiono per poche righe è descritta in maniera minuziosa e dettagliata: sembra di vedere non solo i volti dei protagonisti, ma anche l’espressioni dettate da quello che il loro animo sta vivendo.

Prima ancora di arrivare sulla scena del crimine, il detective David Rosen sa già quello che troverà: niente.
Dopo averla rapita, il killer terrà prigioniera la vittima per alcuni giorni, poi la ucciderà e lascerà il cadavere in pieno centro, a Londra.
E anche allora la scientifica non rileverà né impronte digitali né tracce di DNA.
Nulla.
Rosen lo sa perché questo schema si è già ripetuto quattro volte e, per quattro volte, lui e la sua squadra sono stati costretti ad ammettere la propria impotenza.
Se solo avessero una traccia, un’unica traccia.
Rosen venderebbe l’anima al diavolo per risolvere il caso.
Prima ancora di ascoltare la notizia alla radio, padre Sebastian Flint sapeva già che l’assassino avrebbe colpito di nuovo.
Perché i suoi delitti seguono lo stesso schema di quelli compiuti da Alessio Capaneo, un eretico vissuto a Firenze alla fine del XIII secolo.
E Capaneo uccideva per celebrare un macabro rituale, un rituale che prevedeva il sacrificio di sei donne.
Per padre Flint, è giunto il momento di avvertire la polizia: David Rosen è un detective intelligente e meticoloso, capirà subito che quella è la pista giusta.
E seguirà le sue indicazioni alla lettera.
Quindi ben presto s’insospettirà, farà alcune indagini e scoprirà la “verità”.
E allora il gioco potrà proseguire con nuove regole...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

acys

ACTS OF VANEGANCE

Un film sul senso della perdita, non a caso dedicato alla moglie del regista Isaac Florentine e alla madre dell'editor Paul Harb, entrambe decedute per colpa del cancro durante le riprese.
E non è un caso che pur affidandosi al classico canovaccio tipico dei revenge-movie anni '80 le atmosfere di Acts of Vengeance siano più cupe e amare della media, trovando nell'intensa performance del protagonista Antonio Banderas, in gran forma fisica (eccellente anche negli istinti action-movie), il magnete perfetto per raccontare una storia che vive proprio sulla forza dei suoi cliché, qui speziati da alcune interessanti soluzioni di contorno.

La moglie e la figlia di Frank Valera, Sue e Olivia, vengono uccise poco dopo un talent show, in cui Olivia canta una canzone per Frank, e i loro corpi vengono scaricati in un buco nei pressi del piazzale del treno.
Prima dell'omicidio, Sue ha mandato un video della performance di Olivia a Frank.
Dopo il funerale, il suocero di Frank, Chuck lo affronta, gli dice di non parlargli più.
Frank visita la stazione di polizia per discutere degli omicidi e il detective Lustiger gli dice che la polizia ha trovato una fibra d'oro nella scena del delitto.
Lustiger suggerisce che gli assassini appartengano alla mafia russa , che opera nell'area del crimine.
Dopo essersi sottoposto a percosse in un incrocio di arti marziali miste per espiare i suoi sensi di colpa per gli omicidi, Frank viene salvato dal poliziotto metropolitano Hank Strode, che Frank incontrò in precedenza alla stazione.
Tuttavia, quando Strode informa Frank che il caso della sua famiglia è diventato "freddo", Frank lascia, sgomento e depresso, poi, dopo essere stato aggredito e ferito a una gamba, Frank cade attraverso una finestra di un negozio di libri, dove afferra Marco Aurelio Meditazioni per aiutare a fermare l'emorragia Frank legge parti del libro e cambia il suo atteggiamento su cosa dovrebbe fare dopo e come dovrebbe procedere...

 

GENERE : drammatico, azione, poliziesco
REGIA : Isaac Florentine
ATTORI : Antonio Banderas, Karl Urban, Paz Vega
SCENEGGIATURA : Yaron Scharf
FOTOGRAFIA : Paul Harb
MONTAGGIO : Ivan Todorov Ivanov
MUSICHE: Frederik Wiedmann
PRODUZIONE : Saban Capital Group, Millennium Films
DISTRIBUZIONE : Lionsgate
PAESE : U.S.A.
DURATA 87 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 13 aprile

 

Ultimi gol per Stefano Chiodi e Roberto Baggio. Diciassette incontri, 8 vittorie, molte goleade fatte e subite. Mai incontrare l'Inter: 2 match, due sconfitte

 

suso - donnarumma

 

Milan, un tesoretto da 100 milioni

 

Due cessioni importanti per una cifra di tutto rispetto, i rossoneri devono essere pronti a sfruttarla

 

gattuso mirabelli

 

Che mercato hanno in mente ?

 

 Scelto l'allenatore Mirabelli e Fassone pensano al mercato. l'Ad dovrà discutere con la Uefa, poi tre obiettivi: ala sinistra, punta e mezz'ala

edit Piero

 

 

Isteria ed incoerenza

 

Eppure c’è stato un tempo in cui pensavamo che i nostri tifosi fossero diversi, addirittura i migliori. Poi non so cosa sia successo nel tempo, cosa abbia portato ad esacerbare così gli animi ed abbia creato questa sorta di isteria che genera una incoerenza, un cambio di umori e di giudizi a seconda dei risultati e degli eventi. Forse siamo sempre stati così e ce ne siamo accorti solo con l’avvento dei social, forse sembravamo diversi perché finché si vinceva a man bassa tutto andava bene, forse questa è l’onda lunga della cattivissima gestione societaria degli ultimi 5/6 anni (quella precedente, si intende) che ha generato questa sorta di caccia alle streghe e questa sensazione che non vada mai bene niente. Così finché il Milan fa 25 punti in nove giornate tutto va bene, Gattuso è l’uomo giusto, i giocatori sono alti biondi e belli e Mirabelli è un bravo DS. Poi se di punti se ne fanno 2 contro Juve, Inter e Sassuolo ecco che tutto viene rimesso in discussione, a partire dal fatto “che forse non era il caso di rinnovare a Gattuso il contratto adesso e magari era meglio farlo a fine stagione a seconda dei risultati”; sono tornati i dubbi su molti giocatori, Mirabelli non capisce niente, Suso è da vendere, e chi più ne ha più ne metta. Non va bene nulla, polemiche su tutto. Addirittura quella sul tweet del Milan per complimentarsi con la Roma per la rimonta sul Barcellona (cosa che peraltro hanno fatto quasi tutti i club italiani), o quella che riguarda l’infortunio di Romagnoli, come se non fosse normale un problema muscolare per un giocatore che ultimamente ha giocato tutte le partite a distanza di tre giorni l’una dall’altra.

E delle vicende societarie e di come vengono trattate su media e social ne vogliamo parlare? La squadra gira ed i risultati arrivano ed allora parte la storia che Yonghong Li è un pezzente, il Milan sta per fallire, Elliott sta per rilevare la società e si fa la conta dei minuti che passano in attesa del bonifico di 10 milioni dell’aumento di capitale che non arriva. Appena i risultati tornano a mancare tutto passa in cavalleria, delle “agonizzanti” sorti societarie non ne parla più nessuno e l’attenzione viene spostata volutamente su altro, sull’inadeguatezza del tecnico, sul mercato “urgente” da farsi per rimettere in piedi la baracca, sulle dubbie capacità di Mirabelli e via di seguito (oltre al fatto che si scrive in piccolo che nel frattempo il misterioso bonifico è poi arrivato).

Spiace, ma si fa sempre più fatica a leggere e prendere parte a discussioni che riguardano il Milan, a provare ad analizzare con obiettività le prestazioni della squadra, a valutarne i limiti (che ci sono) ed a parlare delle “letture” dell’allenatore e delle sue conseguenti scelte. Oggi fare due chiacchiere sul Milan con serenità è quasi impensabile. La speranza è che si tratti di una cosa temporanea, e che prima o poi il clima di questo ambiente cambi, anche se i dubbi cominciano ad essere forti. Nella settimana delle grandi e miracolose rimonte e delle imprese sfiorate la lezione che si deve trarre è che nel calcio di impossibile non c’è niente, ma bisogna fortemente crederci. Ed è con questo auspicio che facciamo un grande in bocca al lupo alla Primavera di mister Lupi per la gara di ritorno della finale di Coppa Italia di domani sera a San Siro contro il Torino. Si parte dal 2-0 a favore dei granata, ma dobbiamo provare in ogni modo a ribaltare la situazione. Possiamo farcela!

 

 

Milan

 

Isteria ed incoerenza

 

L'involuzione di un tifo che non sa quel che vuole 

 

buffon

 

Lo Hobbit Buffon

 

Ennesima caduta di stile vergognosa di quello che dovrebbe essere un capitano

Champions ed Europa League

 

Quante emozioni europee

La due giorni di Champions ci lascia in eredità grandi emozioni, in attesa del programma di stasera di E.League.

storie calcio

 

Storia di un altro calcio in tv

Un mondo perduto: “Sono parte della memoria individuale e collettiva, tutte queste figurine, proprio perché siamo stati costretti a ricordarle, e il ricordo, come il sogno, è più forte della realtà”

good morning

 

Accadde oggi, 12 aprile

 

Compleanno per Panucci e Luiz Adriano. Ultimi gol per Mark 'Attila' Hateley e De Jong. Due derby, due vittorie, tra cui il 3-0 in Champions nel 2005

 

suso gattuso

 

Suso, specie da preservare

 

Suso è e resta il migliore giocatore, assieme a Bonucci, a disposizione di Gattuso

Cantera

 

Forza ragazzi, credeteci!

 

Il consueto punto sulle formazioni del settore giovanile rossonero

 

Berardi

 

No grazie!

Gli strascichi di Milan-Sassuolo si ripercuotono anche sulle prospettive di mercato rossonere per la prossima stagione.

storia milan 2

 

Un estraneo nel mondo dei furbi

 

«In rossonero ho giocato poco ma ho fatto la mia parte. Rimpianti? Non essere riuscito a diventare protagonista»

 

good morning

 

Accadde oggi, 11 aprile

 

Nove vittorie su 12 incontri, una sola sconfitta; non perdiamo dal 1943. Ultime presenze per Donadoni e Marco Simone; ultimo gol per Cosmin Contra

 

milan

 

E' il 4-4-2 il modulo giusto?

 

Tanti cambi di modulo nella stagione rossonera. La soluzione potrebbe essere la più banale...

...

musacchio zapata

 

Zapata-Musacchio assieme, quasi un esordio

 

180 dei 295 minuti assieme sono stati disputati a Luglio. Domenica faranno coppia contro uno dei migliori attacchi del campionato

fiorentina

 

Occhio alla Viola!

 

Sei vittorie consecutive, 11 gol fatti, due subiti, settimo risultato utile consecutivo e l'ultima giornata ci sarà Milan-Fiorentina...

 

...

aspettando MD

 

Don Camillo santo subito

 

Il prete della Bassa è un reazionario (come il suo creatore). Ma in nome di Dio

 

good morning

 

Accadde oggi, 10 aprile

 

Primo gol per Aldo Cevenini. Giornata positiva e se incontriamo la Fiorentina è vittoria assicurata: 3 incontri, 3 successi

 

milan sassuolo 1-1 gattuso

 

Milan-Sassuolo: Best & Worst

 

Gattuso per la prima volta tra i peggiori, ma in buona compagnia: con lui, capitan Bonucci. Davanti, ottimo ingresso di Silva e Kalinic

cutrone

 

Un problema chiamato gol

 

Predominio rossonero, sterilità offensiva: il risultato contro gli emiliani non può che essere negativo

 

pogba

 

Impresa United, City a secco

 

Doppietta di Pogba, De Gea monumentale e lo United sbanca l'Etihad. In affanno il Chelsea, pari Reds nel derby. WBA, Stoke e Saints chiudono la classifica

 

aspettando MD

 

Social, stop per legge

 

Troppe ore passate sul web e possibili danni alla salute

 

good morning

 

Accadde oggi, 9 aprile

 

Auguri ad Antonio Nocerino. Ultimi gol per Alex e Bacca. Solo 5 vittorie su 17 incontri, le ultime due segnando 4 gol prima al Chievo poi al Palermo

 

Milan-Sassuolo

 

Milan, che occasione sprecata

I rossoneri ancora una volta pagano la tassa Sassuolo. Ora per il quarto posto è davvero finita.

pre milan sassuolo

 

Partita per l'Europa

 

 Gara delicata per il Milan dopo gli stop di Inter e Roma, e la vittoria della Fiorentina. Vincere per blindare l'Europa League e provare a crederci per la Champions...

...

rr

 

Il dilemma Rodriguez

 

Il giocatore può fare di più, ma rimane un elemento importante per il futuro del Milan

Biglia

 

Il punto fermo

Lucas Biglia ha ormai preso saldamente le chiavi della squadra. E nel Derby, la sua assenza si è fatta sentire, eccome.

wreslemania

 

E' la notte di Wrestlemania

 

Uno degli eventi di sport/spettacolo più importanti dell'anno

 

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

La serie positiva è la più lunga della stagione, ma oggi il Sassuolo avrà assenze pesanti

 

calcio tv

 

Il calcio in tv di Domenica 8 Aprile

 

Serie A, Premier, Bundes e Liga, per chiudere con il campionato Paulista. Tutto sulle gare più importanti in programma oggi

good morning

 

Accadde oggi, 8 aprile

 

Nel 1955 nacque Di Bartolomei. Giornata positiva: due sole sconfitte su 14 incontri. Non perdiamo in campionato da 95 anni e non giochiamo dal 2003

 

lazio salisburgo

 

Il calcio italiano, comunque, regge

 

Nonostante la debacle con le spagnole in CL il calcio italiano per club regge il confronto con gli altri paesi. La Lazio può sperare in una finale che manca da decenni per un'italiana

Serie B

 

Serie B: la trentacinquesima giornata

 

La capolista Empoli pareggia a La Spezia, mentre il Frosinone cade a Parma. In coda vittorie fondamentali di Ascoli e Ternana.

Kalinic_Milan

 

Game over

 

L’avventura di Kalinic al Milan sembra inesorabilmente volgere al termine. In estate probabile caccia ad una punta di livello

Milan

 

All-in su Belotti

 

Gattuso stravede per lui e il prezzo potrebbe essere quello giusto

good morning

 

Accadde oggi, 7 aprile

 

Giornata positiva: 2 sole sconfitte su 15 incontri; non abbiamo mai perso in trasferta in campionato. Ultima da giocatore per Herbert Kilpin nel 1907

 

bonaventura gattuso

 

Bonaventura, nessun caso

 

 Prestazioni appannate? vero. Procuratore ingombrante? altrettanto vero. Ma Jack resta un punto di riferimento per Gattuso e un giocatore da tenere per il prossimo Milan nascente

city-united

 

Derby a Manchester, Liverpool e Londra!

 

Se il City vince, è titolo certo. Tottenham a Stoke, Arsenal contro i Saints, Blues col West Ham. Per la salvezza, WBA-Swansea e Brighton-Huddersfield

 

callejon

 

Suso-Callejon, si o no?

 

Voci di mercato intorno ai due spagnoli di Napoli e Milan. Ma chi farebbe l'eventuale affare?

 

Real_Atletico_Liga

 

Liga, domenica il derby di Madrid

 

31^ di Liga. Il Barça potrebbe beneficiare di un inatteso aiuto del Real Madrid per avvicinarsi ulteriormente al titolo

aspettando MD

 

Prof legata e presa a calci

I ragazzi hanno ripreso l'episodio con i cellulari e diffuso il video sui social

 

terza pagina

 

The Razor

A due giorni dalla sua scomparsa, ricordiamo la storia di un Campione e persona per bene

 

artico

ARTICO di James Rollins

Russia e America si fronteggiano senza esclusione di colpi per impossessarsi della base e dei misteri che essa nasconde.
Un libro con una trama molto elaborata basata su teorie scientifiche plausibili.
Una corsa a perdifiato tipica dell'autore. Bravissimo nel lasciar trapelare qualche indizio ma svelando tutti i segreti solo alla fine del libro.
Eccezionale nella gestione della trama e dei personaggi. Perfetto nel chiudere con un finale gelido.
Un perfetto libro d'avventura.

Polo Nord.
Durante una missione di esplorazione scientifica, il sottomarino Polar Sentinel individua all'interno di un iceberg una base artica abbandonata, la Base Grendel russa, al cui interno di trovano decine di cadaveri e un sommergibile russo della seconda guerra mondiale congelato.
Inizia così l'esplorazione, che dura quasi due mesi, mentre il governo di Mosca invia il suo più potente sottomarino, il Drakon.
Alla base, per diversi motivi, giungono anche Craig, un giornalista, e Matthew, una guardia forestale dell'Alaska, ex Berretto Verde che ha partecipato a diverse missioni in Somalia. Assieme a loro giunge anche il Drakon per recuperare i corpi ritrovati nella base.
Ma la verità viene ben presto a galla: i russi giungono alla base con intenzioni estremamente bellicose, attaccano il contingente statunitense uccidendo diversi marinai, più che mai decisi a far sprofondare l'intera struttura in acqua per nascondere la verità su orribili esperimenti che i loro scienziati compivano su civili inuit.
Oltre ai russi, nella stazione si nascondono enormi creature predatrici, che sono state risvegliate dal loro letargo a causa dell'attività degli americani.
A complicare ulteriormente la situazione anche l'arrivo della Delta Force.
I protagonisti si trovano così in un conflitto a fuoco incrociato, con un solo obiettivo in testa: fuggire dalla base, prima che diventi la loro tomba...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

valerian

VALERIAN E LA CITTA' DEI MILLE PIANETI

Besson accarezzava l'idea di portare al cinema la graphic novel concepita da Pierre Christin e disegnata da Jean-Claude Mézièrs fin dai tempi de Il Quinto Elemento, ma solo ora la tecnologia a disposizione del cinema lo ha messo in condizione di realizzare quell'idea.
E di tecnologia ce n'è molta al servizio di Valerian e la città dei mille pianeti: il Big Market della grande sequenza sul pianeta Kirian "vende" essenzialmente quella, uno spettacolo di immagini che generano altre immagini in maniera potenzialmente infinita.
L’avventura è raccontata con leggerezza: sembra che il regista non si preoccupi troppo di creare tensione e suspense, ma privilegi la creazione di occasioni in cui grafici e costumisti possono dar libero sfogo alla fantasia, creando una moltitudine di personaggi, in un tripudio di colori e di invenzioni grafiche fantasmagoriche che sono una festa per gli occhi.

Anno 2740.
Valerian e Laureline sono agenti speciali del governo dei territori umani, e devono mantenere l'ordine nell'universo.
Valerian ha in mente qualcosa di più di un semplice rapporto lavorativo con la sua partner – proponendosi apertamente a lei.
Ma la sua lunga storia con le donne, e i valori tradizionali di lei, fanno sì che vi sia un costante rifiuto.
Sotto le direttive del loro comandante, Valerian e Laureline si imbarcano in una missione nella città intergalattica mozzafiato di Alpha, una metropoli in continua espansione la cui popolazione è composta da migliaia di specie diverse da tutti e quattro gli angoli dell'universo.
I 17 milioni di abitanti di Alpha hanno unito i loro talenti, le loro tecnologie e le loro risorse per migliorare le condizioni di vita di tutti.
Sfortunatamente non tutti ad Alpha condividono gli stessi obiettivi: forze oscure sono all'opera per mettere in pericolo il genere umano...

 

GENERE : avventura, azione, fantascienza
REGIA : Luc Besson
ATTORI : Dane DeHaan, Cara Delevingne, Clive Owen, Rihanna, Ethan Hawke
SCENEGGIATURA : Luc Besson
FOTOGRAFIA : Thierry Arbogast
MONTAGGIO : Julien Rey
MUSICHE: Alexandre Desplat, Sixlei
PRODUZIONE : Stxfilms, Europacorp, Valérian SAS, TF1 Films Production
DISTRIBUZIONE : 01 Distribution
PAESE : Francia
DURATA 137 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 6 aprile

 

Due derby vinti, tra cui quello in Champions nel 2005, uno perso; nel 1997 la débacle interna contro la Juve, 1-6. Compleanno per Vierchowod

 

derby milan inter 0-0

 

Derby: Best & Worst

 

 Migliori: si salva la difesa. Tra i peggiori spiccano Suso, Bonaventura e Cutrone. Il Milan non fa niente per vincere il match e con fortuna porta a casa un punto

edit Piero

 

 

Fine corsa Champions, ma non bisogna mollare!

 

Il derby del discusso (solo per la data) rinvio ha avuto lo stesso protagonista di quello dell’andata, e cioè Mauro Icardi: capace di trasformare in oro tutto ciò che ha toccato nella partita dell’ottobre scorso (tripletta per lui), capace di sbagliare due gol da zero metri nella partita di ieri sera dopo essersene visto annullare uno dal VAR per un fuorigioco di 10 centimetri. E così termina con un nulla di fatto “lo spareggio” per un posto Champions della prossima stagione, pari che premia la classifica dei nerazzurri (mantenuto il +8 sui rossoneri e ad un solo punto dal terzo posto). Diciamolo subito a scanso di equivoci, nonostante la parata prodigiosa del derby abbia dovuto farla Handanovic, è piaciuta di più l’Inter, squadra in netta ripresa che avrebbe meritato di vincere. Certo, niente di esagerato come sembravano far trasparire le dichiarazioni del post partita dei nerazzurri, ma comunque la sensazione che la squadra di Spalletti avesse un senso tattico migliore del nostro oltre ad una qualità a centrocampo migliore di quello rossonero.

I Franco Ordine del caso si saranno forse convinti (almeno si spera, a meno che non si tratti di malafede) che esiste una differenza enorme tra l’avere in regia Lucas Biglia e non averlo, oltre che per la sua capacità di prendere in mano ed dare equilibrio alla squadra anche per le sue grandi doti di interdizione davanti alla difesa, cosa che ieri è quasi sempre mancata. Unendo l’assenza dell’argentino a quella di Suso e Bonaventura (mai realmente in partita), ne è venuta fuori una gara che ha ancora una volta messo in evidenza il carattere e la determinazione alla lotta della squadra, ma anche la grande fatica dei rossoneri ad arrivare con incisività nell’area di rigore avversaria. Non era semplice ritrovarsi nelle condizioni migliori dopo la delusione della sconfitta di Torino di qualche giorno prima, e comunque dalla doppia sfida (Juve e Inter) viene fuori la netta sensazione della crescita in termini di solidità, prestazioni e mentalità, del nuovo Milan di mister Gattuso, allenatore in grado di restituire tanta dignità ad un Milan che solo un girone fa sembrava una impaurita squadra di provincia. Questo Milan ha bisogno di tre innesti importanti nell’indice titolare della prossima stagione per avvicinarsi ancora di più alle squadre di vertice, e di questo sicuramente Mirabelli e Gattuso staranno già parlando, ma non va trascurato il bel salto di qualità che questa squadra ha compiuto nel passaggio da Montella all’ex tecnico della Primavera rossonera.

Con il mancato successo di ieri svaniscono del tutto le chances di riaprire la lotta Champions per il Milan. Condizione necessaria per farlo era vincere tutti gli scontri diretti a disposizione, altrimenti solo un suicidio degli avversari può rimettere in corsa il Milan a otto giornate dal termine. Tanto più che per farlo i rossoneri dovrebbero sperare di scavalcare due delle avversarie che ci precedono, cosa che poteva essere pensabile con un distacco di 4 o 5 punti, non con uno di 6 o 8. Tutto questo non deve assolutamente far abbassare la guardia alla squadra, c’è da riconquistare comunque un posto in Europa, e c’e da preparare al meglio la finale di Coppa Italia con la Juve. E questo possiamo farlo solo continuando con la stessa ferocia, lo stessa atteggiamento e rimanendo saldamente sul pezzo che ha caratterizzato il Milan di Gattuso da Natale in poi. A Gattuso il grande merito di aver comunque restituito ai suoi tifosi un Milan solido, forte e convinto dei propri mezzi, merito che gli vale giustamente la possibilità di essere nel prossimo futuro il tecnico a cui affidare il definitivo rilancio. Non possiamo prevedere il futuro e cosa succederà, ma comunque sia lui questa possibilità se l’è conquistata col lavoro, il sacrificio e con poche chiacchiere inutili.

 

 

Milan inter

 

Derby magro e temi forti

 

Il Milan non va oltre uno scialbo 0-0; che prospettive può avere questo 433?

 

 

Gattuso

 

Lunga vita a Rino!

 

Tutte le parti in causa hanno mantenuto la parola e la decisione mette tutti d'accordo

 

Cutrone

 

Due strade

 

La partita di ieri affievolisce ancora di più l'ottimismo in ottica Champions. Ma c'è stata mai per davvero una lotta reale?

storie calcio

 

Le avventure di Ciccio Cuor di Leone

 

Un giorno, alcuni osservatori dell’Arezzo, lo vedono all’opera e decidono di ingaggiarlo...

 

...

good morning

 

Accadde oggi, 5 aprile

 

Ultimi gol per Lodetti e Bigon. Bilancio positivo con 9 vittorie su 17 incontri. Non perdiamo dal 2003, 0-1 a Parma

 

derby milan inter pre milan day

 

Derby: ultima chance per la Champions

 

Spalletti con un punto incrementerebbe le possibilità di Champions. Gattuso può solo vincere per riaprire i discorsi. Per il Milan è più di una finale

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Inter questa volta data per favorita, contrariamente ad un mese fa

 

controcanto

 

Il derby sull'altra sponda del Naviglio

 

I nerazzurri appaiono rinfrancati rispetto ad un mese fa. Vincere il derby per centrare la Champions e dare una spallata ai cugini

Cutrone

 

L'ora di Cutrovic

 

Gattuso sembra ormai aver scelto il giovane Patrick per cercare di far male all'Inter.

good morning

 

Accadde oggi, 4 aprile

 

Nessun derby giocato nella storia; non vinciamo in casa in campionato dal 1943 e non perdiamo dal 1982, però abbiamo 3 successi negli ultimi 3 match disputati

 

inter

 

Il Derby, con le... vergini???

 

Integrità nerazzurra? Ma dove, ma quando, ma chi, ma se l'è più vergine Cicciolina!

 

Donnarumma

 

Juve Milan a mente fredda

 

Inesperienza, incapacità di lettura, gap fisico: tre limiti su cui lavorare per il futuro

 

conte chelsea

 

Chelsea, che tonfo!

 

Prossimo turno 3 derby: Manchester, Liverpool e Londra, tra Blues e Irons. Se il City vincerà, sarà campione. Salvezza: malissimo WBA, Stoke, e Saints

 

Cutrone

 

Ora o mai più

 

Il derby di domani vale tutto, per i giornali e per una buona parte della tifoseria. E se la corsa Champions non fosse mai esistita?

aspettando MD

 

Caso Rossi, i festini hard tra coca e orge

 

Festini in diverse ville nelle campagne toscane a cui partecipavano dirigenti di Mps, magistrati, giornalisti, politici e un prelato molto in vista

good morning

 

Accadde oggi e... ieri, 2 e 3 aprile

 

Tre i derby giocati il 3 aprile, con bilancio in perfetta parità, anche con i gol. Non vinciamo però da 58 anni. Il 3 aprile di due anni fa ci lasciò Cesare Maldini

 

MD in your language

md tube rettangolare2

HIGHLIGHTS: Real Madrid-Milan (T. Bernabeu)

(prossimamente) tutti gli highlights 2018/2019

MILAN OFFICIAL

TIFOSI

MOMENTS

Il graffio

il graffio 1bis

Cerca in MD

 

LIVE STREAMING

 diretta streaming disponibile 10 minuti (circa) prima dell'inizio gara QUI 

QUI per il Disclaimer Streaming MD .

UTILITY

x STREAMING

Web player (ok)

Sopcast (scarica)

Acestream (scarica)

FILM DOWNLOAD

μTorrent (scarica)

3^ PAGINA

Milan e Milanista
Come eravamo
Storie RossoNere
RossoNeri
Maglia
click and go!

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.