Pre Juventus.Milan

 

Sfatiamo il tabù Stadium

 

In Serie A, da quando esiste il nuovo Stadium bianconero, i rossoneri hanno sempre perso

 

milan

 

Il Milan è una stanza segreta

 

Puoi sopportare ogni cosa in quella stanza. Lì dentro sei invincibile. E quando tua moglie ti dice 'Dobbiamo parlare' è il momento di chiudersi la porta alle spalle...

 

...

 

L'avversario

 

Dove passa la Juventus non cresce più l'erba, almeno in Italia

 

aspettando MD

 

Ultima novità di WhatsApp

 

L'App di messaggistica è in continuo aggiornamento e ora fa un regalo agli utenti sbadati o impulsivi

 

good morning

 

Accadde oggi e... domani, 1° aprile

 

Compleanno per Schnellinger, Sacchi, Zaccheroni e Seedorf. Il 31 marzo abbiamo incontrato la Juve 3 volte senza mai perdere ma solo a Milano

 

Maxime

 

Il mercato del futuro

 

Anche se la stagione è ancora in pieno svolgimento, alcuni profili sono stati accostati ai rossoneri per il mercato estivo.

milan bonucci juventus

 

Ritrovarsi e non pentirsi Vol.2

 

 Bonucci dopo alti e bassi è il leader di questo Milan, che se lo tiene stretto. La Juve non ha risentito dell'addio di Leo e non subisce mai gol. La prima volta di Bonucci contro il suo passato 

chelsea-Tottenham

 

Domenica derby Chelsea-Tottenham

 

City con l'Everton, United-Swansea e Liverpool in casa del Palace; per la salvezza, tensione in Newcastle-Huddersfield e West Ham-Southampton

 

Mondonico

 

La scomparsa di Mondonico

 

Allenatore serio, persona vera: espressione di un calcio che sta sbiadendo

 

terza pagina

 

Il ragno nero

 

Il suo nome dà l’avvio a quella che rimane la filastrocca rossonera più famosa della storia...

 

...

la colonna di fuoco

LA COLONNA DI FUOCO di Ken Follett

Il nuovo capitolo della saga di Kingsbridge, a quasi 30 anni di distanza da I pilastri della terra e 10 anni dopo Mondo senza fine, prende avvio da quest’anno cruciale per la storia inglese, il 1558, anno in cui la Regina Maria I muore, lasciando il trono a Elisabetta I, sua sorellastra, figlia di Enrico VIII e Anna Bolena (e per questo osteggiata dai ferventi cattolici).
Le oltre 900 pagine dell’edizione italiana non sono per nulla pesanti, anzi. Per chi ha letto I pilastri della terra, ed è perciò abituato alla scrittura di Follett (ricca di particolari ma allo stesso tempo rapida e coinvolgente), non sarà un problema giungere alla conclusione del libro.
I romanzi di Follett ambientati a Kingsbrige sono in sostanza indipendenti l’uno dall’altro pur mantenendo uno sfondo ambientale e storico comune. Possono perciò essere letti e gustati da soli senza grandi impedimenti, ma la soddisfazione di leggerli tutti e tre, l’uno dopo l’altro, è impagabile. Vedere i piccoli meccanismi ben oleati dallo scrittore che si incastrano perfettamente è la soddisfazione maggiore che possa avere il lettore di Follett. È la Storia, con la S maiuscola, a fornire a Follett i maggiori spunti per il suo romanzo, con incredibili momenti drammatici e colpi di scena che mantengono la suspense elevata per l’intera durata del romanzo.

Gennaio 1558, Kingsbridge.
Quando il giovane Ned Willard fa ritorno a casa si rende conto che il suo mondo sta per cambiare radicalmente.
Solo la vecchia cattedrale sopravvive immutata, testimone di una città lacerata dal conflitto religioso.
Tutti i principi di lealtà, amicizia e amore verranno sovvertiti.
Figlio di un ricco mercante protestante, Ned vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi.
Costretto a lasciare Kingsbridge, Ned viene ingaggiato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra. Dopo la sua incoronazione, la giovane e determinata Elisabetta I vede tutta l’Europa cattolica rivoltarsi contro di lei, prima tra tutti Maria Stuarda, regina di Scozia.
Decide per questo di creare una rete di spionaggio per proteggersi dai numerosi attacchi dei nemici decisi a eliminarla e contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno.
Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia.
Per quasi mezzo secolo il suo amore per Margery sembra condannato, mentre gli estremisti religiosi seminano violenza ovunque...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

security

SECURITY

Secco, netto nei toni con una fotografia in armonia con il tema del racconto, sottofondi e scenografie convincenti ed effetti speciali che non eccedono ma coinvolgono sino alla fine.
Uno dei migliori action degli ultimi anni, che valorizzano la figura dell'attore che si propone anche fisicamente preparato e convinncente in tutto e per tutto con questo nuovo carismatico personaggio.
Consigliato per chi vuole vivere un'ora e passa di full immersion in un'avventura imprevedibile.

Eddie Deacon è un ex capitano dell'esercito che ha partecipato anche alla sanguinosa battaglia di Sangin, in Afghanistan, ma che tornato a casa fatica a trovare un lavoro qualsiasi.
All'ufficio di collocamento gli trovano un impiego di fortuna e sottopagato come addetto notturno alla sicurezza di un grosso centro commerciale, compito che dovrà dividere con altri quattro più giovani colleghi.
Proprio la prima notte che si trova di turno giunge alla porta della struttura una bambina terrorizzata, testimone chiave di un importante processo.
La scorta federale con la quale viaggiava è caduta infatti nell'agguato di una banda di mercenari armata fino ai denti, che ora sono pronti a mettere a ferro e fuoco la struttura pur di eliminarla.
Eddie allora dovrà prendere la situazione in mano per contenere la situazione in attesa dei soccorsi e proteggere la ragazzina...

 

GENERE : azione
REGIA : Alain DesRochers
ATTORI : Antonio Banderas, Gabriella Wright, Ben Kingsley, Liam McIntyre, Shari Watson
SCENEGGIATURA : Tony Mosher e John Sullivan
FOTOGRAFIA : Anton Bakarski
MONTAGGIO : Eddie Hamilton
MUSICHE: Matthew Margeson
PRODUZIONE : Nu Image
DISTRIBUZIONE : Nu Image
PAESE : Stati Uniti d'America
DURATA 87 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 30 marzo

 

Auguri a Mexes, 36 anni. Prima rete per Andrea Pirlo nel 2002, ultima per Paolo Maldini nel 2008.

 

Han Li - Fassone

 

L'allarmismo del menga

 

La vita del Milan continua, nonostante ipotesi e previsioni ardite ed indimostrabili

 

max

 

L'allarmismo del menga

 

La vita del Milan continua, nonostante ipotesi e previsioni ardite ed indimostrabili

Ed anche questa pausa per le nazionali ce la siamo lasciata alle spalle. Una pausa che, da sempre, crea problemi ai giornalisti sportivi interessati a dare notizie succose e capaci di aumentare le tirature. Un tempo c'erano le bombe di mercato che spesso (o quasi sempre) si trasformavano in vere e proprie bufale. Da qualche mese però, forse da più di un anno, l'intrattenimento maggiore durante le pause nazionali, è diventata la situazione finanziaria del Milan. Da lunedì 19 marzo siamo stati sommersi di notizie allarmistiche che si basavano su due assunti: il fallimento di una società di Yonghong Li in Cina e l'impossibilità di onorare l'aumento di capitale di 10 milioni di euro da parte del presidente rossonero con annesso futuro finanziario nebuloso per il Milan. Tre errori in uno: la società che, secondo il Corriere della Sera, era fallita, non faceva parte degli asset del Presidente Li il quale ha poi provveduto al versamento dei 10 milioni di euro richiesti dall'amministratore delegato e dal consiglio. Tutto ciò è avvenuto in meno di due settimane con i media nazionali che hanno dapprima esasperato la situazione diffondendo notizie non rispondenti al vero e poi non si sono nemmeno preoccupati di recitare un mea culpa quanto meno per aver sbagliato previsioni da Cassandre improvvisate.

La realtà, a distanza di un anno, è e rimane soltanto una: il Milan è finanziariamente in una botte di ferro. Le problematiche cinesi sono relative esclusivamente alla fuoriuscita di capitali dalla Cina per via delle restrizioni varate dal Governo di Pechino per ragioni ovviamente poco attinenti col calcio ma sensibilmente legate alla loro economia ed alla loro moneta. Qualora, anche in futuro, permanessero tali criticità, il Milan ha dietro di sè la garanzia Elliott che gestirebbe il club fino a trovare un compratore adeguato. Tutte le restanti congetture fantasmagoriche appartengono alla categoria dell'inconsistenza e di un allarmismo del menga. Sono questioni friabili e dimostrano, ove ve ne fosse bisogno, quanto la stampa italiana brancoli nel buio quando si addentra in argomenti che non conosce.

 

 

bimbo

 

Siamo falliti ma Milano è salva

 

Facciamocene una ragione: noi non esistiamo più. Attenzione però: gli 'altri' stanno molto meglio e certe figuracce non le fanno. Forse.

 de sciglio juve milan

 

Ritrovarsi e non pentirsi

 

Per molti, De Sciglio alla Juve sarebbe diventato un terzino top Mondo. Ad oggi, purtroppo per lui, non è cosi'. E sabato è sfida al suo passato

Mazzoleni

 

I precedenti di Mazzoleni

 

Sarà Paolo Silvio Mazzoleni ad arbitrare l'attesa sfida di sabato sera contro la Juventus.

Bonaventura_2018

 

Titolare, ma non imprescindibile

 

Per Mirabelli il rinnovo di Bonaventura non è una priorità. Raiola e motivazioni tecniche potrebbero sancire la fine dell'avventura di Jack in rossonero

storie calcio

 

Il Tamburino Sardo

 

In un paesino in provincia di Nuoro, il 5 luglio 1966, nasce Gianfranco Zola

good morning

 

Accadde oggi, 29 marzo

 

Auguri a Rui Costa e Fabio Borini. Tredici match e bilancio modesto: 4 vittorie e 4 sconfitte. Ultimo gol per Kakà nel 2014

 

capello cina

 

Capello, flop cinese. E Sabatini...

 

 Dopo Inghilterra e Russia, Capello delude anche in Cina. Dove ripartirà Don Fabio: Ct azzurro o ritiro ? Intanto il dirigente di Suning potrebbe lasciare il club cinese e l'Inter...

...

Buffon_Totti

 

Se il nuovo che avanza fa paura...

 

Totti, Buffon, Ibrahimovic. 3 grandissimi campione, un mesto epilogo in comune. Quando lasciare spazio ad altri diventa un'impresa così ardua...

...

Vidal

 

Vidal, che occasione!

 

Profilo giocatore ideale per il Milan, ma quel carattere anarchico...

 

...

Ancelotti

 

Esperienza al comando

 

L'ex allenatore del Milan potrebbe essere davvero il perno su cui questa Nazionale ha l'obbligo di provare a rinascere.

damascelli

 

Il gobbo peloso

 

Uno juventino che (s)parla di Inter e, tanto che c'è, tira in ballo il Milan

aspettando MD

 

La lite sui gay fa discutere

 

Ballando con le stelle era uno show che faceva parlare di sé per la bravura dei concorrenti. Oggi...

 

...

storia milan 2

 

Il Professore

 

In Svezia lo giudicarono il miglior giocatore della storia del calcio di quel Paese

 

good morning

 

Accadde oggi, 28 marzo

 

Giornata fortemente negativa per i nostri colori: su 16 incontri, una sola vittoria 42 anni fa in un derby vinto 1-0 con rete di Bigon

 

Balotelli

 

Balo, una spina Nazionale

 

Mario Balotelli non convocato nemmeno per i match contro Argentina e Inghilterra, una grana per il nuovo CT?

 

nazionale

 

A chi interessa la Nazionale ?

 

 Dopo che Fabbricini e Costacurta lo hanno scaricato, queste amichevoli non interessano più nemmeno al CT Di Biagio. Figuriamoci a tutti gli altri italiani...

...

ghoulam

 

Occhi su Ghoulam

 

Anche Juventus e Milan sul terzino del Napoli

 

Gattuso

 

Senza paura

 

La sfida di sabato sera allo Stadium è uno snodo fondamentali per le ambizioni di Gattuso e del suo Milan.

biasin

 

Gli avvoltoi? Presenti!

 

Milan: i problemi ci sono, gli avvoltoi... ci sono sempre stati

good morning

 

Accadde oggi, 27 marzo

 

Auguri a Gigi Lentini. Solo 8 match disputati e non giochiamo dal 1994, anno dell'unica sconfitta (a Napoli, 0-1)

 

reina donnarumma

 

Rebus portieri

 

 Reina: vice o titolare ? Gigio: il Milan deve cederlo? continua la querelle con Raiola. E nella penombra, cresce Plizzari...

...

Yonghong Lì

 

Non è un caso

 

La carta stampata e non all'attacco del Milan e dei suoi asset: nulla fa pensare ad un caso.

aspettando MD

 

Il mondo del calcio piange ancora

 

Altra notizia choc: Buno Boban è deceduto in seguito ad una forte pallonata ricevuta in pieno petto

 

storie calcio

 

Il volo dell’uccellino

 

«C‘è un’ala al mio paese che non ha rivali in Europa. Si chiama Kurt Hamrin. Il giorno che metterà piede in Italia, farà stravedere»

 

good morning

 

Accadde oggi, 26 marzo

 

Non perdiamo dal 1933 e non subiamo gol dal derby vinto 2-1 nel 1961. Esordio per Aldo Maldera ed ultimo gol per Liedholm proprio in quel derby.

 

gattuso

 

Da Gattuso a... Gattuso

 

A sette anni dalla "ciofeca" il Milan vuole (e deve) chiudere il cerchio

arsenal

 

Il mio odio per i Gunners

 

Dopo Arsenal-Milan sono andato a rispolverare un mio vecchio pezzo del 2015, in cui legittimo, se ce ne fosse bisogno, la mia avversione per i Gunners

 

loca

 

Chi l'ha visto ?

 

 Prestazioni negative e maturazione bloccata. Evani non lo convoca in Under21, Gattuso preferisce Biglia e Montolivo. E a fine stagione? 

fACEBOOK

 

Facce da Facebook? No, facce da c...!

 

Anch'io son diventato schiavo dell'Internet, ma la mia lunga guerra per il rifiuto della tecnologia ha avuto un premio

 

jacobelli

 

Vi dico la mia sul Milan

 

Xavier Jacobelli ha parlato della situazione societaria del Milan, di Yonghong Li, di Elliott, del caso biglietti per il derby del 4 aprile e di Donnarumma/Reina

 

good morning

 

Accadde oggi, 25 marzo

 

Giornata positiva, con una sola sconfitta in 11 incontri. Data di nascita per Germano e per Paciocco, celebri l'uno per una love story, l'altro per una rabona su rigore

 

Abate Montolivo

 

Una rosa da sfoltire 

 

Diversi giocatori lasceranno il Milan a fine stagione, obiettivo completare il rinnovamento

 

Silva

 

Una Juve da aggredire

 

L'unico modo per mettere in difficoltà i bianconeri è pressarli alti

 

Abate_Milan

 

La fine di un'era

 

Le strade di Abate e del Milan si separeranno a fine anno. La presenza di Raiola, poi, non facilita la permanenza di un giocatore in evidente declino

 di biagio

 

 Cattiva la prima

 

 Di Biagio perde 2-0 all'esordio e Fabbricini lo scarica già: "cerchiamo il meglio". Gli azzurri sprecano, l'Argentina non perdona

aspettando MD

 

Stazione spaziale in caduta, allarme Italia

 

La stazione spaziale cinese Tiangong-1 come annunciato dalla Protezione Civile rientrerà nell'atmosfera tra il 28 marzo e il 4 aprile

 

good morning

 

Accadde oggi, 24 marzo

 

Ultima per Thiago Silva ed ultimo gol per Roberto Donadoni. Tra le sconfitte, un pesante 1-5 in un derby del 1974

 

Li

 

Bombe ad orologeria

 

Si torna a parlare di questioni societarie, e di pericoli per il Milan puntualmente durante le soste.

 nazionale di biagio

 

Nostalgia Mondiale

 

 L'Italia torna in campo dopo la disfatta con la Svezia. Amichevole utile solo per l'Argentina e per Di Biagio, che tenta una disperata conferma

europa politica

 

Gli altri campionati europei

 

Quasi tutti decisi, con situazioni in dubbio solo in Italia, Portogallo e Russia. In Svezia si comincia il 1° aprile. In Svizzera, dopo 8 anni, il Basilea cede lo scettro

 

Mercedes

 

F1: Mercedes ancora indiscussa favorita

 

La "rossa" parte da solide basi, la scuderia di Brackley parte da vere e proprie certezze

 

Bacca_Milan

 

Bacca-bis? Al Milan serve altro

 

Il Villarreal non riscatterà il colombiano, che tornerà così in rossonero. Ma l’ex 70 del Milan non sembra certamente l’attaccante ideale per Gattuso 

aspettando MD

 

Vietato dire mamma

 

Le frontiere del politicamente corretto questa volta spiccano il volo

mondo senza fine

MONDO SENZA FINE di Ken Follett

E' il seguito ideale de "I pilastri della Terra", pubblicato in Italia il 18 settembre 2007, in anteprima mondiale.
È ambientato circa 200 anni dopo il suo prequel, nella stessa città immaginaria di Kingsbridge, e i personaggi al centro della storia sono i discendenti dei protagonisti de "I pilastri della Terra".
Il libro ripercorre i principali fatti storici del XIV secolo inglese, dalla deposizione del re Edoardo II per mano della moglie Isabella e del suo amante Roger Mortimer, fino alla peste nera e alla guerra dei cent'anni.
Le vicende dei protagonisti ruotano anche attorno alla costruzione di un ponte e al completamento della cattedrale di Kingsbridge.

La storia si apre nel 1327 con quattro bambini sui dieci anni che si avventurano nella foresta adiacente alla città. Sono Caris, figlia di Edmund il lanaiolo; l'intelligente Merthin e il violento fratello Ralph, figli di sir Gerald, cavaliere del re Edoardo II caduto in disgrazia; e Gwenda, appartenente a una famiglia poverissima, sempre costretta dal padre Joby a compiere piccoli furti e ruberie.
Nella boscaglia assistono ad uno scontro tra due armigeri in uniforme e un cavaliere solitario: quest'ultimo ha la meglio, uccidendo i soldati con la complicità di Ralph, ma rimane gravemente ferito ad un braccio. Si presenta a Merthin come Thomas Langley e gli chiede aiuto per sotterrare una misteriosa lettera, della quale dovrà rivelare l'esistenza solo in caso venisse a sapere della morte del cavaliere. Thomas viene poi portato all'ospitale di Kingsbridge dove gli verrà amputato il braccio per colpa dell'ignoranza e dell'orgoglio dei frati. Thomas deciderà poi di rimanere al priorato, prendendo i voti da monaco benedettino.
Le avventure degli abitanti di Kingsbridge - nella prima parte del romanzo - ruotano attorno alla costruzione di un nuovo e più moderno ponte in pietra, dopo il crollo del vetusto precedente in legno che permetteva l'accesso in città; l'opera è di vitale importanza per salvare l'economia della città, basata sul commercio della lana e sulla fiera annuale che vi si tiene: Kingsbridge sarebbe altrimenti destinata a tornare quel piccolo villaggio alle dipendenze del priorato cittadino, come era duecento anni prima. Il compito di progettare il ponte e dirigere il cantiere sarà affidato a Merthin, nelle cui vene scorre il sangue del costruttore della cattedrale, Jack Jackson...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

kingsman

KINGSMAN IL CERCHIO D'ORO

Il film ha un cast di tutto rispetto  altri attori, tra i tanti, sono Halle Berry ed Elton John che più che recitare fa la "macchietta" di sé stesso"  ed ha un'impostazione sul comico demenziale o meglio grottesco, in cui eccelle la sempre brava Julianne Mooore, inoltre lo spettacolo possiede una carica adrelanica che non da alcuna tregua allo spettatore. E' infatti l'apoteosi degli effetti speciali e della grafica computerizzata.
Il film è da un punto di vista dello spettacolo più che visibile e piacerà ai ragazzini grazie agli effetti speciali veramente notevoli.

Un anno dopo aver salvato il mondo, Eggsy Unwin continua a essere un agente dell'agenzia di servizi segreti indipendente Kingsman come Galahad, inoltre sempre dalla medesima missione ha iniziato una relazione con la principessa Tilde dopo averla salvata. Una sera mentre il ragazzo sta per entrare sul suo taxi viene aggredito da un uomo che si rivela l'ex recluta Kingsman Charlie Hesketh; in una lotta furiosa sull'auto in corsa, nella quale l'autista resta ucciso e mentre altre auto li inseguono, Eggsy riesce a scaraventare fuori l'aggressore dopo avergli fatto perdere il suo braccio artificiale e notato uno strano marchio sulla sua pelle simile a un cerchio d'oro, poi una volta ripresa la guida del mezzo riesce a sbarazzarsi degli altri inseguitori.
Il giorno dopo Artù riunisce i vari Kingsman e mostra un filmato dalle telecamere della base di Valentine dopo la morte di quest'ultimo e si scopre che la scossa che Eggsy inflisse a Charlie neutralizzò il suo chip, ma dalle esplosioni perse un braccio e rimase danneggiato alle corde vocali (parlava con una voce metallica), inoltre a parte il marchio a cerchio d'oro gli altri assassini non sono identificabili né da impronte o dentatura.
Alcune sere dopo mentre è in Svezia a cena dai genitori della sua ragazza, che credono essere fidanzata con il proprietario di una catena di sartorie, Eggsy in contatto tramite i suoi occhiali con Roxy/Lancillotto scopre che il Cerchio d'oro è un'organizzazione di narcotrafficanti, prima di essere costretto a osservare impotente dei missili che causano l'esplosione del centro e la morte della ragazza, di tutti gli agenti Kingsman, di Artù e di un amico che badava al suo cane a casa sua. Tornato a Londra, Eggsy scopre che c'è un altro sopravvissuto: è Merlino, il quale gli rivela che il braccio bionico era telecomandato e connessosi al computer del taxi ha trovato gli indirizzi dei Kingsman (il tecnico non era registrato); Merlino attiva allora un protocollo speciale che li porta in Kentucky alla distilleria Stateman...

 

GENERE : azione, commedia, spionaggio
REGIA : Matthew Vaughn
ATTORI : Colin Firth, Julianne Moore, Taron Egerton, Mark Strong, Elton John
SCENEGGIATURA : Darren Gilford
FOTOGRAFIA : George Richmond
MONTAGGIO : Eddie Hamilton
MUSICHE: Henry Jackman, Matthew Margeson
PRODUZIONE : Marv Films, Shangri-La Entertainment, TSG Entertainment
DISTRIBUZIONE : 20th Century Fox
PAESE : Regno Unito, Stati Uniti d'America
DURATA : 141 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 23 marzo

 

Ultima presenza e ultimo gol per Aldo Cevenini, 83 reti in 84 partite al Milan. Quattro sconfitte su 14 incontri, di cui 3 in casa. Roma bestia nera della giornata

 

 niang

 

Niang: altro giro, altra corsa

 

Multa in arrivo per Niang al Toro, che si è pentito di aver speso per lui 15 mln in estate. Ennesimo fallimento di una carriera breve e piena di problemi

MBuffon

 

Prima Buffon, poi la Nazionale

 

Il portiere della Juventus considera la maglia azzurra un feudo da utilizzare a suo uso e consumo

 

Balotelli_Buffon

 

Non è cambiato (quasi) nulla

 

Di Biagio era stato chiamato a stravolgere l'Italia, ma le sue prime scelte, Balotelli e Buffon in primis, lasciano più di una perplessità…

FIGC

 

Una riforma necessaria

 

L'introduzione delle squadre B potrebbe portare diversi benefici al movimento nostrano.

pavon

 

Milan, chi è Pavon?

 

Altro obiettivo rossonero per la prossima stagione

 

Milan

 

Chi sono i veri vandali?

 

Quale delle due vicende è un insulto alla storia di un grande Club?

 

storie calcio

 

Il raccattapalle fermò Savoldi…

 

Storia di un gol annullato perché un raccattapalle dell’Ascoli allontanò il pallone che era entrato in rete

good morning

 

Accadde oggi, 22 marzo

 

Compleanno di Galderisi, che nel 1987 segnò anche il suo ultimo gol in rossonero. Giornata negativa: 3 vittorie su 17 incontri, 3 derby giocati zero vittorie

 

mino raiola

 

Mino e il miglio verde

 

Sta perdendo il controllo; le sue dichiarazioni belluine ormai fanno sorridere, divertono. Sempre più numerosi i giocatori che non cedono alle sue lusinghe

 

max

 

A.C. Milan: punto della situazione

 

Tanti allarmismi eccessivi e poca conoscenza dei fatti.

Quattro anni fa usciva su Sky un programma che ebbe molto successo. Si chiamava Storie Mondiali, era condotto e gestito integralmente da Federico Buffa e, come è facilmente ricavabile dal titolo, raccontava le storie che ruotavano attorno alle edizioni dei Mondiali più importanti della storia del calcio internazionale. Nell'introduzione di quel programma, Buffa citava abilmente una frase molto celebre di Josè Mourinho. "Chi sa solo di calcio, non sa niente di calcio". Questa frase, oggi, è molto utile per spiegare in maniera quanto più possibile esaustiva quella che è la situazione del Milan in termini societari. Non si può infatti fare un discorso calcistico attorno a temi finanziari senza considerare lo scenario internazione in cui è nata, si è sviluppata ed è mutata la trattativa che ha portato il Milan a passare dalle mani di Silvio Berlusconi a quelle dei cinesi.Quattro anni fa usciva su Sky un programma che ebbe molto successo. Si chiamava Storie Mondiali, era condotto e gestito integralmente da Federico Buffa e, come è facilmente ricavabile dal titolo, raccontava le storie che ruotavano attorno alle edizioni dei Mondiali più importanti della storia del calcio internazionale. Nell'introduzione di quel programma, Buffa citava abilmente una frase molto celebre di Josè Mourinho. "Chi sa solo di calcio, non sa niente di calcio". Questa frase, oggi, è molto utile per spiegare in maniera quanto più possibile esaustiva quella che è la situazione del Milan in termini societari. Non si può infatti fare un discorso calcistico attorno a temi finanziari senza considerare lo scenario internazione in cui è nata, si è sviluppata ed è mutata la trattativa che ha portato il Milan a passare dalle mani di Silvio Berlusconi a quelle dei cinesi.
I motivi del ritardo al rifinanziamento sono, ad oggi, gli stessi che hanno portato ad un rinvio prolungato del closing. Dipendono essenzialmente dal blocco all'uscita di capitali in Cina, con gli investitori cinesi che hanno dovuto rivedere la società veicolo deputata ad acquistare il Milan (da SES si è passati ad un contenitore più snello e meno vincolante sul piano burocratico come Rossoneri Sport Lussemburgo). Ne è quindi derivata la necessità di trovare dei prestiti atti a garantire quella liquidità necessaria al fine di sopperire alla legislazione della madrepatria.

Perchè la Cina ha bloccato la fuoriuscita dei capitali a fine 2016 quando nella primavera dello stesso anno gli orientamenti erano invece completamente opposti? Essenzialmente per due ragioni, la prima di natura esterna e la seconda interna. Per quanto concerne il primo motivo, ha influito pesantemente la vittoria di Trump nelle elezioni novembrine degli Stati Uniti ed il conseguente ritorno al protezionismo da parte degli USA, aspetto che non può non condizionare la bilancia commerciale di un paese come la Cina. In riferimento alla seconda motivazione invece, è da sottolineare come in Cina, fra la fine del 2016 e l'inizio del 2017, si è registrato il tasso di crescita più basso degli ultimi 25 anni e le riserve monetarie sono scese sotto il livello di criticità. La summa di queste due situazioni ha portato il Governo cinese a mutare orientamento sulle spese delle sue società a partecipazione statale fuori dai confini asiatici.

Giova a questo punto un breve riepilogo cronologico che aiuterà il lettore a collocare temporalmente i fatti. Nel maggio del 2016, quando iniziò la trattativa fra le parti, gli orientamenti della Cina erano nell'ottica di una spesa per investimenti atta a far valorizzare il loro sistema paese tramite un brand forte come quello del Milan. Non a caso, la prima caparra di 85 milioni di euro (vi fu un anticipo di 15 milioni all'atto della firma del preliminare in data 6 agosto 2016) fu versata addirittura in anticipo rispetto ai tempi pattuiti (inizio settembre 2016). In autunno cambia però lo scenario e da lì nascono i problemi con un primo ed un secondo rinvio, fino al closing che avverrà in aprile. Cosa era accaduto? Le società cinesi a partecipazione statale che si trovano dietro Yonghong Li (Haixa su tutte) avevano ovviamente la disponibilità economica per investire nel Milan, ma la nuova normativa cinese, atta a delimitare la fuoriuscita di capitali dalla Cina, rappresentava un ostacolo enorme.

In quel momento (siamo a marzo 2017) il closing rischiò di saltare perchè Berlusconi non si fidava più a causa delle tempistiche non certe. L'opera di mediazione giunse ad un accordo con la garanzia Elliott (prestito a tassi prestabiliti cone le quote del Milan in pegno) nel caso in cui le criticità dello stato cinese non avessero trovato soluzione entro l'ottobre del 2018. I soci alle spalle di Yonghong Li hanno accettato di sottoporre a condizione sospensiva la loro azione ed il fondo Elliott è stata la garanzia che ha convinto Berlusconi in merito alla solidità della trattativa. In soldoni, il patrimonio di Yonghong Li di cui tanto si parla e il presunto fallimento di una sua società sono dei falsi problemi, essendo lui semplicemente il frontman di un gruppo di aziende che non vuole per il momento mostrarsi, ma che si limita a controllare ogni aspetto dell'operazione, avendo inserito nel CDA del club un suo uomo forte (Lu Bo).

L'unico problema reale è soltanto l'eventuale ed auspicato mutamento migliorativo della normativa cinese in tema di fuoriuscita dei capitali. Se ci sarà, continuerà il Milan cinese; viceversa Elliott ha già piazzato un suo uomo nel CDA (Scaroni), amico personale di Berlusconi che, nell'ipotesi di non ripianamento del debito da parte di Li, dovrebbe gestire il passaggio verso nuovi azionisti di maggioranza. Nel frattempo, in quest'ultimo anno, la società ha incrementato in suo valore patrimoniale perchè sono stati acquistati molti giocatori di prospettiva. Sono stati rinnovati 4 contratti in essere di giovani provenienti dalla Primavera e la cassa del club è stata ripulita dai debiti con il sistema bancario. L'indebitamento del Milan, allo stato, è pari a circa 130 milioni di euro, più o meno la metà del suo fatturato annuale attuale. I cinesi dietro Li insomma, hanno messo soldi reali nel Milan a differenza di quelli dell'Inter che si sono limitati a prestare soldi alla controllata aumentando la sua esposizione debitoria. Questi sono, ad oggi, i fatti. Per quanto concerne invece gli allarmismi e le congetture invitiamo a leggere altre testate certamente più autorevoli ed attendibili del nostro modestissimo punto di osservazione.

 

 

 

Milan TV

 

La rinascita

 

Svolta nel passato o quasi per il canale tematico rossonero.

Kalinic_Milan

Non è mai troppo tardi

 

Kalinic, escluso dai convocati contro il Chievo, dovrà riconquistare Gattuso alla ripresa. Il nuovo 4-4-2 gioca in favore di un suo recupero

Cutrone

 

Come ai vecchi tempi

 

Cutrone ultimo gioiello di un vivaio che sta tornando prospero

 

aspettando MD

 

Domenica In, un altro flop

 

Ancora un flop per le sorelle Parodi. L'ultima puntata ha raccolto solo il 9,10 per cento di share

storia milan 2

 

6 anni da Campioni

 

I grandi trionfi europei del Milan dal 1988 al 1994: 3 Coppe dei Campioni in 6 stagioni

good morning

 

Accadde oggi, 21 marzo

 

Auguri a Ronaldinho. Ultime partite per Buriani, Serena, Ziege, Laursen ed Essien. Ultimo gol per José Altafini. Su 17 incontri, solo 3 quelli giocati in trasferta

 

Gattuso

 

Non è il momento giusto

 

Che senso ha parlare di rinnovo di contratto a Gattuso nel pieno svolgimento della stagione?

fa cup

 

Semifinali senza derby

 

Il Chelsea affronterà il Southampton mentre lo United si troverà di fronte il Tottenham. Appuntamento al 21 e 22 aprile a Wembley

 

aspettando MD

 

"Arrestate Biagio Izzo"

 

La procura di Napoli torna a chiedere gli arresti domiciliari per il popolare attore comico

good morning

 

Accadde oggi, 20 marzo

 

Compleanno per Torres e Destro. Solo 3 sconfitte su 16 partite ma tutt'e tre incassando sempre tre gol. Non vinciamo dal 2005 ma in casa dal derby del 1994

 

silva gol milan chievo

 

Milan-Chievo: Best & Worst

 

 Male Borini, Calha-Suso i migliori. Silva: c'è anche lui per il rush finale. Delude Bonaventura, Zapata sostituisce bene Romagnoli

salah

 

Poker di Salah, Reds terzi

 

Per la salvezza, WBA spacciato, Stoke quasi, brutto scivolone per l'Huddersfield. Adesso stop fino a fine marzo

 

Serie A

 

La situazione in Serie A

Si arriva alla pausa per le Nazionali con un Napoli che accorcia il distacco sulla Juve.

 

Gattuso

Un successo made in Rino

 

Decisiva la mossa psicologica di rischiare il tutto per tutto

 

storie calcio

 

Una morte misteriosa

 

Vittima sacrificata al mondo del pallone, come pensa la giovane vedova?

good morning

 

Accadde oggi, 19 marzo

 

Auguri ad Alessandro Nesta, 42 anni. Giornata negativa con 8 sconfitte contro 7 vittorie; non vinciamo dal 2006 ma in casa addirittura dal 1950, 3-1 in un derby

 

Milan_Chievo

 

Menomale che Silva c'è

 

Al termine di un match complicato, più duro del previsto, il Milan supera per 3-2 il Chievo. La corsa Champions continua…

 

 pre milan chievo

 

Testa al campionato

 

 Battere il Chievo per dimenticare l'Europa League e puntare, invece, alla Champions. I clivensi tremano e vedono la B. Gattuso: conferma per il 4-4-2 o ritorno al 4-3-3 ?

calcio tv

 

Il calcio in tv di Domenica 18 Marzo

 

Serie A, Bundesliga, FA Cup, Liga, Ligue 1. La nostra selezione degli appuntamenti televisivi di oggi da non perdere

good morning

 

Accadde oggi, 18 marzo

 

Nel 1901 nacque Santagostino, 11 campionati da giocatore, due da allenatore. Mai incontrato il Chievo ma 4 volte consecutive l'Inter con bilancio in parità

 

Champions League

 

Sorteggio agrodolce

 

Poteva andare sicuramente meglio alle italiane nel sorteggio dei quarti di finale di Champions ed Europa League.

 

L'avversario

 

Per il Chievo un girone di ritorno imbarazzante

 

controcanto

 

Come la vedono i clivensi

 

Dopo la sconfitta nel derby, vediamo come il tifo gialloblu si avvicina alla sfida col Milan

pl

 

In campo per la salvezza

 

WBA all'ultima spiaggia; scontro diretto Huddersfield-Palace poi Stoke-Everton e Liverpool-Watford

 

aspettando MD

 

Clicca e prega

 

Papa Francesco lancia la app per i fedeli

good morning

 

Accadde oggi, 17 marzo

 

Compleanno per Trapattoni e Borgonovo. Ultimo gol per Herbert Kilpin, ultima presenza per Pazzagli. Mai incontrare la Juve in questa data: 2 match, due sconfitte

 

arsenal milan

 

Arsenal-Milan: Best & Worst

 

Il peggiore? l'arbitro addizionale. Donnarumma: la papera taglia le gambe. Suso male, Borini il migliore. Silva in crescita: bene con le due punte

edit Piero

 

 

L’Europa saluta un Milan che piace

 

Gattuso ce l’aveva detto che non saremmo andati a Londra a fare una gita, ed è stato di parola. Il Milan è andato a Londra per giocarsela veramente la qualificazione, con l’atteggiamento giusto e con la consapevolezza che il risultato dell’andata poteva essere sovvertito. Il tutto accompagnato da un nutrito gruppo di tifosi veramente ammirevole. L’impresa di qualificarsi era quasi disperata, per cui alla serata si chiedeva di vedere una squadra all’altezza della situazione, capace di fare tesoro degli errori dell’andata e di affrontare con piglio una trasferta dal sapore di Champions in un ambiente caldo ed importante. Ecco, il Milan di Londra ci è piaciuto molto, perché ha dato seguito alle ottime prestazioni di questo intenso periodo e perché rispetto alla gara di una sola settimana fa ha fatto vedere dei progressi incoraggianti.

Resta il grande dispiacere per una direzione arbitrale che ci ha fortemente penalizzati. La qualificazione dell’Arsenal è pienamente legittima, ma l’aiuto ricevuto nel momento di grande difficoltà è servito a spianargli la strada della qualificazione. A fare i salti mortali avendo sempre la rete di salvataggio sotto il culo sono bravi tutti, così come è facile aggrapparsi all’ammiraglia e farsi trainare quando il tuo avversario ti ha staccato in salita e tu non hai le forze per stargli dietro. Questo è quello che accaduto; non abbiamo le controprove di quello che sarebbe successo dopo, ma se chiudevamo il primo tempo in vantaggio di un gol forse le cose potevano andare diversamente, e forse l’impresa poteva essere compiuta veramente. Anche perché diciamolo onestamente, questo Arsenal è una squadra di buon livello, ma non è certo uno squadrone imbattibile. Resta la consapevolezza e la sensazione che il Milan di Gattuso sia una squadra in costante crescita, anche se finisce ancora per pagare un prezzo salato agli errori di gioventù, all’inesperienza ed alla mancanza di malizia. L’errore di Calabria all’andata sul primo gol, e quello di Donnarumma ieri finiscono per avere un peso importante nell’arco dei 180 minuti di gioco. Ma purtroppo è fisiologico che sia così, serve tutto a fare esperienza ed a far crescere il livello di competitività dei nostri giovani.

Anche la nostra dirigenza deve far tesoro di queste esperienze importanti, perché dovrà essere brava a capire dove c’è un ampio potenziale di crescita ma anche dove, invece, ci sono delle lacune che andranno colmate in estate sul mercato. La cosa che maggiormente balza all’occhio è la mancanza di un attaccante cattivo e spietato che sappia finalizzare ciò che la squadra costruisce. Per dirla alla Dan Peterson, serve “lo squalo che azzanna la preda al collo e non la molla più quando vede e sente la scia del sangue”. Al netto dei nostri errori e della nostra inesperienza, diciamo pure che il Milan ha onorato col suo impegno l’Europa League, dimostrandosi sempre e comunque all’altezza della situazione. L’atmosfera europea ci mancava maledettamente, e tornarci tutti gli anni deve essere un obiettivo irrinunciabile. Solo praticando certi ambienti potremo tornare a recitare il nostro ruolo di società a grande vocazione internazionale che storicamente ci appartiene. Adesso immergiamoci totalmente nel campionato, e sfruttiamo le buone sensazioni che ci lascia la serata di ieri per provare a continuare a coltivare un sogno che solo qualche mese fa sembrava utopia. Perché in fondo ancora non abbiamo perso le speranze di tornare in Europa direttamente sul palcoscenico più prestigioso, quello della Champions League.

 

 

fa cup

 

Da domani i quarti

 

In campo, tra le altre, United, Spurs e Chelsea. Partita secca, nessun replay ma con la quarta sostituzione negli eventuali supplementari

 

Milan

 

Sfortuna e limiti

 

Gli episodi non sorridono al Milan ma il problema dell'attacco che segna poco va affrontato

 

milan

 

Work in progress

 

La partita di ieri sera ha confermato ancora una volta il salto di qualità fatto da questo gruppo.

terza pagina

 

Il ministro della difesa

 

Quella panzana di "se non giocasse con a finaco Baresi..."

 i pilastri della terra

I PILASTRI DELLA TERRA di Ken Follett

E' un romanzo storico pubblicato nel 1989 dallo scrittore britannico.
Racconta la costruzione di una cattedrale a Kingsbridge (località immaginaria nel Wiltshire in Inghilterra) nel corso del XII secolo (precisamente tra il 1120 e il 1174), dall'affondamento della Nave Bianca (la nave in cui morì l'erede al trono inglese) fino all'assassinio dell'arcivescovo di Canterbury Thomas Becket, già descritto da T. S. Eliot nel suo dramma teatrale del 1935 Assassinio nella cattedrale.
L'opera, considerata il capolavoro di Follett, ha venduto oltre 14 milioni di copie in tutto il mondo (1,3 milioni in Italia).

L'Inghilterra del XII secolo è in balia dell'anarchia politica; il re Enrico I è morto senza eredi maschi, dopo che l'unico figlio Guglielmo è annegato nel 1120 nell'affondamento della Nave Bianca in viaggio dalla Francia; l'unico discendente diretto è la figlia Matilde, non riconosciuta però dall'intera nobiltà del regno, che in parte vede nel nipote Stefano il legittimo erede al trono. Stefano è sostenuto dalla Chiesa, che lo incorona nuovo re, ma Matilde decide di attaccarlo.
Mentre la nobiltà si preoccupa dell'assetto di potere dell'Inghilterra, svuota i propri forzieri ed aumenta le tasse per permettere ai due eserciti contrapposti di affrontarsi, il popolo vive alla giornata, preparandosi ad affrontare il duro inverno alle porte.
Tom è un uomo del popolo, un mastro costruttore dalla grande abilità e dal profondo acume, che viaggia in cerca di lavoro in compagnia della moglie, Agnes, prossima a partorire, e dei due figli, il maggiore Alfred e la piccola Martha.
Durante il loro peregrinare la famiglia si imbatte in una donna particolare, Ellen, accompagnata dal figlio Jack, che vivono soli in una grotta nascosta nella foresta.
Tom rimane molto colpito dalla donna, così diversa dalla moglie...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

blade runner 2049

BLADE RUNNER 2049

Ridley Scott produce, come a dire sigilla, mentre alla regia c'è Denis Villeneuve, supportato dalla fotografia di Roger Deakins, che non si può non annoverare tra gli autori di questo film. La sua tavolozza e l'impressionante lavoro di scenografia definiscono il clima meteorologico del film più di ogni altro elemento.
L'incontro del nuovo protagonista, l'agente K, con Rick Deckard è una nuova epifania, dopo quella del ritorno di Han Solo due anni fa.
Il tutto in un paesaggio apocalittico: un deserto interrotto solo da rovine, un museo a cielo aperto abbandonato, dall'estetica a metà tra gli alieni di Roland Topor in Il pianeta selvaggio (René Laloux, 1973) e gli automi di Metropolis di Fritz Lang (e così si doveva intitolare originariamente il sequel pensato da Scott). Un passaggio del testimone tra due anime gemelle.

Anno 2049. Dopo gli eventi del primo film i replicanti Nexus hanno cominciato a ribellarsi e in poco tempo ne fu bandita la produzione e la Tyrell Corporation, l'azienda che li produceva, fallì. Questo portò ad una crisi di livello globale, finché Niander Wallace e le sue industrie si spianarono la strada producendo colture sintetiche rivelatesi necessarie per la sopravvivenza del genere umano, e reintroducendo i replicanti nella società, dopo aver rilevato ciò che rimaneva della Tyrell. Alcuni replicanti Nexus 8 ribelli sono però ancora in circolazione, pertanto per evitare nuovi conflitti e tumulti da parte loro il corpo speciale di polizia dei Blade Runner viene ripristinato con l'obbiettivo di "ritirare" i vecchi modelli.
L'agente K è un replicante di ultima generazione ed uno dei nuovi Blade Runner, e il film comincia con l'incarico di rintracciare un vecchio replicante di nome Sapper Morton, un ex medico militare disertore il quale vive da solo in una fattoria. K lo rintraccia e, dopo un'estenuante lotta, lo "ritira", rinvenendo in seguito una scatola sepolta sotto un albero morto nei pressi dell'abitazione di Sapper.
K torna al suo appartamento dove ad attenderlo c'è Joi, un'IA olografica programmata per essere l'amante ideale, che aggiorna grazie ad un emulatore datogli come bonus per il suo lavoro.
Mentre Joi prova la sua nuova capacità uscendo fuori dell'abitazione, K viene informato che l'oggetto sepolto è stato recuperato e aperto, rivelando uno scheletro al suo interno.  Gli analisti del LAPD ricostruiscono che si tratta di una replicante Nexus morta a seguito di complicazioni durante un taglio cesareo (fatto probabilmente da Sapper per salvarla).
Joshi, il capo di K, è sconvolta dal ritrovamento, in quanto non si credeva che i Nexus fossero capaci di riprodursi, e quindi ordina di eliminare qualsiasi prova del ritrovamento, dando istruzioni di trovare e ritirare il figlio replicante poiché la notizia potrebbe creare un'instabilità nell'ordine tra umani e replicanti...

 

GENERE : fantascienza, noir, drammatico, azione, avventura, thriller
REGIA : Denis Villeneuve
ATTORI :   Ryan Gosling, Harrison Ford, Ana de Armas, Sylvia Hoeks, Jared Leto
SCENEGGIATURA : Hampton Fancher, Michael Green
FOTOGRAFIA : Roger Deakins
MONTAGGIO : Joe Walker
MUSICHE: Hans Zimmer, Benjamin Wallfisch
PRODUZIONE : Alcon Entertainment, Thunderbird Entertainment, Scott Free Productions
DISTRIBUZIONE : Warner Bros. Pictures
PAESE : Stati Uniti d'America
DURATA : 163 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 16 marzo

 

Brutta data per il Milan: solo 4 vittorie su 15 incontri, l'ultima nel 1986.

 

MIlan

 

Grazie lo stesso ragazzi! 

 

Un rigore assurdo sull’1-0 per i ragazzi complica tutto, poi il crollo nel finale. Il 3-1 non rende giustizia al match.

 

arsenal milan

 

Mission impossible: ritorno a Londra

 

Il Milan alla ricerca di un'impresa disperata per passare il turno. Ma gli uomini di Gattuso proveranno a ribaltare lo 0-2 di San Siro con due punte e due fantasisti dall'inizio... 

...

 

Reina

 

L'allarmismo esagerato

 

Qualche numero su Reina per motivare la mossa anticipatoria del Milan

 

Silva

 

Nelle mani di Andrè

 

Il portoghese stasera titolare scelta ovvia e inevitabile

 

Zapata

 

Scelta obbligata

 

La moria di terzini, costringerà Gattuso ad utilizzare Zapata sulla fascia destra nella partita dell'Emirates?

aspettando MD

 

Ciao Luigi

 

E' morto Luigi Necco. Avrebbe compiuto 84 anni il prossimo 8 maggio

good morning

 

Accadde oggi, 15 marzo

 

Due sole sconfitte in 15 incontri, nessuna in Europa. Non perdiamo da 10 anni ma l'ultimo match lo vincemmo 5-1 in trasferta a Siena nel 2009

 

Donnarumma

 

Guerra di nervi

 

La polemica è sempre dietro l'angolo quando si tratta di Gigio Donnarumma.

Reina

 

Flash-back

 

Ritorna la caccia ai parametri zero. Ma stavolta nn sarà la stessa cosa

 

Barcellona_Chelsea

 

CL - Conte a caccia dell'impresa

 

Questa sera Barcellona-Chelsea. Si riparte dall'1-1 di Stamford Bridge. Riuscirà Conte a raggiungere Montella nei quarti?

storia milan 2

 

Intervista vintage

 

Il Milan annaspa, Marchioro affoga: parla l’ex napoletano 'presente/assente'

good morning

 

Accadde oggi, 14 marzo

 

Ultima in rossonero per David Beckham. Non perdiamo in campionato dal 1982 ma in assoluto dal 2002, 0-1 in Coppa Uefa in casa dell'Hapoel Tel Aviv...

 

...

maremma maiala

 

L'uomo camaleonte

 

Ha la la capacità di mutare opinione 'a seconda', con la lunga lingua retrattile coglie l'attimo e gli occhi possono ruotare l'uno indipendentemente dall'altro cercando 'il posto al sole' migliore

ringhio e inzaghi simone

 

La corsa alla CL

 

Sette partite in casa e 4 in trasferta per il Milan, l'opposto per l'Inter; Lazio avvantaggiata sulla Roma ma anche per loro c'è l'incognita derby

 

 kessiè

 

Riposo per Kessiè ?

 

 La mezz'ala è apparsa stanca a Marassi. Niente riposo all'Emirates, ma forse con il Chievo...

...

aspettando MD

 

Ai Mondiali in Russia ci sarà il Var

 

L'Ifab ha ufficialmente dato l'ok. Questa notizia era già nell'aria da tempo e mancava solo l'ufficialità

good morning

 

Accadde oggi, 13 marzo

 

Compleanno per Davids e Deulofeu. Giornata molto positiva, con una sola sconfitta su 20 incontri; non perdiamo dal 1977

 

genoa milan

 

Genoa-Milan: Best & Worst

 

 Suso e Romagnoli i migliori. Silva si sblocca e con il 4-4-2 avrà più spazio. Borini generoso. Calha, che succede ?

mou klopp

 

Mou resta 2°, sale il Tottenham

 

Vincono anche Chelsea e Arsenal. In coda, WBA ormai spacciato ma situazione pesante per Hammers, Saints e Palace. Stasera Stoke-City

 

good morning

 

Accadde oggi, 12 marzo

 

Data di nascita di Vittorio Pozzo, giocatore e poi allenatore del Milan. Giornata poco positiva, con 8 sconfitte in 19 gare; non vinciamo dal 1995

 

genoa-milan

 

Corsa Champions, il Milan c'è!

 

Un gol di Silva al 94’ tiene i rossoneri agganciati al treno Champions, la corsa all’Europa principale continua…

 

 

 genoa-milan pre partita

 

Prova di maturità

 

 Il Milan vuole riscattare l'Europa League e portarsi a -4 dall'Inter. Ma in casa il Genoa è un avversario tosto...

...

calcio tv

 

Domenica 11 Marzo, il calcio in tv

 

La soluzione dei migliori appuntamenti calcistici di giornata trasmessi in Italia...

...

good morning

 

Accadde oggi, 11 marzo

 

Altra giornata non molto positiva; 6 sconfitte su 16 incontri. Unico precedente col Genoa nel 1951: Genoa-Milan 0-3, con doppietta di Nordhal

 

Ramsey

 

È davvero finita?

 

Attenzione e coraggio, la tattica giusta per riaprire una qualificazione che sembra compromessa

 

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Genoa squadra dal rendimento bassissimo in casa. Un girnone intero prima di una vittoria

 

aspettando MD

 

Kekistan, e la sinistra va in tilt

 

Studente di Scienze Politiche di 19 anni, lucchese. Con la bandiera del Kekistan ha scatenato un putiferio

good morning

 

Accadde oggi, 10 marzo

 

Giornata da dimenticare: 8 sconfitte su 16 incontri, 5 le vittorie. Non vinciamo in campionato dal 1968!

 

milan arsenal 0-2

 

Milan-Arsenal: Best&Worst

 

 Calhanoglu e Calabria i peggiori di un Milan portato a scuola da Wenger, Ozil e Mkhitaryan. Donnarumma unico a salvarsi

mou vs klopp

 

United-Liverpool su tutte

 

City lunedì sera a Stoke; due derby per Chelsea e Arsenal, Tottenham a Bournemouth. Per la salvezza Hudder-Swansea e Newcastle-Southampton

 

aspettando MD

 

Bufera su Avvenire

 

Una vignetta di Sergio Staino pubblicata è finita al centro delle polemiche. Per alcuni il disegno è "blasfemo" e "sacrilego"

 

terza pagina

 

Il grande Ricky

 

Una carriera fatta di trionfi esaltanti e cadute rovinose

 

 i custodi della biblioteca

I CUSTODI DELLA BIBLIOTECA di Glenn Cooper

I custodi della biblioteca è il quinto romanzo di Glenn Cooper, il seguito de Il libro delle anime, pubblicato per la prima volta nel 2012 negli Stati Uniti, in Gran Bretagna ed in Italia.

Corre l'anno 2026 e Will Piper, agente dell'FBI in pensione, vive sulla sua barca e aspetta l'arrivo del 9 febbraio 2027, la data che secondo i libri dell'abbazia di Vectis segnerà la fine del genere umano.
Di tanto in tanto suo figlio Phillip che abita con sua madre Nancy Lipinski a Washington va a fargli visita; durante una di queste visite Will ha un attacco cardiaco e finisce in ospedale.
Quando suo figlio scopre che il padre al momento del malore si trovava a bordo della barca di una attraente vicina, i rapporti tra padre e figlio si incrinano.
Durante la degenza in ospedale a Will viene detto che suo figlio è scomparso e che l'ultimo luogo dal quale si sono avute sue notizie è il nord dell'Inghilterra.
Nonostante non sia ancora perfettamente guarito, Will decide di andare in Inghilterra per ritrovare suo figlio.
Dopo lunghe ricerche Will troverà molto più di suo figlio, perché l'incidente di Vectis durante il quale si tolsero la vita tutti gli scrivani dell'abbazia non è la fine dei profeti dai capelli rossi...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

bright

BRIGHT

Bright è una produzione estremamente costosa per Netflix, con un budget che pare sia intorno ai 90 milioni di dollari (superato solo da quello di The Irishman di Scorsese).
Per la regia ci si è affidati a David Ayer, che ha dimostrato di saper padroneggiare sia dure storie di polizia con End of Watch - Tolleranza zero, sia situazioni più fantastiche con Suicide Squad. Le riprese tra Los Angeles e Atlanta sono iniziate nell'autunno 2016 e si sono concluse nel febbraio 2017, quindi è seguita una complessa post-produzione.

In una realtà alternativa in cui gli umani condividono la Terra con varie creature fantastiche, negli Stati Uniti le varie razze vivono secondo una rigida gerarchia; alcune, soprattutto umani ed elfi, rappresentano la cima della piramide ed occupano posizioni di prestigio, mentre altre, a partire dagli orchi, sono invece ghettizzate e soggette a discriminazione.
Per tentare di porre un freno ai sentimenti xenofobi tra le varie razze, l'LAPD decide di arruolare i primi poliziotti orchi, tra cui l'agente Nick Jakoby. A Nick viene affiancato l'agente Daryl Ward, un veterano della polizia di Los Angeles a pochi anni dalla pensione, e non immune come molti dei suoi colleghi ai pregiudizi razziali.
In particolare, Ward è ai ferri corti con Jakoby dopo che questi, secondo il parere diffuso, avrebbe favorito la fuga di un suo simile che aveva sparato al suo partner durante una rapina, un grave infortunio per il quale Ward è stato per un lungo periodo fuori servizio.
Una sera, poco prima di entrare in servizio, Ward viene avvicinato dagli affari interni, che gli offrono l'opportunità di disfarsi di Jakoby a condizione che lui riesca a fargli confessare di aver deliberatamente permesso all'orco della rapina di fuggire, circostanza grazie alla quale sarebbe possibile ottenere il suo licenziamento (cosa altrimenti impossibile, visto l'interesse della stampa per l'esperimento di integrazione). Lui decide di accettare per non essere licenziato, visto che ha bisogno dei soldi per mandare avanti la famiglia.
Quella stessa notte però, dopo essere stati chiamati in una zona degradata della città per dei disordini, i due agenti si ritrovano coinvolti in un conflitto a fuoco, ed avventuratisi all'interno dell'edificio da cui erano partiti i colpi scoprono quello che ha tutta l'aria di essere un massacro compiuto da un Bright, gli unici esseri viventi capaci di fare uso della magia; come se non bastasse, mentre stanno ancora ispezionando la scena del crimine Ward e Jakoby si imbattono nella probabile arma del delitto, una bacchetta magica in mano all'unica superstite della strage, la giovane elfa Tikka.
Mentre Jakoby si prende cura di Tikka, Ward contatta alcuni dei suoi colleghi...

 

GENERE : azione, fantascienza, fantastico, poliziesco
REGIA : David Ayer
ATTORI :  Will Smith, Joel Edgerton, Noomi Rapace, Lucy Fry, Édgar Ramírez
SCENEGGIATURA : Andrew Menzies, Cynthia La Jeunesse
FOTOGRAFIA : Roman Vasyanov
MONTAGGIO : Michael Tronick, Geoffrey O'Brien e Aaron Brock
MUSICHE: David Sardy
PRODUZIONE : Regency Enterprises, Overbrook Entertainment
DISTRIBUZIONE : Netflix
PAESE : Stati Uniti d'America
DURATA : 117 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 9 marzo

 

Quattro sconfitte su sedici gare; tra i successi anche un derby vinto 3-0 nel 1975. Non giochiamo in campionato da 10 anni e l'ultima fu in CL col Tottenham nel 2011

 

Milan-Arsenal

 

Ora serve una vera impresa

 

Un brutto Milan cade in casa contro l'Arsenal per 2-0. Ora serve un'impresa

 

milan arsenal pre partita

 

Europa: serata da ritorno al passato

 

 Big match dal sapore di Champions. Gattuso conferma i titolarissimi per affrontare un Arsenal in crisi, di fronte ai 70mila di San Siro

 

Curva Sud

 

Il dovere di ricominciare

 

Una strana settimana, la crescita del Milan, le insidie di un avversario come l'Arsenal

 

max

 

Il dovere di ricominciare

 

Una strana settimana, la crescita del Milan, le insidie di un avversario come l'Arsenal

 

E' davvero molto difficile scrivere l'editoriale di oggi perchè veniamo da una settimana dove l'argomento sportivo, strettamente legato al campo, ha lasciato il posto a qualcosa di diverso e di drammatico. La notizia della morte del povero Davide Astori è una di quelle cose che crea uno strappo netto fra la dimensione ludico-sportiva e quella umana. Cambia radicalmente la prospettiva delle cose, suggerisce riflessioni, impone un doverso silenzio in segno di rispetto verso un evento che non ha spiegazioni e ci invita a prendere atto del fatto che l'approccio allo sport non può e non deve essere becero e fazioso. E' complicato quindi parlare di calcio dopo la morte di Davide Astori ma vogliamo provare a farlo partendo da ciò che più amiamo: il nostro Milan. Perchè nella vita, qualunque cosa accada, c'è sempre il dovere di ricominciare.

Il passaggio del turno contro la Lazio ha regalato agli uomini di Gattuso una meravigliosa ventata di autostima e fiducia. Ha rotto gli argini di una stagione potenzialmente senza obiettivi perchè una finale da giocare a Roma contro un grande avversario come la Juventus stimola tanto un gruppo di giocatori in formazione come questo Milan. Riuscire a superare scogli ardui è il modo migliore per crescere. Negli ultimi due mesi il Milan ha eliminato l'Inter dalla Coppa Italia, ha battuto Lazio e Roma in campionato ed ha eliminato ancora la Lazio dalla Coppa Italia. Il cambio di marcia rispetto ad inizio stagione c'è stato ed è testimoniato proprio dai risultati contro le grandi squadre che, in classifica, precedono il Milan.

I meriti di Gattuso sono talmente grandi che elencarli sarebbe superfluo. Il nostro Rino è riuscito in una impresa quasi impossibile e solo per questo merita sia la conferma sia una bella apertura di credito in vista della prossima stagione.
Stasera però gli occhi ed i cuori dei milanisti saranno tutti concentrati su San Siro. Dopo qualche anno di ordinario riposo il Milan torna infatti a disputare una di quelle sfide europee con un sapore particolare e con un fascino antico. Milan Arsenal infatti non è soltanto una classica ma è anche una partita che rievoca trofei internazioni (la Supercoppa Europea del 1995) e sfide fra squadre diverse. L'auspicio è che, come nel 2008 passò il turno la squadra più giovane e più di prospettiva, la stessa cosa possa avvenire anche in questa occasione. Sarà dura, nonostante in tanti tendano a sminuire l'Arsenal. Squadra in crisi senza dubbio ma con valori, risorse e giocatori importanti con centinaia di partite europee disputate. Gattuso è certamente consapevole della difficoltà della sfida ma sa che il Milan sarà presente a sè stesso con enorme orgoglio. E' questa la sua più grande vittoria.

 

Calabria

 

Oltre il momento

 

Il rientro di Conti non può certo scalfire la fiducia che Davide Calabria si sta guadagnando ula campo, anche in ottica futura.

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Arsenal senza cambi in attacco in Europa 

 

storie calcio

 

Il quinto Beatle

 

“Matt, credo di aver trovato un genio…”(Bob Bishop, osservatore del Man. Utd, in un telegramma a Matt Busby)

 

good morning

 

Accadde oggi, 8 marzo

 

Data di nascita per Giuseppe Sacchi, il più giovane portiere ad esordire nel Milan per giunta nello stesso giorno (25 ottobre) di Gigio Donnarumma

 

serie a

 

Serie A, ecco il Boxing Day

 

Sulla scia inglese arriva il “boxing day”. Anche in Serie A si giocherà il 26 dicembre

 

storia milan 2

 

Uno sguardo, 2 destini

 

Ci sono due Shevchenko: il primo è il 22enne stakanovista che conquista il Milan, il secondo è un campione smarrito a Londra

 

good morning

 

Accadde oggi, 7 marzo

 

Compleanno per Flamini (34), ultimo match per Muntari. Su 20 incontri, sono 8 le vittorie e 7 le sconfitte, di cui ben 3 contro il Genoa e due derby

 

wenger

 

Gunners in crisi, ma occhio a Wenger

 

 Arsenal in crisi, Wenger può sperare solo nell'EL per salvare stagione e se stesso. Ozil pericolo numero uno per il Milan, ma la difesa dei gunners è attaccabilissima...

...

rinvio

 

Bastava rimanere in silenzio

 

Troppe polemiche sui social in merito al rinvio del campionato dopo la morte di Astori

 

Cutrone

 

Nel segno di Patrick

 

In questo momento, il giovane centravanti rossonero non può essere discusso. E' lui il titolare inamovibile.

Astori

 

Ciao Davide, figlio della famiglia rossonera

 

Il consueto punto sull'esito del week-end  del settore giovanile rossonero, questa volta partendo da un doveroso ricordo...

 

...

reina

 

Reina-Milan, si o no?

 

Il portiere del Napoli arriverebbe a parametro zero

 

aspettando MD

 

A letto si crede un dio ma...

 

Nereida Gallardo, ex fidanzato di Cristiano Ronaldo, ha svelato alcuni particolari piccanti del portoghese

 

good morning

 

Accadde oggi, 6 marzo

 

Buon compleanno a Kevin Prince Boateng. Giornata poco proficua per noi: non vinciamo da 24 anni e abbiamo perso le ultime due, una contro l'Arsenal a Londra

 

Zhang

 

Va in onda il derby dei bilanci

 

Il bilancio dei nerazzurri sembrerebbe da tribunale fallimentare, ma come nel caso di Yonghong Li non bisogna fermarsi ai numeri

 

wenger

 

Arsenal e Chelsea in caduta libera

 

City senza avversari. Bene Reds e Spurs, torna a vincere il Burnely. West Ham impalpabile, WBA con un piede in Championship. Stasera Palace-Man Utd

 

Tessera

 

A cena con Che Guevara

 

Io sto bene con gli ultimi. E siccome nemmeno questa volta vinceranno, dico basta. Per sempre!

 

aspettando MD

 

Fuoriprogramma alle Olimpiadi

 

Un 50enne inglese irrompe in pista e mette in scena la sua singolare esibizione

storie calcio

 

Lo scudetto di nessuno

 

Fu il primo scandalo del calcio italiano. Un giallo con un finale a sorpresa con troppi colpevoli

good morning

 

Accadde oggi, 5 marzo

 

Primo gol per Nesta, ultimi in Coppa Uefa per Baggio ed Eranio, in Serie A per Calloni. Quattro sconfitte, due in due derby contro US Milanese ed Inter

 

 

Il calcio in tv: big match in Spagna e Inghilterra

 

Domenica 4 Marzo. Non solo il derby di Milano, per una domenica che si preannuncia intensa dal punto di vista degli appuntamenti in tv

good morning

 

Accadde oggi, 4 marzo

 

Non perdiamo in campionato dal 1956, unica sconfitta in Serie A; due i derby disputati ma solo in Tornei di contorno, terminati con un pareggio ed una sconfitta.

 

milan andrè silva gattuso

 

Causa persa ?

 

 Silva resta l'unica scommessa fin qui persa per Gattuso. Che fare in estate ? Il prestito sembra una soluzione, ma...

...

avversaria raggi x

 

L'avversario

 

Una sola vera vittoria contro una "grande" per l'Inter

 

aspettando MD

 

Giustizia assurda

 

Romeno bruciò viva una donna. Pena ridotta: "Usò poco alcol"

 

good morning

 

Accadde oggi, 3 marzo

 

Primo gol per Massimo Oddo e ultimo per Thiago Silva. Nel 1918 vincemmo un derby col punteggio di 8-1

 

maremma maiala

 

Obtorto collo

 

E così, per la serie 'impossible is nothing', si torna a votare. Incredibile ma vero

 

MILAN

 

Derby impronosticabile

 

A due giorni dal Derby di Milano, chi davvero può sentirsi il favorito?

city chelsea

 

Big match tra City e Chelsea

 

United nel Monday Night col Palace; Reds-Newcastle, Spurs-Huddersfield e Arsenal in trasferta a Brighton. Per la salvezza, Southampton-Stoke

 

Gattuso Bonaventura

 

Ricarichiamo la testa prima delle gambe

 

Il mio timore è che possa venir fuori il vero limite di questa squadra. Ma Gattuso non è il primo scemo che passa

 

aspettando MD

 

La Boschi spacca il Pd altoatesino

 

La minoranza del partito lascia dopo la candidatura della Boschi a Bolzano. Se ne vanno in 14

 

cacciatori di diamanti

CACCIATORI DI DIAMANTI di Wilbur Smith

L’autore sudafricano alterna nel romanzo alla tipica azione dinamica ed avventurosa un’introspezione psicologica che mette in luce proprio l’appannamento dei valori morali che dovrebbero invece guidare ogni vita umana. Soprusi, inganni, violenze di ogni genere nascono pertanto dalla caccia al diamante ed anche la persona più dolce e buona si trasforma in una belva drogata ed impazzita.

Benedict, Tracey e Johnny crescono come fratelli nella regione arida del Namaqualand, in Sudafrica, a diretto contatto con la natura e sotto la custodia del Vecchio Jacobus Van der Byl.
Un giorno però quest'ultimo rivela a Johnny che solo i primi due sono suoi figli naturali e che lui invece è stato adottato. Il giovane allora cerca di fare il possibile per conquistarsi comunque l'affetto e l'ammirazione del Vecchio.
Il rapporto con Benedict rimane fraterno, almeno fino a quando un'enorme fortuna diamantifera trovata da Jacobus non lo corrompe.
Benedict si trasforma immediatamente in un avido affarista che teme la competizione con Johnny, il quale si dimostra più in gamba di lui primeggiando sia negli studi che nello sport. Tuttavia Johnny può contare sulla vicinanza di Tracey, che senza esitazioni si schiera sempre dalla sua parte.
I due ragazzi hanno un rapporto speciale, tanto da attirare l'attenzione del Vecchio, che decide di spedire Johnny in collegio.
Diversi anni dopo, Johnny viene richiamato da Jacobus per dirigere la Van der Byl Diamond Company, mentre Benedict, dimostratosi incapace, si trasferisce a Londra ad occuparsi di affari minori.
Johnny viene avvertito del matrimonio di Tracey con un giovane scelto per lei dal padre e, al banchetto nuziale, le promette sostegno in qualunque momento. Deluso, Johnny decide di sposare l'avida ed eccentrica Ruby Grange.
Ben presto però Tracey scopre le tendenze omosessuali del marito ed entra in uno stato di profonda depressione. Johnny si precipita da lei ad aiutarla.
Nel frattempo, Jacobus scopre di essere malato e poco prima di morire scrive un testamento con il quale divide le quote azionarie della Van der Byl in modo equo tra Benedict, Tracey e Johnny.
Jacobus in realtà prova una profonda ostilità nei confronti di Johnny...

Puoi scaricare gratuitamente il romanzo (formato epub) cliccando QUI

 

J.W

JOHN WICK CAPITOLO 2

Dato il buon successo del primo episodio, un seguito era inevitabile.
Arriva a tre anni di distanza questo "secondo capitolo" che sembra rispondere ad un'unica direttiva: "same, but more", solita "sostanza" ma servita in "dosi" più massicce.
Si aumenta sul numero delle scene d’azione, sulla loro durata, sulla loro elaboratezza, sulla loro esasperazione.
Si aggiunge senza sosta carne al fuoco, guardandosi bene però dal farlo sul piano narrativo.

Il leggendario sicario John Wick è finalmente riuscito a concludere la sua sanguinosa missione vendicativa nei confronti dei Tarasov, riprendendosi la sua macchina e tornando a casa, pronto a godersi la pensione in pace. Ciò che lo lega ancora al suo passato però è un pegno, un debito sigillato col sangue con un boss della Camorra, Santino D'Antonio, che, avendo saputo del ritorno del killer a cui aveva concesso di ritirarsi dal sotto-mondo della malavita, è venuto a riscuotere e a chiedere di saldarlo. Santino gli commissiona l'omicidio della sorella Gianna per assicurarsi di ereditare il suo posto al tavolo della malavita globale, prendendo così il controllo della Camorra stessa. Inizialmente John rifiuta di saldare il debito, perciò il boss mafioso gli fa esplodere la casa. Senza più un posto dove stare, John torna all'hotel Continental di New York per lasciare il suo nuovo cane in un posto sicuro e farsi aiutare dal direttore, Winston, a rintracciare Santino, il quale, una volta incontrato, gli fa capire di non avere alternative e quindi di dover saldare il debito uccidendo Gianna D'Antonio.
John si reca quindi a Roma per assassinare la boss camorrista, che sta per festeggiare la sua ascesa alla tavola alta del crimine. John pianifica l'assassinio, equipaggiandosi a dovere presso il Continental di Roma, e durante la festa raggiunge Gianna, la quale, capendo di essere spacciata, si toglie la vita. La sua guardia del corpo, Cassian, sorprende John poco dopo l'assassinio e da l'allarme. Il killer riesce ad eliminare gli uomini armati e a fuggire, ma i sicari di Santino, capeggiati dalla muta Ares, tentano di ucciderlo...

 

GENERE : azione, thriller
REGIA : Chad Stahelski
ATTORI : Keanu Reeves, Riccardo Scamarcio, Ian McShane, Ruby Rose, Lance Reddick
SCENEGGIATURA : Kevin Kavanaugh
FOTOGRAFIA : Dan Laustsen
MONTAGGIO : Evan Schiff
MUSICHE: Tyler Bates, Joel J. Richard
PRODUZIONE : 87Eleven, Lionsgate, Thunder Road Pictures
DISTRIBUZIONE : Eagle Pictures
PAESE : Stati Uniti d'America
DURATA : 122 min

 

TRAILER

Scarica (via µTorrent) e guarda gratuitamente il film cliccando QUI

 

good morning

 

Accadde oggi, 2 marzo

 

Buon compleanno ad Andrea Conti. Su 19 incontri, 7 vittorie e 4 sconfitte, di cui 3 in casa contro Roma, Inter e Juve

 

lazio milan coppa italia 

 

 Lazio-Milan: Best & Worst

 

 Kalinic: luci e ombre. Quel gol sbagliato pesa, ma non va abbandonato. Romagnoli-Bonucci: un muro. Freddi anche dal dischetto

edit Piero

 

 

Il sacco di Roma di un grande Milan!

 

È come se qualcuno fosse entrato in una camera buia e rimasta chiusa per molto tempo ed avesse finalmente spalancato la finestra facendo entrare una bella e salubre aria fresca. È questa la sensazione che stiamo provando noi milanisti da quando Gattuso ha messo piede in quella buia stanza che era Milanello, trasformando una squadra spenta, impaurita e senza idee in una nuova realtà, fatta di una squadra forte, con una precisa identità, consapevole dei propri mezzi e, soprattutto, convinta di poter affrontare ogni avversario con il chiaro obiettivo di batterlo. In tre giorni abbiamo messo Roma a ferro e fuoco, battendo prima la Roma e poi eliminando la Lazio, e dando seguito ad una serie positiva che, in tutte le competizioni, dura ormai da tredici gare di fila. Non è più un fuoco di paglia, o quello che in gergo borsistico si definisce “il rimbalzo del gatto morto”, qui siamo di fronte alla costruzione di un gruppo che ora sta finalmente facendo vedere le cose per cui era stata costruita quest’estate. Lo avevamo detto un mese fa, la prova del nove per certificare la crescita della squadra di Gattuso sarebbe stata la Lazio, una squadra forte, fortissima, la più in forma in quel momento della stagione, capace di battere gli avversari con facilità e con una capacità straordinaria di andare in gol (ha segnato quasi 90 gol in questa stagione); l’abbiamo battuta meritatamente in campionato, e l’abbiamo eliminata dalla Coppa Italia al termine di due gare in cui il Milan ha dimostrato una solidità ed un equilibrio inaspettato. Disinnescata la Lazio, messo Immobile in condizione di non nuocere, messo il silenziatore a Milinkovic-Savic, insomma un vero capolavoro che permette al “povero diavolo” di qualche mese fa di raggiungere un primo traguardo importante, giocarsi tra due mesi la finale di Coppa Italia contro la Juventus (abbiamo un piccolo conto in sospeso per la finale persa immeritatamente due anni fa coi bianconeri).È come se qualcuno fosse entrato in una camera buia e rimasta chiusa per molto tempo ed avesse finalmente spalancato la finestra facendo entrare una bella e salubre aria fresca. È questa la sensazione che stiamo provando noi milanisti da quando Gattuso ha messo piede in quella buia stanza che era Milanello, trasformando una squadra spenta, impaurita e senza idee in una nuova realtà, fatta di una squadra forte, con una precisa identità, consapevole dei propri mezzi e, soprattutto, convinta di poter affrontare ogni avversario con il chiaro obiettivo di batterlo. In tre giorni abbiamo messo Roma a ferro e fuoco, battendo prima la Roma e poi eliminando la Lazio, e dando seguito ad una serie positiva che, in tutte le competizioni, dura ormai da tredici gare di fila. Non è più un fuoco di paglia, o quello che in gergo borsistico si definisce “il rimbalzo del gatto morto”, qui siamo di fronte alla costruzione di un gruppo che ora sta finalmente facendo vedere le cose per cui era stata costruita quest’estate. Lo avevamo detto un mese fa, la prova del nove per certificare la crescita della squadra di Gattuso sarebbe stata la Lazio, una squadra forte, fortissima, la più in forma in quel momento della stagione, capace di battere gli avversari con facilità e con una capacità straordinaria di andare in gol (ha segnato quasi 90 gol in questa stagione); l’abbiamo battuta meritatamente in campionato, e l’abbiamo eliminata dalla Coppa Italia al termine di due gare in cui il Milan ha dimostrato una solidità ed un equilibrio inaspettato. Disinnescata la Lazio, messo Immobile in condizione di non nuocere, messo il silenziatore a Milinkovic-Savic, insomma un vero capolavoro che permette al “povero diavolo” di qualche mese fa di raggiungere un primo traguardo importante, giocarsi tra due mesi la finale di Coppa Italia contro la Juventus (abbiamo un piccolo conto in sospeso per la finale persa immeritatamente due anni fa coi bianconeri).


Ma alla prova-Lazio se ne sono aggiunte altre, come aver sfruttato appieno l’occasione di battere ed agganciare la Samp, battere a domicilio la Roma accorciando ulteriormente le distanze da una zona Champions che sembrava solo un miraggio, un’oasi nel deserto che invece sta diventando un vero e nuovo obiettivo stagionale. Domenica potremmo veramente riaprire in modo clamoroso i giochi, perché abbiamo un altro scontro diretto contro l’Inter e Roma e Lazio affrontano le prime due della classe (Napoli e Juventus). Ed è anche inutile che qualcuno si lamenti del fatto che abbiamo sprecato un monte di energie ieri sera, perché in questi momenti più che lo sforzo fisico a contare è quello mentale, e noi ci arriviamo con il morale alle stelle. Siamo a metà del ciclo terribile, e stiamo facendo cose importanti: al termine delle gare con Inter ed Arsenal potremmo veramente ritrovarci in una situazione eccezionale, perfettamente in corsa per tutto!La cosa più bella del momento è la sensazione che in questo momento Gattuso pare aver convinto tutti che si può guardare qualsiasi avversario dritto negli occhi; fateci caso, con Montella avevamo fatto zero punti contro tutte le squadre che ci precedevano in classifica, con Gattuso abbiamo battuto Sampdoria, Lazio, Roma in campionato, ed eliminato Inter e Lazio da imbattuti in Coppa Italia. Se non è un Milan nuovo e diverso questo!

 

 

Mlan

 

Il sacco di Roma di un grande Milan!

 

La sensazione è che in questo momento Gattuso pare aver convinto tutti che si può guardare qualsiasi avversario dritto negli occhi

 

Milan

 

Un rapporto conflittuale

 

Il Milan e la Coppa Italia: un rapporto di amore-odio, tra successi datati, e tante finali perse nel tempo.

seo

 

FA Cup: tutto facile per gli Spurs

 

Sei gol al Rochdale; quarti di finale il 17 e 18 marzo. Stasera il recupero di Premier Arsenal-Manchester City; potremo vedere come stanno i Gunners...

 

...

good morning

 

Accadde oggi, 1° marzo

 

Nove vittorie su 18 partite, 4 le sconfitte, ultima 9 anni fa contro la Samp. Ultimi gol per Oddo e Balotelli, primo per Romagnoli. Ultime presenze per Emerson e Digao

 

MD in your language

md tube rettangolare2

HIGHLIGHTS: finale CL 2002/2003

(prossimamente) tutti gli highlights 2018/2019

MILAN OFFICIAL

TIFOSI

MOMENTS

Il graffio

il graffio 1

Cerca in MD

 

LIVE STREAMING

 diretta streaming disponibile 10 minuti (circa) prima dell'inizio gara QUI 

QUI per il Disclaimer Streaming MD .

UTILITY

x STREAMING

Web player (ok)

Sopcast (scarica)

Acestream (scarica)

FILM DOWNLOAD

μTorrent (scarica)

3^ PAGINA

Milan e Milanista
Come eravamo
Storie RossoNere
RossoNeri
Maglia
click and go!

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.