germania

 

Da Adolf ad Angela

 

La Germania e la fatal Russia. Stessa spiaggia, stesso mare...

 

Avevo in canna un altro articolo. Bellissimo nel mio vedere di parte. L'ho riposto caro Direttore e cari amici che annoiati aspettate le ferie d'agosto. Stai nel cassetto perchè quando accadono avvenimenti estremi bisogna rivedere la prima pagina.
Se attaccano le Torri Gemelle non è che puoi dedicare la prima pagina a Balotelli che torna in Nazionale. Se un terremoto distrugge mezza Italia non è che puoi titolare ... "Terremoto sui mercati, spread a alle stelle" (e qui già qualche bonaccione potrebbe anche provarci).
Lasciamo stare e riposare allora lo scritto ante, bello pronto fino alle ore 17,58 del 27 giugno 2018.

Sembrava anche una giornata normale. Solito lavoro, solita riunione di fine turno totalmente inutile, solita "birra annacqua disperazione" e triste schiantarsi sul divano per provare di arrivare almeno alle 10 di una notte d'estate. Una volta almeno si mangiava cocomero davanti al bar. Una volta almeno ci si imboscava con la prima che capitava in mezzo alle balle di fieno. Ora tutto vuoto e squallido come sempre. Quest'anno però (o purtroppo) a buttar nebbia d'illusione .. i Mondiali di calcio.
Siamo alla fine dei gironi di qualificazione. Mediaset ci spiega ogni giorno che è il più bel mondiale di sempre, che le emozione si sprecano, che ci sono un sacco di fenomeni. Capisco, con quello che hanno pagato vorrei vedere che dicessero che mezza Italia dorme davanti a Tunisia-Panama. Pardo, quello che scimiotta giornalisti antichi e veri, dice sempre le stesse 3 cose ed ai più pare pure intelligente. Racconta ora che è meglio senza l'Italia. C'è più serenità, si bada più al pallone ed ai suoi segreti e meno alla pancia. Forse si riferiva alla sua di pancia. Boh.. avrà pure ragione, a me senza gli azzurri sembra un torneo di merda.
Ma io sono vecchio. Talmente vecchio che nella personale idea di gufare il mondo, di accanirmi in un "ciapanò" gustosissimo, avevo ideato , tanto per far qualcosa, la fantasiosa teoria che nessuna delle 4 favorite (Brasile, Argentina, Germania, Spagna) avrebbe vinto il mondiale. Grasse risate... vedremo.
Poi siccome mi piacciono quelli presi in mezzo da tutti, quelli in fin di vita sportiva... la sera del bombardamento croato sull'Argentina e su Messi (stampa a reti unificate nel deriderlo), mi sono aperto la birra rimasta ed ho urlato "Viva Messi, vincerà il Mondiale". L'ho giocato a 30 volte la posta campione del mondo. Per uno che non l'ha mai amato è tanto. Ma l'idea di un Portogallo-Argentina nel prossimo turno, con Leo che irride l'ometto meno simpatico al mondo e manda a casa Cristiano è una occasione che non posso perdere. Pensate un pò come sono messo.
Ma torniamo al tramonto del 27 giugno.

Germania- Corea del Sud. Facile.
I tedeschi con la solita anima ed il solito culo erano usciti da una buca enorme poche ore prima. Gol al 95esimo alla Svezia. Che rabbia quella sera. Adesso vincono dalla Corea e poi , come dice il saggio Gary Lineker..."il calcio è quello sport che si gioca 11 contro 11 ed alla fine vince la Germania". Bellissima foto. Putroppo vera. Come è sontuosamente vera l'analisi dell'ultimo Maradona: "Solo un grasso pagliaccio". Ma quanti conti in sospeso con i tedeschi.
Pensate che ancora minorenne fui vittima di una pesante infatuazione. Donne? Macchè, siete pazzi. Mi innamorai della Germania (allora solo Ovest) e la tifai spudoratamente agli Europei del 1972 e del 1976. Soprattutto credo di essere stato l'unico italiano a volere che battesse l'Olanda nella famosa finale del Mondiale 1974. Olanda più bella di sempre, amata da tutti. Se ci penso mi viene il vomito. Al bar del paesello per un decennio mi hanno soprannominato "il tedesco". Mio Dio!!!
Poi sono cresciuto (di età... tranquilli) e grazie all'odiosa Germania del grandioso mondiale di Spagna vinto dall'Italia super Pablito, a quella specie di energumeno di Stielike, grazie al gol di Magath l'anno dopo .. ma soprattutto grazie il mio amore per la storia del '900 è iniziata una progressiva operazione di fastidio prima, di ribrezzo poi ed infine di odio verso la Germania.
Di quel popolo penso il peggio, non ci hanno mai risarcito del male che ci hanno fatto. Degli orrori che hanno sparso nel mondo, del loro violento modo di concepire le razze e le società in evoluzione. Oggi li considero il male assuluto, inventori di una moneta al loro servizio per impoverirci, cattivi dentro,speculatori sui poveri degli altri paesi. Disonesti ma organizzati al punto di essere peggio di noi in tutto, perfino nel truccare le macchine che ci avvelenano. Senza scupoli nella creazione di una finanza che manderà alla rovina il loro sistema facendolo pagare a noi. Brutti e grassi. Tagliano gli spagnetti prima di mangiarli perchè arrotolarli in una forchetta gli sembra difficile. Strano per un popolo che arrotolava facilmente gli ebrei e li cuoceva nei forni. E quando sento gli untori di casa nostra che si lamentano del linguaggio e degli argomenti di Salvini sugli immigrati, mi viene solo in mente che per vincere da politicanti di quella cattiveria... solo pari cattiveria e pari linguaggio può farcela. E cè la faremo.

Sono le 17,53.. palla nella metà campo della Corea che difende, onesti senza averne tornaconto... onestiiii, il clamoroso vantaggio per 1-0. Ma poi la Germania perde palla, il portiere non cè, voleva andare a fare gol, disperato ed assurdo. Palla lunga... non cè nessuno , non passano mai quei secondi, quei metri. Non sai se arriva qualcuno... 30 metri dalla porta vuota. 20... 10... 5... compare un "Vietkong", la mette dentro.
DUE A ZERO PER LA COREA con un gol da cento metri.

Mi sto svegliando, lo sento, urlo e immagino, sono sicuro, che tutto il mondo tranne quello spicchio di terra teutonica, esulta.
L'unico vero miracolo tedesco, l'unica unione che gli è riuscita, altro che l'Euro: tutto il mondo tifa contro l'immondo. La Germania eliminata al primo turno del Mondiale da campione in carica. Ultima in un girone di "Fuoco ahahaha": Corea del Sud, Messico, Svezia.
Esco sul balcone, cerco e non trovo qualcuno in strada o da una finestra che goda quanto me.
Il telefonino inizia brillare. Decine di messaggi, tutti sprizzanti gioia ed a spruzzare merda sul cavallo tedesco. Morto a terra. Impazzisco, sogno gli ebrei uscire dalle tombe, i morti di Marzabotto fare festa e cantare, i milioni di poveretti sparsi per l'Europa resi schiavi e senza pane dalla Merkel. Sogno la Polonia che invade la Germania per pareggiare il conto. E non sazio mi immagino la busta paga di un operaio della Fiat (1.200 euro) che si trasforma in quella di un operaio Volkswagen (2.200 euro). E soprattutto il contrario, così vediamo come se la cavano loro e se la piantano quei miserabili di bofonchiare che siamo un popolo che non ha voglia di fare un cazzo e non sa cosa sono i sacrifici.

Mi siedo e me la godo. Altra birra... Peroni e mai più tedesca.
Forse ho esagerato. Allora per addolcire il pensiero e non sembrare cattivo quanto loro, mi torna un soave pensiero.
E se questo fosse solo l'inizio, l'aver smascherato attraverso quella palla che è rotolata in porta dopo centro metri nel vuoto, che sono battibili i tedeschi, che sono deboli.
Non nel calcio, ma nella vita, nella società. Nelle cose vere, non in quei putridi giochi dove sono imbattibili, ma nella considerazione degli altri.

Se scoprissimo che siamo profondamente più belli, forti e generosi di loro. E che alla fine, come nella favole vincono i buoni. Quindi mai vincerebbero i tedeschi.
Mica un mondo senza di loro, ma un mondo di pari peso fra loro ed il resto del mondo.
Stando attenti, perchè ogni tanto hanno bisogno di fare una guerra.
Ma toccherà a noi ricordagli che "Adolf Hitler ha perso la guerra in Russia," che "Angela Merkel ha perso la guerra in Russia". E che vi aspettiamo . Per quest'anno stessa spiaggia stesso mare. E dai, il pallone lo portiamo noi. Così se rompete i coglioni andiamo via con la palla. E se per favore fate anche 2 lacrime, grazie. Perchè vedere quei visini dolci delle vostre femmine piangenti (tipo post Corea) è una goduria che non voglio perdermi.

Ciao amici di Germania, ci vediamo all'OktoberFest... tranquilli la birra la portiamo noi.
Da casa nostra, ovvio !!!


MD in your language

md tube rettangolare2

HIGHLIGHTS: finale CL 2002/2003

(prossimamente) tutti gli highlights 2018/2019

MILAN OFFICIAL

TIFOSI

MOMENTS

Il graffio

il graffio 1

Cerca in MD

 

LIVE STREAMING

 diretta streaming disponibile 10 minuti (circa) prima dell'inizio gara QUI 

QUI per il Disclaimer Streaming MD .

UTILITY

x STREAMING

Web player (ok)

Sopcast (scarica)

Acestream (scarica)

FILM DOWNLOAD

μTorrent (scarica)

3^ PAGINA

Milan e Milanista
Come eravamo
Storie RossoNere
RossoNeri
Maglia
click and go!

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.